26 Aprile 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 30/04/2012
PAKISTAN
Lahore: cristiani sotto shock per l’omicidio di un attivista e leader politico
di Jibran Khan
Chaudhry Irshad Younas è stato ucciso a colpi arma da fuoco la sera del 27 aprile. Ad assassinarlo sarebbe stato il giovane Nadeem Sohtra, figlio di un leader del movimento cristiano Apma di Sheikhpura. Ancora ignote le cause del gesto. In queste ore sono in corso gli interrogatori della polizia per chiarire il movente.

Islamabad (AsiaNews) - La comunità cristiana pakistana è ancora sotto shock per l'assassinio di Chaudhry Irshad Younas, attivista e leader politico, ucciso a colpi di arma da fuoco la sera del 27 aprile scorso (nella foto). La mattina del giorno seguente, gli inquirenti hanno aperto un fascicolo di inchiesta a carico di Nadeem Sohtra, il presunto omicida, che ha cercato di fuggire dopo aver sparato. Al momento non si hanno ancora dettagli sul movente che ha spinto l'uomo, figlio di un leader cristiano del Punjab, a sparare; maggiori elementi potrebbero emergere dagli interrogatori in corso in queste ore.

Attivisti, capi cristiani e semplici fedeli hanno partecipato alle esequie di Chaudhry Irshad Younas, politico cristiano originario di Youhanabad, a Lahore, nel Punjab. Ad ucciderlo sarebbe stato il giovane Nadeem Sohtra, figlio di Naseem Sohtra, coordinatore per Sheikhpura del movimento cristiano All Pakistan Minorities Alliance (Apma), fondato dal ministro per le Minoranze Shahbaz Bhatti assassinato dagli estremisti islamici il 2 marzo 2011.

Dalle prime informazioni emerge che Nadeem ha incontrato la vittima nella sua abitazione e, poco dopo, ha sparato. I proiettili hanno raggiunto Chaurhry al petto, mentre una terza pallottola è andata a vuoto. La polizia è subito intervenuta arrestando il presunto omicida, che cercava di fuggire; il politico cristiano è morto poco dopo e a nulla è servito il tentativo di trasportarlo in ospedale.

Le organizzazioni umanitarie Masihi Foundation e Life for All hanno condannato con forza l'assassinio, sottolineando che la vittima era "un impavido, appassionato uomo politico e attivista sociale", che più volte in passato "aveva fatto sentire la propria voce contro le ingiustizie". Interpellato da AsiaNews p. John Maxwell, dell'arcidiocesi di Lahore, parla di "enorme perdita per la comunità", perché era una persona che aveva a cuore "il futuro dei giovani cristiani e forniva loro diverse opportunità" in ambito lavorativo e umano.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
06/02/2010 PAKISTAN
Lahore, avvocati musulmani: “bruceremo vivo” chi difende la 12enne cristiana uccisa
di Fareed Khan
27/02/2012 PAKISTAN
Faisalabad: cristiani, non estremisti islamici, dietro il raid alla Grace Ministry Church
di Shafique Khokhar
08/08/2011 PAKISTAN
Karachi: omicidio mirato contro i cristiani, ucciso un 38enne
08/06/2011 PAKISTAN
Punjab: è cristiano, non può fare il ministro delle Finanze
di Jibran Khan
30/01/2012 PAKISTAN
Punjab: attivista cristiano oggetto di minacce della polizia
di Jibran Khan

In evidenza
VATICANO
Papa: Il ricordo e la preghiera per una “nuova tragedia” dei migranti, “fratelli nostri” che “cercavano la felicità”Al Regina Caeli, papa Francesco fa pregare per le centinaia di vittime del barcone affondato al largo della Libia. Un appello alla comunità internazionale perché “agisca con decisione e prontezza”. “Ogni battezzato è chiamato a testimoniare, con le parole e con la vita, che Gesù è risorto, che è vivo e presente in mezzo a noi”. Il messaggio cristiano “non è una teoria, un’ideologia o un complesso sistema di precetti e divieti, oppure un moralismo, ma un messaggio di salvezza, un evento concreto, anzi una Persona: è Cristo risorto, vivente e unico Salvatore di tutti”. Il papa sarà a Torino il 21 giugno per onorare la Sindone, la cui ostensione comincia oggi.
ARABIA SAUDITA - YEMEN
Con la guerra in Yemen, l’Arabia Saudita maschera le tensioni interne
di Afshin ShahiIl conflitto in Yemen serve all’Arabia Saudita per coprire i suoi problemi interni, primo tra tutti la disuguaglianza tra le classi e il settarismo religioso. La famiglia reale ostenta lo sfarzo più assoluto mentre il 20% della popolazione vive in povertà. Molti giovani sauditi scontenti alimentano l’esercito dei “foreign fighters” dello Stato islamico (IS). Il 15% della popolazione è di religione sciita e subisce pesanti restrizioni dallo Stato sunnita. La lucida analisi di Afshin Shahi, Direttore del Centro di studi di politica islamica e Professore di Relazioni Internazionali e di Politica del Medio Oriente all’università di Bradford.
VATICANO
Papa: Sulle persecuzioni dei cristiani, la comunità internazionale “non assista muta e inerte”, non “rivolga il suo sguardo da un’altra parte”Al Regina Caeli (la preghiera mariana nel tempo di Pasqua), per la sesta volta in una settimana, papa Francesco ricorda il martirio dei cristiani e denuncia l’indifferenza della comunità internazionale verso questa “preoccupante deriva dei diritti umani più elementari”. I martiri di oggi “sono tanti e possiamo dire che siano più numerosi che nei primi secoli”. “La fede nella risurrezione di Gesù - ha continuato - e la speranza che Egli ci ha portato è il dono più bello che il cristiano può e deve offrire ai fratelli. A tutti e a ciascuno, dunque, non stanchiamoci di ripetere: Cristo è risorto!”

Dossier


by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate