30 Luglio 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 27/06/2007
IRAQ
Liberi due cristiani rapiti a Mosul una settimana fa
Si tratta del giovane autista di Alqosh e del ragazzo originario di Batnaya. Per entrambi era stato chiesto un riscatto; i cristiani non si sentono più sicuri nemmeno nel nord.

Mosul (AsiaNews) – È libero e sta bene Nadir Mansour Koja, il giovane autista cristiano di Alqosh, nord Iraq, rapito lo scorso 22 giugno mentre viaggiava da Baghdad a Mosul. Lo rendono noto fonti locali di AsiaNews nella zona. Il ragazzo con il suo lavoro mantiene la moglie, 3 figli, i genitori e due sorelle rimaste vedove con prole.

E sempre da Mosul, roccaforte sunnita, arriva la notizia della liberazione di un altro cristiano, originario di Batnaya, rapito il 20 giugno. Per entrambi i sequestri era stato chiesto un riscatto, ma nulla si sa di un eventuale pagamento.

I rapimenti costituiscono da tempo una vera e propria industria in Iraq; secondo osservatori locali, però, prendere in ostaggio un cristiano, soprattutto al nord, oggi ha anche un altro obiettivo: lanciare un chiaro messaggio del tipo “Possiamo colpirvi ovunque, anche dove pensate di aver trovato riparo”. Il riferimento è alla proposta assira di creare di un safe haven, un'enclave per i cristiani nella Piana di Ninive, limitrofa proprio a Mosul. Sempre più cristiani negli ultimi anni sono migrati dalle città più pericolose del Paese verso i villaggi del nord, ma la sicurezza ormai vacilla anche qui.


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
05/07/2007 IRAQ
Rapiti 4 cristiani in fuga da Baghdad
07/06/2007 IRAQ
Liberati 4 dei giovani cristiani rapiti ieri a Baghdad
06/06/2007 IRAQ
Rapito un altro sacerdote caldeo a Baghdad
21/05/2007 iraq
Riscatto “molto elevato” per il sacerdote rapito a Baghdad
23/06/2007 IRAQ
Giovane autista cristiano rapito sulla strada per Mosul

In evidenza
VATICANO
Il Papa su Medio Oriente, Iraq, Ucraina: "Fermatevi, ve lo chiedo con tutto il cuore! Fermatevi!"Il ricordo dei bambini, vittime delle guerre, "ai quali si toglie la speranza di una vita degna". Affrontare "ogni diatriba con la tenacia del dialogo e del negoziato e con la forza della riconciliazione". Domani, i 100 anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale, "un giorno di lutto". Imparare le lezioni della storia. Il Vangelo ti fa conoscere Gesù vero, vivo; ti parla al cuore e ti cambia la vita, come per san Francesco di Assisi. "La gioia di avere trovato il tesoro del Regno di Dio traspare, si vede. Il cristiano non può tenere nascosta la sua fede".
IRAQ - VATICANO
Patriarca di Baghdad: Il cuore "sanguina" per gli innocenti in lraq, Siria e Gaza. Ed è "triste" per la timidezza del mondo civilizzatoMar Louis Sako invia un messaggio al card. Barbarin, in occasione della marcia di solidarietà con i cristiani dell'Iraq, che si tiene oggi a Lione. "Non ci dimenticate!".
VATICANO
Papa: sono con i cristiani perseguitati di Mosul e del Medio Oriente"Il Dio della pace susciti in tutti un autentico desiderio di dialogo e di riconciliazione. La violenza non si vince con la violenza. La violenza si vince con la pace!". All'Angelus Francesco ha commentato la parabola del buon grano e della zizzania. Dio è "paziente", sa che "la stessa zizzania, alla fine, può diventare buon grano". Ma "al tempo della mietitura, cioè del giudizio, i mietitori eseguiranno l'ordine del padrone separando la zizzania per bruciarla".

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate