05/01/2011, 00.00
CINA - USA
Invia ad un amico

Lo yuan crescerà del 5 per cento entro l’anno

L’apprezzamento sembra essere un regalo di Hu Jintao agli Stati Uniti in occasione della sua visita di Stato in programma per il 19 gennaio. Ma il ministero del Commercio di Pechino frena gli entusiasmi: il deficit nella bilancia commerciale Usa-Cina rimane alto.
Pechino (AsiaNews/Agenzie) – La Cina permetterà un apprezzamento dello yuan-renminbi fino al 5 % . Lo afferma quest’oggi il giornale China Securities Journal. La pubblicazione non è una voce ufficiale, ma è molto addentro nella politica economica nazionale.
 
L’apprezzamento dello yuan è una delle maggiori richieste degli Stati Uniti verso la Cina, che accusa Pechino di manipolare il valore della moneta per facilitare le sue esportazioni. Da parte sua Pechino vi resiste per evitare un costo maggiore del lavoro che porterebbe a disoccupazione e rivolte sociali. La “guerra delle valute” ha creato forti tensioni fra le due superpotenze.
 
Secondo diversi analisti la mossa della Cina dovrebbe essere il “regalo” che Hu Jintao porta a Barack Obama in occasione della sua visita di Stato negli Usa, in programma per il 19 gennaio prossimo.
 
Jiang Yaoping, vice-ministro cinese del Commercio, ha messo però in guardia dallo sperare che il riapprezzamento dello yuan sia la panacea per l’economia americana, e ha detto che esso avrà impatti molto blandi sullo squilibrio della bilancia commerciale fra Cina e Usa.
 
Il deficit della bilancia commerciale Usa verso la Cina è salito del 20% nei primi 10 mesi dello scorso anno e potrebbe arrivare a 270 miliardi di dollari per tutto il 2010.
 
Secondo diversi esperti e la stessa Banca mondiale, lo yuan dovrebbe essere riapprezzato del 33% (v. 07/07/2009 Il G8, i titoli tossici e le tossicodipendenze di Usa e Cina).
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Hu Jintao incontra Obama: Iran, ma soprattutto yuan
12/04/2010
Nel tramonto del credito Usa la Cina vede il proprio tracollo
08/08/2011
Wei Jingsheng: “Lo yuan porterà alla Terza guerra mondiale”
16/11/2010
Wei Jingsheng: Rivalutare lo yuan. Alla fine l’alleanza fra Cina corrotta e occidente avido
05/10/2010
L'allarme di Wen Jiabao: Se tocchiamo lo yuan, rischiamo la rivolta sociale
23/09/2010