01 Ottobre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 30/07/2012, 00.00

    GRAN BRETAGNA – ASIA

    Londra 2012, la Cina è già in vetta al medagliere olimpico



    Dopo due giornate di gare, i Figli del Dragone hanno conquistato sei ori, quattro argenti e due bronzi, per un totale di 12 medaglie. Seguono Stati Uniti e Italia. La tiratrice Yi Siling si aggiudica la prima medaglia in palio alla 30ma edizione, vincendo la gara di carabina 10 metri ad aria compressa. Pechino continua a dominare nella specialità dei tuffi.

    Londra (AsiaNews) - Inizia oggi la terza giornata di gare della 30ma edizione dei Giochi olimpici, in scena dal 27 luglio al 12 agosto a Londra. In vetta al medagliere troviamo già la Cina, che ha finora collezionato sei ori, quattro argenti e due bronzi, per un totale di 12 medaglie. Al secondo posto gli Stati Uniti, con tre ori, cinque argenti e tre bronzi (11 medaglie in tutto) e, un po' a sorpresa, sul gradino più basso del podio la nazionale italiana con due ori, tre argenti e due bronzi (in tutto sette medaglie). Sotto il segno del Dragone, la Cina si conferma quindi il team più forte in assoluto come già avvenuto nelle precedenti Olimpiadi del 2008 a Pechino; nell'ultima rassegna, infatti, la "macchina da guerra" cinese ha saputo conquistare 51 ori, 21 argenti e 28 bronzi, per un totale di 100 medaglie.

    La Cina si è resa subito protagonista della manifestazione, conquistando il primo oro in assoluto della 30ma edizioni dei Giochi. Artefice del primato, la tiratrice Yi Siling (nella foto) che ha vinto la gara nella carabina 10 metri ad aria compressa, con un punteggio di 502,9. Un successo meritato, suggellato nella parte finale con uno score sempre al di sopra dei 10 punti. "La mia stabilità mi ha aiutato moltissimo" ha dichiarato l'atleta al termine della competizione. "Sono stata lontano dalla mia famiglia per oltre un anno - ha aggiunto - e ora mi manca moltissimo".

    Dopo aver conquistato sette degli otto ori in palio a Pechino 2008, la Cina si conferma nazione leader nella specialità dei tuffi anche a Londra. Ieri, infatti, il duo He Zi e Wu Minxia ha difeso il titolo nella specialità sincro dal trampolino di tre metri. Per Wu si tratta della terza vittoria olimpica, col primo titolo centrato nel 2004 ad Atene in coppia con Guo Jingjing.

    Fra le campionesse olimpiche cinesi vi è anche Guo Wenjun, tornata alle gare dopo aver dato alla luce - solo quattro mesi fa - il proprio figlio. La donna ha centrato il successo nella pistola 10 metri ad aria compressa femminile, come avvenuto già nel 2008 a Pechino. "Ero molto nervosa durante la finale" ha dichiarato raggiante dopo il bis olimpico, ma "mi sono detta di restare calma e ho cercato di pensare solo all'obiettivo".

    Fra le nazioni asiatiche, finora si sono aggiudicate una vittoria olimpica a Londra 2012 anche il Kazakistan, la Corea del Sud e la Corea del Nord; memori dell'errore commesso alla partita di calcio inaugurale dei giochi (cfr. AsiaNews 26/07/2012 Londra 2012, gaffe olimpica: gioca Pyongyang, ma la bandiera è sud-coreana), questa volta in occasione della premiazione gli organizzatori non hanno commesso errori sugli stendardi associati agli atleti dei due Paesi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/08/2012 GRAN BRETAGNA – ASIA
    Londra 2012, gli Stati Uniti superano la Cina e tornano in vetta al medagliere olimpico
    Cala il sipario sulla XXX edizione dei Giochi. Passaggio di consegne a Rio de Janeiro, per l’anno 2016. Dopo il trionfo di Pechino 2008, il Dragone torna sul secondo gradino del podio, ma i media patriottici denunciano “ingiustizie”. Fra gare e record, la vittoria della fede (Bolt e Farah) sul relativismo britannico.

    06/08/2012 GRAN BRETAGNA – ASIA
    Olimpiadi Londra 2012: il riscatto della fede, in un Paese che ha bandito i simboli religiosi
    In Gran Bretagna nei luoghi pubblici e sul lavoro è proibito mostrare segni che richiamano la fede professata. Esemplare la vicenda della hostess licenziata perché indossava una croce. Tuttavia, gli atleti impegnati nella rassegna non nascondono l’appartenenza religiosa. Prima e dopo le gare, segni di croce, prostrazioni e preghiere di ringraziamento.

    03/08/2012 GRAN BRETAGNA – CINA
    Londra 2012: per primeggiare nel medagliere, la Cina “rivendica” due ori kazaki
    Maiya Maneza e Zulfia Chinshanlo, di etnia Dungan, sono nate in territorio cinese ma dal 2007 gareggiano per il Kazakistan. Astana accusa Pechino di “scarsa sportività”. Per la Cina le vittorie sportive hanno un valore politico in chiave nazionalista. E sfrutta gli atleti, per lasciarli nella miseria come successo a Zhang Shangwu.

    02/08/2012 GRAN BRETAGNA – ASIA
    Londra 2012: non si scusa, ma annuncia il ritiro l’atleta cinese squalificata nel Badminton
    Pechino ha chiesto alle proprie giocatrici “scuse pubbliche” per la squalifica dal torneo olimpico. La Federazione ha cacciato otto giocatrici asiatiche per comportamento antisportivo. Yu Yang e Wang Xiaoli parlano di sogni “mandati in frantumi” e regole sbagliate. Gli internauti cinesi difendono le loro beniamine, che trovano alleati anche al britannico Guardian.

    01/08/2012 GRAN BRETAGNA – ASIA
    Londra 2012, otto asiatiche del Badminton sotto accusa per “scarso impegno”
    Le atlete fischiate dal pubblico e richiamate dall’arbitro, sono ora sotto indagine della Federazione. Esse provengono da Corea del Sud (due coppie), Cina e Indonesia. La 16enne cinese Ye Shiwen vince anche i 200 misti; ira dei blogger per le “vergognose” accuse di doping a suo carico. Lo statunitense Phelps nella leggenda, con la 19ma medaglia olimpica.



    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®