18/09/2007, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Lotta all’inquinamento: sanzioni di Pechino a due multinazionali

Controlli a sorpresa scoprono che due importanti ditte estere scaricano sostanze inquinanti. Pechino le multa e ne limita la produzione e promette “tolleranza zero” verso chiunque. Per la prima volta riscontrata una limitata diminuzione dell’inquinamento nell’aria e nell’acqua.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) – La Cina applicherà severe sanzioni alle ditte sia nazionali che estere che inquinano. Un controllo a sorpresa dell’Amministrazione statale per la protezione dell’ambiente (Sepa) ha infatti trovato che fabbriche delle compagnie estere Unilever China e Hitachi Construction Machinery Company scaricano sostanze chimiche inquinanti non consentite. “Sono state – ammonisce la Sepa - le due sole ditte estere scelte per ispezioni a sorpresa”.

La fabbrica dell’Unilever a Hefei (Anhui) – che produce per marchi come Dove, Lux, Kellog’s e Lipton – ha avuto multe per 150mila yuan e le è stato ordinato di ridurre la produzione per contenere la quantità degli scarichi. E’ stato disattivato il condotto ritenuto portatore delle acque nocive ed è stato installato un apparecchio per il controllo delle emissioni inquinanti.

Sanzionata anche la fabbrica dell’Hitachi sempre a Hefei.

La rapida industrializzazione ha avuto un alto costo ambientale, con oltre il 70% di fiumi e laghi inquinati e inadatti all’uso umano e aria inquinata nelle maggiori città. Ora Pechino cerca di ridurre le fonti inquinanti e Zhou Shengxian, direttore Sepa, dice che per 10 anni non saranno consentiti nuovi impianti che causino lo scarico nelle acque interne di metalli pesanti o altre sostanze inquinanti. Intanto nei primi sei mesi del 2007 l’emissione di biossido di zolfo nell’aria è diminuita dello 0,88% e la domanda di ossigeno chimico nell’acqua è aumentata dello 0,24% (a dimostrazione di una minor concentrazione di sostanze inquinanti). Risultati di valore minimo, anche considerato l’elevato aumento dell’inquinamento da decenni, ma salutati come una prima inversione di tendenza.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
In Cina l'inquinamento fa esplodere le proteste sociali
16/02/2006
Severe misure contro l'inquinamento dei laghi invasi da alghe
13/07/2007
Pechino nasconde i dati sull’inquinamento idrico per paura di “un panico totale”
10/09/2007
Le acque inquinate rendono pericolosi gli allevamenti cinesi di pesci e molluschi
20/12/2007
Pechino pubblica i nomi delle oltre 6mila aziende che inquinano
03/04/2007