24/09/2014, 00.00
FILIPPINE
Invia ad un amico

Manila, i bambini di strada scrivono a Papa Francesco: "Vieni a trovarci!"

Con l’aiuto del card Tagle, un gruppo di ex bambini abbandonati - oggi aiutati nella vita da una ong - ha inviato un migliaio di lettere a Francesco. L’obiettivo è ottenere un incontro durante il viaggio apostolico di gennaio. Un video mostra i ragazzi mentre scrivono le missive al Papa e raccontano il loro passato.

Manila (AsiaNews) - Con l'aiuto del card. Luis Antonio Tagle un gruppo di ex bambini di strada di Metro Manila ha scritto un migliaio di lettere, con le quali essi sperano di conquistare un'udienza con Papa Francesco, durante il viaggio apostolico nelle Filippine del prossimo anno. Un'iniziativa ambiziosa e senza precedenti, promossa a quattro mesi dall'arrivo del Pontefice argentino nel Paese asiatico, in programma dal 15 al 19 gennaio. L'arcivescovo della capitale ha voluto aderire al progetto, dedicando parte del proprio tempo con i giovani, oggi strappati alla strada e sotto la protezione della Fondazione Tulay ng Kabataan (Tnk Foundation). 

Secondo quanto riferisce l'arcidiocesi di Manila, il card Tagle (nella foto con alcuni bambini) consegnerà a Papa Francesco oltre un migliaio di lettere scritte dai ragazzi della Tnk, una ong la cui missione è salvare i minori di Metro Manila da una vita in strada fatta di vagabondaggio, droga, prostituzione, elemosine. La portavoce della fondazione Alexandra Chapeleau spiega che i bambini "hanno deciso di scrivergli", perché il Pontefice possa "far loro visita" e "stanno aspettando con impazienza e grande speranza una sua risposta". 

Il 21 settembre il card Tagle ha lasciato le Filippine ed è arrivato a Roma, dove il mese prossimo è in programma il Sinodo sulla Famiglia. Egli porterà al Papa il messaggio dei giovani, che ha già avuto una diffusione in rete e sui social network attraverso l'hashtag #EvenUs, rilanciato dall'ong francese Anak, "sorella" della filippina Tnk. 

"Vogliamo che il video realizzato dai bambini sia visto dal maggior numero possibile di persone e, soprattutto, dal Papa stesso" ha sottolineato Thierry d'Arcangues, social media manager di Anak. Egli ha inoltre esortato il pubblico ad aiutare i bambini a realizzare il sogno di un incontro col Pontefice, condividendo e rilanciando il video. Esso contiene fra gli altri le fasi di stesura dei messaggi dei bambini al Papa e passaggi in cui essi descrivono la vita vissuta in strada.

Nel corso del viaggio apostolico nelle Filippine, Francesco visiterà le aree colpite dal tifone Yolanda nel novembre dello scorso anno. Tuttavia, sono ancora in fase di studio tutti i momenti che caratterizzeranno le giornate filippine del Pontefice. Per questo, assieme al card Tagle alla volta di Roma sono partiti anche alcuni membri del comitato organizzatore, per definire le attività e il calendario. Nei giorni scorsi l'arcivescovo di Manila ha diffuso un post sul sito internet della Conferenza episcopale filippina (Cbcp), in cui sottolinea che la visita di Francesco sarà incentrata "sulla Misericordia e Compassione" e permetterà di sperimentare "la grazia" del messaggio cristiano. 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Manila, l'opera di un prete salesiano per salvare i bambini di strada
01/10/2008
Arcivescovo di Manila: per la Quaresima sconfiggiamo la fame dei bambini poveri
25/02/2009
Card Tagle: Il boom economico esclude il popolo filippino
02/04/2014
Bambini di strada a Bangkok: istruzione e lavoro per il loro riscatto
08/11/2012
‘Un balsamo’ il programma antidroga della Chiesa a Manila
25/10/2017 15:23