18/01/2007, 00.00
FILIPPINE
Invia ad un amico

Manila promette di sradicare il terrorismo con il sostegno Usa

Dopo l’uccisione di uno dei leader dell’organizzazione terroristica Abu Sayyaf, il presidente Arroyo si dice risoluta a “lavorare con gli alleati regionali e Washington per bloccare i movimenti degli estremisti”.
Manila (AsiaNews/Agenzie) – Sulla scia della recente uccisione di uno dei 5 più importanti capi dell’organizzazione terroristica Abu Sayyaf, il presidente delle Filippine oggi ha promesso di sradicare i militanti islamici “con il pugno di ferro” ed il sostegno Usa.
 
Ieri l’esercito filippino ha confermato che l’uomo ucciso nei combattimenti sull’isola di Jolo è Abu Sulaiman - tra i massimi dirigenti di Abu Sayyaf, gruppo legato ad al-Qaida - da tempo ricercato dalle autorità filippine e da quelle statunitensi per diversi attentati terroristici. Jainal Antel Sali jr, conosciuto come Abu Sulaiman, è stato colpito a morte il 16 gennaio in una intensa sparatoria con le forze dell’esercito in una zona montuosa dell'isola meridionale di Jolo. Lo ha annunciato il generale Hermogenes Esperon, confermando precedenti informazioni.
 
In una dichiarazione giunta in giornata il presidente Gloria Macapagal-Arroyo ha reso noto che il governo “è risoluto nel lavorare con i suoi alleati strategici nella regione e con gli Stati Uniti per stringere la rete, bloccare i movimenti del terrorismo, le loro finanze e i loro strumenti di morte vi amare e attraverso i confini”.
 
Truppe ed esperti militari statunitensi nel sud delle Filippine hanno fornito addestramento e fonti di intelligence per l’ultima offensiva durata 4 mesi. Washington aveva offerto una taglia di 5 milioni di dollari per la cattura o l’uccisione di Sulaiman. Questo era ricercato per il rapimento di 3 americani e di 17 filippini, avvenuto nel 2001 nel villaggio turistico Dos Palmas. Sulaiman avrebbe organizzato anche l'esplosione del traghetto che nel 2004 provocò la morte di 116 persone, nel secondo attacco terroristico più grave del sud-est asiatico.
 
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
I vescovi filippini: ‘Guerra a Marawi, mai più! Guerra a Marawi, non più!’
11/07/2017 12:43
Finisce il Ramadan, il Sud viene blindato: timore attentati
12/10/2007
Jolo, radicali islamici decapitano un ostaggio canadese
26/04/2016 07:41
Un missionario islamico ucciso e fatto a pezzi a Basilan
19/07/2007
Al-Azhar condanna Abu Sayyaf: sequestri e atti terroristi sono contro l'islam
01/03/2013