06/08/2014, 00.00
INDONESIA
Invia ad un amico

Medan: alla Giornata diocesana giovanile migliaia di cattolici uniti da “fede e fratellanza”

di Mathias Hariyadi
L’evento si è tenuto dal 26 al 29 luglio nella diocesi di North Sumatra; cuore dell’iniziativa la parrocchia di San Michele a Panguruan. Presenti ragazzi e ragazze provenienti da 49 parrocchie dell’arcidiocesi, con l’obiettivo di rafforzare la “comunione”. Assieme a momenti di preghiera, seminari sulla politica e iniziative in tema di tutela dell’ambiente.

Jakarta (AsiaNews) - Una celebrazione di "fede e fratellanza", che ha saputo riunire migliaia di giovani cattolici indonesiani all'insegna della preghiera, dell'incontro e della condivisione di un'esperienza comune. È questo lo spirito che ha animato la recente Giornata diocesana giovanile 2014 organizzata dall'arcidiocesi di Medan, nella provincia di North Sumatra; all'evento in programma dal 26 al 29 luglio hanno aderito dozzine di sacerdoti e animatori. Per la giornata inaugurale sono intervenuti almeno duemila fedeli, provenienti dalle comunità cattoliche della zona. Cuore dell'evento la parrocchia di San Michele a Panguruan, che ha ospitato le principali funzioni religiose. 

Promotore e primo sostenitore della giornata giovanile locale - cui hanno partecipato a vario titolo anche autorità e vertici dell'amministrazione locale - l'arcivescovo mons. Anicetus B. Sinaga; presenti pure il sindaco di Samosir Ir. Mangondar Simbolon e p. Johannes Dwi Harsanto, segretario esecutivo della Commissione giovanile della Conferenza episcopale indonesiana (Kwi). 

Partendo dal tema "Comunione fra i cattolici indonesiani, in un contesto di fede e di pluralismo culturale", la festa ha richiamato giovani provenienti da 49 parrocchie dell'arcidiocesi. P. Salestinus Manalu, presidente del comitato giovanile dell'arcidiocesi, l'obiettivo era quello di "rafforzare" il senso di unione e comunione fra ragazzi e ragazze. 

Nel contesto della solenne funzione eucaristica il vescovo ha esortato i giovani fedeli ad andare in profondità e scoprire le ragioni della fede, con l'obiettivo di diventare sempre più "100% cattolici e 100% indonesiani". Un invito che riprende il celebre motto dell'ex arcivescovo di Semarang mons. Albertus Soegijapranata, secondo cui era fondamentale essere sia buoni fedeli che onesti cittadini (Pro ecclesia e pro patria, ndr).  

Molti gli interventi e le iniziative in programma nella tre giorni, fra cui seminari sul dialogo interreligioso, la politica e il pluralismo, assieme a momenti di preghiera secondo il modello di Taizé. I giovani hanno inoltre svolto attività di salvaguardia dell'ambiente, come l'impianto di alcune specie di pesci nel lago Toba e la semina di alcune tipologie di piante.  La prossima edizione della Giornata diocesana giovanile di Medan si terrà nel 2018 nella provincia di Aceh, dove è più forte ed estrema la visione dell'islam fra gli abitanti ed è stata teatro - anche nel recente passato - di episodi di violenze a sfondo confessionale. 

In Indonesia, nazione musulmana più popolosa al mondo, i cattolici sono una piccola minoranza composta da circa sette milioni di persone, pari al 3% circa della popolazione totale. Nella sola arcidiocesi di Jakarta, i fedeli raggiungono il 3,6% della popolazione. Essi sono una parte attiva nella società e contribuiscono allo sviluppo della nazione o all'opera di aiuti durante le emergenze, come avvenuto per in occasione della devastante alluvione del gennaio 2013. 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Thailandia: giovani in partenza per la Giornata della Gioventù asiatica, tra loro anche un buddista
24/07/2006
Card. Zen: "Pechino ha proibito ai giovani cattolici cinesi di unirsi a noi"
31/07/2006
Card. Zen, segnata dall'ospitalità l'apertura della Giornata della gioventù asiatica
28/07/2006
Giovani cattolici indiani "impazienti" di partecipare alla AYD
28/07/2006
Dalle Filippine 70 giovani ad Hong Kong per la Giornata della gioventù asiatica
08/07/2006