19 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/09/2004, 00.00

    PAKISTAN

    Migliaia di fedeli raccolti a Mariamabad per il 55° pellegrinaggio mariano nazionale

    Qaiser Felix

    Nella folla anche musulmani che chiedono la grazia di un figlio o la guarigione.

    Mariamabad (AsiaNews) -  Una folla di gente di ogni età, classe sociale e credo, ha affollato il villaggio di Mariamabad [la città di Maria, a 80 km da Lahore, ndr] in occasione del 55° pellegrinaggio nazionale, dal 3 al 5 settembre scorsi.

    L'apertura ufficiale si è tenuta nel pomeriggio di venerdì, ma già dalla mattina presto migliaia di fedeli erano in coda per entrare nel santuario. "La gente si dispone in due file, una per gli uomini e una per le donne. Le code sono lunghe più di 150 metri. I pellegrini portano doni tradizionali: corone, ghirlande di fiori, collane di perle e dupata (stoffa con cui ci si copre il capo). Le due file non diminuiscono mai durante i 3 giorni del pellegrinaggio", ha detto ad AsiaNews p. Joseph, segretario del pellegrinaggio mariano. "Abbiamo aspettato 6 ore, ma volevamo assolutamente un contatto diretto con Maria all'interno del santuario", ha raccontato un pellegrino. "Faccio questo pellegrinaggio da 3 anni con i miei amici cristiani. Credo in Maria. Ultimamente non vado bene a scuola ma ho chiesto alla Madonna di aiutarmi e sono riuscito a passare un esame difficile. Continuerò a tornare", ha raccontato un giovane musulmano di 18 anni. "Io e mia moglie non riuscivamo ad avere figli. Ho pregato Maria e dopo 7 anni di matrimonio è arrivato mio figlio. Ora sono malato di epatite. Camminare e stare in piedi è diventato molto faticoso per me, ma continua a rimanere in fila per arrivare al santuario. Sono sicuro che Maria mi aiuterà", ha raccontato Younas Masih, 38 anni. "Una famiglia musulmana della mia zona mi ha dato del denaro da portare in dono a Maria", ha aggiunto.

    P. Joseph, ha dichiarato che l'anno scorso sono arrivate 700mila persone e che ogni anno si registrano 50-75mila presenze in più. Chi ha parenti a Mariamabad si ferma più a lungo. Ogni famiglia ospita di solito dalle 30 alle 50 persone durante i 3 giorni. Intere famiglie si accampano con delle tende nei giardini intorno al santuario. I più ricchi si fermano per poco perché nel villaggio non ci sono buoni ristoranti o alberghi di lusso.

    Mons. Lawrence John Saldanha, arcivescovo di Lahore, ha presieduto all'inaugurazione ufficiale. Una processione partita dal santuario ha percorso le vie del villaggio per poi ritornare in chiesa.

    L'arcivescovo ha benedetto i pellegrini, l'acqua del santuario e la chiesa. Una bambina ha poi incoronato ufficialmente la statua della Madonna. La St. Mary Academy di Marimabad  e suor Patricia Gill hanno organizzato la cerimonia. La sera p. Henry Paul, di Sialkot, ha celebrato con altri sacerdoti una messa. I pellegrini hanno partecipato alla funzione con molta devozione. Dopo la celebrazione, tutti i pellegrini si sono uniti in canti religiosi in onore di Maria.

    Il tema di questo 55° pellegrinaggio – "Maria e la famiglia cristiana" – si è ispirato all' assemblea dei vescovi asiatici appena conclusa, dedicata appunto alla famiglia. Padre Naveed Akhter, sacerdote domenicano di Bhawalpur, in un messaggio speciale inviato in occasione del pellegrinaggio ha detto: "Maria è una speranza per tutti e la sacra famiglia un modello per i cristiani. L'amore della Madonna e l'obbedienza di Giuseppe a Dio, sono importanti punti di riferimento". Ha poi sottolineato l'importanza della preghiera all'interno del nucleo famigliare: "una famiglia che prega insieme rimane unita". P. Naveed ha riflettuto, infine, sul valore dell'amore nella coppia, "il matrimonio non è solo un contatto fisico, ma una relazione sacra".

    In occasione del pellegrinaggio mons. Saldanha, ha  presentato un'edizione di audiocassette e cd in lingua locale con registrazioni di canti dedicati a Maria. La raccolta si intitola "Man De Dwara" (alla porta di Maria) ed è prodotta dalla Wave Studios, casa discografica che finanzia musica religiosa e diretta dalla conferenza episcopale del Pakistan.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/09/2004 pakistan
    A piedi o in bicicletta verso la Lourdes del Pakistan (scheda)


    08/09/2004 pakistan
    Mons. Saldanha a Mariamabad: "No agli attentati contro la vita e la famiglia"
    Politico cristiano locale fa costruire una strada per il santuario mariano

    15/09/2004 india
    Nostra Signora del Riscatto centro nazionale di pelleginaggi in Kerala


    15/08/2004 papa - lourdes
    Lourdes: il papa sfinito, Ferragosto e le Olimpiadi


    14/08/2004 PAPA - LOURDES
    Papa: la sofferenza non è inutile; è un'offerta per il mondo
    Il bilancio della prima giornata del Papa, fra fatiche, preghiere e preoccupazione per il mondo



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®