28 Giugno 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 06/06/2008, 00.00

    SRI LANKA

    Mina contro un bus a Colombo, 21 morti



    Ennesimo attacco ad un mezzo pubblico nella capitale; le vittime sono tutte civili, la maggior parte donne. L’esercito indica nei ribelli delle Tigri tamil i responsabili della strage.
    Colombo (AsiaNew/Agenzie) – Sono almeno 21 le persone morte e 47 quelle ferite stamattina nell’esplosione di un autobus a sud della capitale dello Sri Lanka.
    Secondo il portavoce dell’esercito, Udaya Nananyakkara, una mina è stata innescata a distanza al passaggio di un bus gremito di pendolari. Le vittime, la maggior parte donne, erano tutti passeggeri del 255, che viaggiava da Kottawa a Mount Lavinia, a pochi kilometri a sud di Colombo.
     
    L'esercito ha chiuso tutte le strade della zona e punta il dito sui ribelli dell'Esercito di liberazione delle Tigri Tamil (Ltte) che combattono da decenni per l'indipendenza del nord e dell’ est dell'isola. Dall'inizio del conflitto nello Sri Lanka, nel 1983, sono morte nel Paese tra le 60 e le 70mila persone.
     
    Quello di oggi è l’ultimo attentato di una lunga serie che in queste settimane ha avuto come obiettivi i mezzi pubblici e civili. Le Ltte sono ritenute responsabili anche della bomba che il 26 maggio alla stazione Dehiwela, periferia della capitale, che ha ucciso 9 persone.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/05/2007 SRI LANKA
    Bomba contro bus militare a Colombo: due morti
    Ancora non è accertata la natura dell’attentato nella capitale: la polizia sta chiarendo se si tratti di un kamikaze tamil o di un ordigno radiocomandato. All’alba i ribelli delle Tigri hanno attaccato una base navale nel nord, sequestrando anche armi e munizioni.

    12/07/2007 SRI LANKA
    Le Tigri confermano la perdita dell’ultima roccaforte nell’est
    Ieri l’esercito governativo ha conquistato Thoppigala, in mano ai ribelli da 13 anni. Portavoce delle Ltte annuncia: ora nell’est passeremo a “tattiche di guerriglia”. Colombo si complimenta con i soldati e promette di riprendersi il nord del Paese.

    11/12/2006 SRI LANKA
    Circa 3300 civili in fuga dagli scontri nel nord-est
    La denuncia della Croce Rossa dopo due giorni di intensi combattimenti tra ribelli ed esercito: morte 110 persone, tra cui decine di civili.

    08/11/2007 SRI LANKA
    Gravi scontri al nord, il governo annuncia budget record per la Difesa
    Confermata la morte di 60 ribelli e 11 soldati negli scontri di ieri nella penisola di Jaffna. Per le Tigri sono 20 i militari uccisi. Il presidente Rajapakse programma un aumento record dei fondi alla Difesa, che per il 2008 dovrebbe disporre di 1,5 miliardi di dollari.

    29/05/2007 SRI LANKA
    Seconda bomba a Colombo: la gente, frustrata, vuole verità e pace
    L’attentato di ieri alle porte della capitale fa almeno 8 morti per lo più civili. Il governo accusa i ribelli tamil, che negano. La popolazione è stanca di dichiarazioni di propaganda dalle due parti e si domanda “chi è il responsabile della morte continua di innocenti”. Appello alle autorità: “Tornare al tavolo dei colloqui di pace”.



    In evidenza

    VATICANO-CINA
    ‘Grave preoccupazione’ della Santa Sede per mons. Shao Zhumin, sequestrato dalla polizia da oltre un mese

    Bernardo Cervellera

    Il vescovo di Wenzhou (Zhejiang) sarebbe sottoposto a lavaggio di cervello per farlo aderire all’Associazione patriottica. Mons. Shao appartiene alla comunità sotterranea. È la prima volta in tre anni - da quando sono ripresi di dialoghi Cina-Santa Sede - che la Sala Stampa si esprime su un vescovo arrestato. Il dolore dei fedeli per il troppo silenzio. Per mons. Shao aveva parlato anche l’ambasciatore tedesco a Pechino, Michael Clauss. L’invito a pregare per mons. Shao e per “il cammino della Chiesa in Cina”.


    VATICANO
    Papa: le Chiese d’Oriente, vivaci malgrado persecuzioni e terrorismo



    Ricevendo i partecipanti all’assemblea della “Riunione delle Opere per l’Aiuto alle Chiese Orientali” Francesco raccomanda la formazione del clero. “Non dimentichiamo che in Oriente anche ai giorni nostri, i cristiani – non importa se cattolici, ortodossi o protestanti – versano il loro sangue come sigillo della loro testimonianza”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®