25/07/2005, 00.00
israele - vaticano

Ministro israeliano degli esteri attacca il papa Benedetto XVI in modo "violento e volgare"

di Arieh Cohen

Gerusalemme (AsiaNews) - Il Ministro isareliano degli esteri ha inviato delle istruzioni ai giornali dello stato d'Israele per lanciare un attacco crudo e violento contro la persona del papa Benedetto XVI. Nelle sue istruzioni - senza precedenti - indirizzate agli uffici editoriali con data "Lunedì 25 luglio" il ministero degli esteri accusa il Santo padre di aver escluso Israele dalla lista delle nazioni affette da terrorismo, citate ieri nell'Angelus del 24 luglio. Secondo il Ministero l'esclusione è deliberata e immorale e tenderebbe a legittimare attacchi contro gli ebrei.

Le istruzioni, scritte in modo aspro e violento, sono violente anche nella formulazione: secondo epserti ebrei di linguaggio esse sono scritte con molti errori di grammatica e di sintassi.

Un simile gratuito, violento, volgare attacco a un pontefice vivente - affermano osservatori  - è senza precedenti nei 57 anni di storia dello stato d'Israele.

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
La Santa Sede risponde alle accuse pretestuose di Israele
26/07/2005
Vergognose le dichiarazioni di Weisel sul Papa
17/11/2003
Attacco di Israele contro il papa: un polverone per abbandonare i dialoghi con la Santa Sede
26/07/2005
Il Papa: cristiani ed ebrei rafforzino la loro amicizia
27/10/2005
Papa: Cattolici ed ebrei “fratelli e sorelle”, con “un legame unico e peculiare”
17/01/2016 18:40