14 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 12/04/2017, 08.58

    COREA DEL SUD

    Moon, candidato cattolico alla presidenza: Protagonisti del dialogo con Kim Jong-un, non spettatori



    Dialoghi diretti con Kim Jong-un e revisione dello spiegamento del sistema antimissilistico Thaad. Intanto gli Usa inviano la portaerei Carl Vinson nel mar del Giappone per una prova di forza. Xi Jinping: Usiamo mezzi pacifici.

    Seoul (AsiaNews) – Il candidato alle elezioni presidenziali di maggio, Moon Jae-in, ha dichiarato che i sudcoreani non devono essere spettatori, ma protagonisti del dialogo con quelli del Nord e che egli sarebbe pronto ad un dialogo diretto con il dittatore Kim Jong-un.

    Moon, cattolico, con ottime possibilità di vittoria, ha rilasciato le sue dichiarazioni in un’intervista al “Korea Herald” due giorni fa, proprio mentre gli Stati Uniti, dopo diverse minacce da parte di Pyongyang, sta inviando nel mar del Giappone la portaerei Carl Vinson, con circa 6mila uomini armati per una dimostrazione di forza. “Penso che dovremmo prendere noi la guida – ha detto Moon -. Al momento noi siamo solo spettatori che sperano che i dialoghi fra Cina e Stati Uniti riescano bene”.

    Egli ha espresso dispiacere che il dialogo in Florida fra i presidenti Donald Trump e Xi Jinping non siano giunti ad alcun accordo sulla Nordcorea. Nelle scorse settimane l’amministrazione Usa ha dichiarato di voler considerare ogni opzione, anche quella militare per costringere Kim Jong-un ad abbandonare il suo programma nucleare e missilistico.

    Ieri Trump ha postato un nuovo tweet minaccioso: “La Corea del Nord – dice – cerca guai. Se la Cina decide di aiutare, sarebbe bello. Sennò, risolveremo il problema senza di loro!”.

    In una conversazione telefonica con Trump, riportata oggi dalla tivu cinese, Xi ha sottolineato che la Cina vuole denuclearizzare la penisola coreana “per la ferma salvaguardia della pace e della stabilità, e suggerisce mezzi pacifici per risolvere i problemi”.

    Moon ha detto che se vittorioso, rivedrà la decisione di permettere agli Usa lo spiegamento del sistema antimissile Thaad, inviso alla Cina e alla Chiesa della Corea del Sud. Ogni unità del Thaad costa sugli 800mila dollari Usa.

    Il candidato ha anche promesso di impegnarsi a creare almeno 500mila posti di lavoro e di voler aumentare la spesa pubblica per l’educazione, il welfare e la cura dell’ambiente.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/05/2017 08:13:00 COREA
    Moon Jae-in è il 19mo presidente della Corea del Sud

    Il candidato democratico ha vinto con il 41,1% dei voti. Promette la fine dello stile “imperiale” della presidenza. Le sfide della disoccupazione e della crescita economica. Una politica di distensione con la Corea del Nord. Gli auguri dagli Stati Uniti, dal Giappone, dalla Cina.



    31/05/2017 10:17:00 COREA DEL SUD
    I vertici militari hanno mentito al presidente Moon Jae-in sul Thaad

    Quattro componenti del sistema anti-missilistico sono state consegnate senza che il presidente ne sapesse niente. Il ministro della difesa ha ammesso la presenza dei lanciamissili e dei sistemi radar solo in seguito ad un'indagine interna. I nuovi armamenti sono custoditi in una base militare Usa in attesa di essere allestiti. Non prima però che il parlamento sudcoreano dia la propria autorizzazione. Sulla vicenda pesa l’irritazione della Cina che si sente minacciata nella sua sicurezza nazionale e annuncia ritorsioni



    02/05/2017 08:58:00 COREA - USA
    Il Thaad è operativo. Alla prova i rapporti tra Washington e Seoul

    La Corea del Sud si avvicina alle elezioni presidenziali il prossimo 9 maggio. Il favorito Moon Jae-in afferma che spetta a Seoul la parola definitiva sul sistema anti-missilistico. Il candidato promuove il dialogo con la Corea del Nord e critica il governo conservatore per la sua posizione aggressiva. Chung Eui-yong: “Dobbiamo scegliere ciò che è meglio per i nostri interessi nazionali”. Continuano le manovre militari congiunte tra Washington e Seoul. Trump: “Sarei onorato di incontrare Kim”.



    08/06/2017 08:37:00 COREA
    Pyongyang lancia nuovi missili. Moon frena lo sviluppo del Thaad

    I missili lanciati oggi non sono sottoposti al divieto Onu. Essi potrebbero colpire delle “grandi navi”. Bloccato ogni ulteriore spiegamento del sistema anti-missilistico Usa per motivi ecologici. Manifestazioni anti-Thaad a Seongju. Seoul è disposto a continuare i rapporti intercoreani con le ong e le organizzazioni caritative e religiose, ma Pyongyang le rifiuta.



    07/09/2017 08:57:00 CINA-USA-COREA
    Xi Jinping e Trump condannano insieme il test nucleare di Pyongyang

    Il test nucleare è “un’azione provocatoria e destabilizzante”, “pericolosa per il mondo” e che non fa gli interessi di Pyongyang. Ambasciatore del Nord all’Onu: Il test è “un pacco-regalo agli Usa”. Istallate altre quattro rampe del sistema antimissilistico Thaad, inviso a Pechino e Mosca.





    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®