15/06/2005, 00.00
RUSSIA - VATICANO
Invia ad un amico

Mosca, Alessio II “ottimista” sul dialogo con i cattolici

Mosca (AsiaNews/Agenzie) - Alessio II, patriarca ortodosso russo, si è definito oggi “ottimista” sulle prospettive di dialogo con il Vaticano. L’apertura alla possibilità di un dialogo è giunta dopo le dichiarazioni di Benedetto XVI, che ha parlato della necessaria unità dei cristiani e in modo particolare dell’importanza di compiere “passi concreti” nell’ottica di un miglioramento dei rapporti tra le Chiese.

Il patriarca ha parlato dei rapporti con il Vaticano durante una lunga intervista pubblicata oggi dal quotidiano russo “Russkaja Gazeta”.

Il capo della Chiesa ortodossa russa è sempre stato molto critico nei confronti del cosiddetto “proselitismo” portato avanti dalla Chiesa cattolica nei Paesi dello spazio post-sovietico, motivo che aveva impedito a papa Giovanni Paolo II di compiere il desiderato viaggio a Mosca.

Nel corso dell’intervista Alessio II ha auspicato che “il Vaticano passi dalle parole ai fatti e intraprenda quei passi necessari per superare i problemi esistenti e favorire il positivo sviluppo del dialogo e della cooperazione”. “I cristiani - ha concluso il patriarca - hanno bisogno di cooperare nel complicato mondo moderno che alcuni cercano di allontanare da Dio”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Icona di Kazan: "Il Patriarca deve essere il primo a vederla"
25/08/2004
La Madonna di Kazan, oggetto di storia e di fede del popolo russo (Scheda)
17/08/2004
Ministro degli esteri russo in Vaticano invita a Mosca mons. Lajolo
07/06/2005
Ortodossi: "Dopo l'icona, speriamo in altri incontri a Mosca e Roma"
01/09/2004
Alessio II: "Ortodossi e cattolici insieme contro la secolarizzazione"
29/08/2004