18 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 16/02/2010, 00.00

    IRAQ

    Mosul: ucciso uno studente cristiano, la comunità denuncia un “massacro politicizzato”



    Ancora un’esecuzione mirata contro un cristiano della città. Il giovane è stato freddato a colpi di pistola mentre si recava in università. Ferito un amico che si trovava sul luogo dell’agguato. I fedeli parlano di “progetto politico ben organizzato” per costringerli a fuggire verso la piana di Ninive.
    Mosul (AsiaNews) – Ancora sangue cristiano versato a Mosul, nel nord dell’Iraq. Questa mattina un commando armato ha ucciso un giovane universitario e ha ferito un amico, che si trovava sul luogo dell’agguato. L’ennesimo attacco mirato contro la comunità è solo l’ultimo episodio di una lunga striscia di sangue, a breve distanza dal doppio omicidio di due commercianti e il rapimento di un uomo, avvenuto il 13 febbraio scorso.
     
    La vittima è Zayia Thomas, studente della facoltà di ingegneria dell’università di Mosul. Il giovane è stato freddato a colpi di pistola nel quartiere di Al Tahrir. Nell’agguato è rimasto ferito anche Ramsen Shamyael, della facoltà di farmacia, che in compagnia dell’amico si stava recando in università.
     
    Fonti cristiane di AsiaNews a Mosul parlano di “atmosfera di panico che regna fra i cristiani”, molti dei quali “hanno chiuso i loro negozi e non escono più di casa”. La gente è barricata dentro le mura della propria abitazione e teme il ripetersi di simili attacchi. “Molte altre persone – continua la fonte, in condizioni di anonimato per motivi di sicurezza – lasciano la città verso i villaggi della piana di Ninive”.
     
    “Prima delle elezioni – aggiunge un fedele di Mosul – vogliono svuotare la città dai cristiani”. La comunità, che si sente sempre più sola e abbandonata, denuncia il silenzio del governo locale e dell’esecutivo centrale, a Baghdad. “È un massacro politicizzato e ben organizzato” aggiunge la fonte di AsiaNews, che sembra confermare quanto detto in precedenza da una personalità politica cristiana di alto profilo a Erbil, nel Kurdistan irakeno. “Anche gli attacchi a Baghdad del recente passato – ha commentato il leader politico – sono legati al progetto di una zona dove confinare la comunità cristiana”.(DS)
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    17/02/2010 IRAQ
    Mosul: ucciso uno studente di 20 anni, continua il “Venerdì Santo” dei cristiani
    Il cadavere crivellato di colpi di Wissam Georges rivenuto nel quartiere di Wadi Al-ayn. Il giovane era scomparso nelle prime ore della mattinata, mentre si recava a scuola. È il quarto omicidio mirato in soli tre giorni. Cristiani a Mosul: “la città si è abituata a questa tragedia”.

    16/02/2010 IRAQ
    Mosul, violenze anticristiane: due omicidi e un sequestro in 24 ore
    La comunità cristiana ancora nel mirino delle bande armate, mentre il governo non fa nulla per fermare gli attacchi. In due raid uccisi due commercianti, un terzo uomo è rimasto ferito. Per il cristiano rapito chiesta “una forte somma di denaro”. Leader cristiano a Erbil: legami politici fra la cacciata dei cristiani dall’Iraq e le recenti stragi a Baghdad.

    18/12/2009 IRAQ
    Ancora un omicidio mirato contro la comunità cristiana di Mosul
    Una banda armata ha ucciso un giovane di 30 anni mentre rientrava a casa. Uno degli assalitori è sceso dalla vettura per accertarsi della morte. Nella provincia di Babilonia chiude l’ultimo negozio di alcolici, arrestato il proprietario. In Iraq è in atto una deriva fondamentalista per “islamizzare” il Paese.

    16/12/2009 IRAQ
    Mons. Sako: a Mosul è in atto una “pulizia etnica” contro i cristiani
    L’arcivescovo di Kirkuk conferma il rafforzamento delle misure di sicurezza per Natale, nel timore di nuovi attacchi. Ieri doppio attentato a Mosul, colpite due chiese della città. Il bilancio è di una neonata morta e 40 feriti. Fonte di AsiaNews in città: la comunità cristiana è “destinata a morire”.

    07/09/2009 IRAQ
    Mosul: ancora omicidi e sequestri di cristiani, per costringerli nella piana di Ninive
    Ucciso un commerciante di 60 anni, per la cui liberazione i rapitori avevano chiesto una somma molto alta di denaro. Rapito un altro fedele a Mosul; resta avvolta nel mistero la sorte del medico rapito a Kirkuk, Fonti di AsiaNews: violenze nascondo un progetto politico, far fuggire i cristiani dalla città e spingerli nella piana di Ninive.



    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®