21 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 16/06/2017, 09.03

    INDIA

    Mumbai, chiusa la scuola del predicatore islamico ‘ispiratore’ della strage di Dhaka



    L’istituto si trova nel quartiere centrale di Mazgaon e ospita 135 alunni. Zakir Naik è il fondatore dell’Islamic Research Foundation, messa al bando per cinque anni. Egli è uno degli esponenti più noti delle posizioni radicali dell’islam salafita.

    Mumbai (AsiaNews) – Il Ministero per l’educazione scolastica del Maharashtra ha chiuso a Mumbai la scuola di Zakir Naik, il predicatore islamico che ha ispirato la strage di Dhaka con i suoi sermoni televisivi. La scuola sarebbe priva delle autorizzazioni e opererebbe senza l’approvazione statale. Ma in molti ritengono che la chiusura dell’istituto sia dovuta alle accuse che pendono sulla testa di Naik, indagato per terrorismo e riciclaggio di denaro.

    B B Chavan, ispettore per l’educazione di South Mumbai, ha dichiarato che i sigilli sono stati imposti secondo il Right to Education Act 2009. La norma prevede che nessun istituto scolastico possa essere aperto senza l’approvazione del governo o dell’autorità di pianificazione locale.

    L’istituto si trova nel quartiere centrale di Mazgaon e ospita 135 alunni. Esso rientra nel circuito dell’Islamic Research Foundation (Irf), la Ong islamica con sede a Mumbai (di proprietà del predicatore) sulla quale si sono concentrate le indagini degli investigatori all’indomani dell’attentato nella capitale del Bangladesh, costato la vita a 20 persone, in maggioranza stranieri. Gli inquirenti hanno evidenziato un collegamento diretto tra i discorsi di Naik e Rohan Imtiaz, uno dei terroristi di Dhaka.

    Il “tele-evangelista” è uno degli esponenti più noti delle posizioni radicali dell’islam salafita. Dopo l’attentato nel bar del quartiere Gulshan, i governi di Bangladesh e Pakistan hanno oscurato il canale televisivo Peace Tv, di sua proprietà, che trasmette le sue prediche inneggianti all’odio religioso. Egli è stato bandito da Canada, Regno Unito e Malaysia. In seguito anche il governo dell’Unione indiana ha messo al bando per cinque anni la Islamic Research Foundation, dopo che sono state presentate prove audiovisive che dimostrano che il predicatore inneggiava al jihad e invitava tutti i musulmani a diventare terroristi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/11/2017 12:18:00 MALAYSIA
    Kuala Lumpur dà il permesso di soggiorno a Zakir Naik, l’ispiratore della strage di Dhaka

    Le autorità indiane aprono un processo contro il predicatore islamico. Secondo gli inquirenti bengalesi esiste un legame diretto tra i sermoni televisivi di Naik e uno degli attentatori dell’Holey Artisan Bakery Cafè. Attivisti chiedono l’estradizione del “tele-evangelista”.



    22/07/2016 08:59:00 INDIA
    Reclutava terroristi in Kerala ed era alle dipendenze del predicatore che ha ispirato la strage di Dhaka

    Arshid Qureshi è il manager delle relazioni con il pubblico della Islamic Research Foundation. E' accusato di aver convertito all’islam 15 giovani del Kerala, scomparsi da casa per combattere con lo Stato islamico. Si stringe il cerchio attorno al predicatore salafita Zakir Naik, dopo il bando delle sue trasmissioni televisive in Bangladesh.



    18/07/2016 12:52:00 PAKISTAN
    Chiesa pakistana: Al bando la televisione del predicatore che ha ispirato i terroristi di Dhaka

    Zakir Naik è il fondatore di Peace TV. Egli è un esponente dell’islam salafita e tra i predicatori televisivi più conosciuti. In Pakistan le trasmissioni vanno in onda dal 2009. Gli investigatori della strage di Dhaka hanno ricostruito un legame diretto tra i suoi sermoni e un attentatore.



    11/07/2016 11:45:00 BANGLADESH
    Lotta al terrorismo islamico in Bangladesh: sotto controllo i sermoni nelle moschee

    La decisione di Dhaka tenta di frenare i “discorsi dell’odio” diffusi da predicatori radicali. Uno di loro, Zakir Naik, ha avuto un’influenza diretta sugli attentatori di Dhaka. Le autorità hanno deciso di oscurare il suo canale televisivo. Nel Paese esistono circa 600mila moschee. La Fondazione islamica distribuirà i testi per la preghiera del venerdì.



    18/11/2016 12:16:00 INDIA - BANGLADESH
    Al bando l’Ong del predicatore islamico che ha ispirato la strage di Dhaka

    Zakir Naik è esponente delle posizioni più radicali del salafismo. La sua Islamic Research Foundation diffonde sermoni attraverso una televisione privata. Le autorità di Dhaka e Islamabad hanno già oscurato il canale. Il predicatore esalta Osama bin Laden e inneggia al terrorismo. Reazioni contrastanti della comunità islamica.





    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®