05/06/2019, 13.20
FILIPPINE
Invia ad un amico

Musulmana laureata all’università cattolica: il suo messaggio di pace è virale

La ragazza ha frequentato l’antica e prestigiosa Università di Santo Tomas. Nei suoi cinque anni di permanenza, non ha mai percepito o sperimentato discriminazione. Sui social afferma: “Ho imparato a guardare le nostre somiglianze e non le differenze. È ciò di cui ha bisogno questo mondo”.

Manila (AsiaNews) – Su internet è virale la testimonianza di una giovane musulmana che, terminato il suo corso di laurea in un'università cattolica, incoraggia i filippini a “guardare le somiglianze, piuttosto che le differenze”. Jomana Lomangco (foto), 21 anni, ieri ha condiviso sui social media la storia del suo percorso universitario.

Due giorni fa, la ragazza si è laureata con lode in Scienze della Contabilità presso l’antica e prestigiosa Università di Santo Tomas (Ust). In un post pubblicato dopo la cerimonia di consegna dei diplomi, dichiara che nei suoi cinque anni di studio nel campus cristiano non ha “mai percepito o sperimentato discriminazione”; in nessuna occasione è stata “trattata con meno rispetto dagli altri, solo perché musulmana”.

Jomana non si è lasciata turbare da chi ha criticato la scelta di iscriversi ad un ateneo cattolico pur essendo di religione islamica. “Non mi importava cosa dicessero gli altri – afferma –. Avevo scoperto che l’Ust era una delle migliori scuole di contabilità nelle Filippine e non c'era motivo per lasciar perdere”.

“Durante il mio percorso di studi, nessuno mi ha lasciato indietro per via della mia fede. Ho imparato molte cose ma questo lo ricorderò per tutta la vita”, aggiunge. “Appartenere ad una certa fede, che sia cristianesimo o islam, significa essere UMANO. Ed essere umani significa rispettarsi ed accettarsi a vicenda, nonostante le differenze nelle nostre convinzioni”.

“Come musulmana che ha frequentato alcuni corsi di teologia – dichiara la giovane –, ho imparato a guardare le nostre somiglianze piuttosto che le nostre differenze. E penso che sia esattamente ciò di cui ha bisogno questo mondo”. Jomana conclude il suo messaggio esprimendo gratitudine alla sua università, per averle fatto provare senso di appartenenza: “Maraming salamat [grazie mille], Ust! Grazie per avermi fatto sentire che ti appartengo. Alhamdulillah [siano rese grazie a Dio] per tutto!”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ramadan a Mindanao. Silsilah: Occasione per riflettere e collaborare
08/05/2019 15:19
L’amore e la solidarietà cristiana verso gli altri affascinano molti buddisti
02/07/2007
P. Daniele Mazza, primo missionario laureato in buddhismo e testimone del ‘Dialogo dell’amicizia’ (Foto)
23/05/2017 15:42
Da Lat, al via il secondo anno accademico dell’Istituto cattolico
12/09/2017 12:22
Una laurea per “nonna Hai”, che combatte per i poveri
10/03/2010