14/12/2004, 00.00
malaysia
Invia ad un amico

Natale in Malaysia: nessun riferimento a Gesù

Kuala Lumpur (AsiaNews/Agenzie) – Il governo malaysiano ha obbligato a togliere ogni riferimento a Gesù Cristo in occasione di una celebrazione pubblica del Natale, che si terrà il 25 dicembre alla presenza del re Syed Sirajuddin e del premier Abdullah Badawi. Il motivo di tale restrizione è "proteggere la sensibilità dei musulmani": per questo non verrà ammessa nessuna frase della Bibbia o la rappresentazione della Natività. Un sacerdote di Kuala Lumpur ha definito la notizia "oltraggiosa, scandalosa e sacrilega".

Saranno circa 50 mila, fra cittadini e turisti, le persone attese a Petaling Jaya, nei pressi della capitale Kuala Lumpur, per la celebrazione nazionale del Natale; il mega "Christmas party" è promosso dal governo e dal Consiglio cristiano nazionale che riunisce le diverse confessioni cristiane del paese. Il Consiglio ha deciso di assecondare la richiesta informale del governo di non far cantare inni in cui si cita in modo esplicito il nome di Gesù. Funzionari pubblici hanno dichiarato che tale richiesta è stata fatta da "musulmani moderati" i quali temono che "religiosi islamici approfittino della situazione e suscitino reazioni fondamentaliste".

L'islam è la religione ufficiale in Malaysia, la Costituzione garantisce la libertà di culto. Il re è il capo nazionale islamico: per questo alla festa pubblica del Natale potranno essere cantati inni natalizi cristiani solo prima dell'arrivo del sovrano nel luogo della celebrazione.

Un noto sacerdote cattolico, padre OC Lim, ha protestato contro la decisione del governo, alla quale si è adeguata il Consiglio cristiano. "Rendere il Natale un evento culturale è degradare Gesù a un saggio come Confucio" scrive p. Lim in una lettera aperta, che definisce "abominevole" l'uso politico della festa di Natale e invita i cristiani malaysiani ad "alzarsi in piedi nel nome di Gesù".

La Malaysia conta 25 milioni di abitanti: i musulmani sono il 53% della popolazione, i cristiani il 6,5%. 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Ex presidente indonesiano si schiera a difesa di una chiesa cattolica
22/10/2004
Elezioni: trionfa l'islamismo moderato di Abdullah Ahmad Badawi
22/03/2004
Cristiana disabile 12enne violentata da un gruppo di musulmani
13/06/2008
Abu Mazen: "Fermeremo i violenti per tenere elezioni pacifiche"
20/11/2004
India, il fondamentalismo indù contro il Natale
20/12/2017 12:34