16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 04/01/2018, 11.50

    MYANMAR-CINA

    Naypyitaw, crescono gli scambi commerciali con la Cina



    Il loro valore segue a breve distanza il volume del commercio con i Paesi dell’Asean. Il Myanmar è strategicamente importante per la Cina, soprattutto nel contesto della “Belt and Road Initiative”. Pechino ha stanziato investimenti nel Paese, impegnandosi per la costruzione di strade, ferrovie, porti ed oleodotti.

    Naypyitaw (AsiaNews) – Nei primi sette mesi dell’anno in corso [2017-2018, ndr], il valore del commercio del Myanmar con il suo principale partner commerciale, la Cina, ha raggiunto un volume di 5,2 miliardi di euro, costituiti da 2,3 miliardi di esportazioni e 2,9 miliardi di importazioni. È quanto emerge dai dati diffusi ieri dal ministero del Commercio birmano.

    Il commercio regionale con i Paesi dell'Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico (Asean) resta al primo posto tra le relazioni economiche di Naypyitaw, ma è seguito a breve distanza dagli scambi bilaterali con Pechino. Il commercio di frontiera con la Cina ha avuto risultati migliori rispetto a quello marittimo. Le compravendite con la Cina sono ammontate a circa 8,9 miliardi di euro nell’anno fiscale 2016-2017, 9 miliardi nel 2015-16, 8 miliardi nel 2014-2015, 5,8 miliardi nel 2013-2014, 4 miliardi nel 2012-2013 e 4,1 miliardi nel 2011-2012.

    Tra il 1 aprile e il 22 dicembre di questo esercizio finanziario, il valore del commercio transfrontaliero attraverso i checkpoint sino-birmano di Muse, Lwejel, Chinshwehaw, Kanpiketee e Keng Tung ha raggiunto i 3,7 miliardi di euro. Riso, piselli, semi di sesamo, mais, verdura e frutta, foglie di tè essiccate, prodotti della pesca, gomma, minerali e prodotti animali vengono esportati in Cina. Percorso inverso fanno macchinari, materie prime plastiche, prodotti di consumo e strumenti elettronici.

    Il Myanmar è strategicamente importante per la Cina, soprattutto nel contesto della “Belt and Road Initiative”, la politica del presidente Xi Jinping per la connessione della Cina con l'Europa tramite una nuova via della seta. Nell’ambito del suo piano di sviluppo economico, Pechino ha stanziato grandi investimenti nel Paese, impegnandosi per la costruzione di strade, ferrovie, porti ed oleodotti. La Cina, che ha fornito un sostegno incrollabile alla giunta militare del Myanmar per oltre due decenni, ha anche investito ampiamente nella nascente democrazia birmana, nel tentativo di competere per l'influenza con gli Stati Uniti ed altre potenze occidentali. Pechino è inoltre per Naypyitaw il più grande fornitore di armi.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/10/2017 11:28:00 MYANMAR - CINA
    Il governo birmano: ‘Investimenti cinesi per lo sviluppo del Paese’

    Naypyidaw apre al piano economico della “Belt and road initiative” (Bri). Il Myanmar importante snodo per collegare l’Asia sud-orientale e l’Asia meridionale. Nel Rakhine colpito dai conflitti etnici, finanziamenti per 10 miliardi di dollari.



    20/11/2017 13:31:00 MYANMAR-UE-CINA
    Naypyitaw, attesa per le mosse di Cina e Ue sulla crisi Rohingya

    Il capo della diplomazia Ue ha promesso aiuti per trovare una “soluzione sostenibile” all’emergenza. L’Europa sostiene con fermezza la transizione democratica in Myanmar. Il nuovo approccio di Pechino all’emergenza in Rakhine. Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi illustra un “piano a tre fasi”. Gli interessi economici spingono la Cina ad un ruolo più attivo nella crisi umanitaria.



    20/11/2017 15:30:00 PAKISTAN-CINA
    Il Pakistan costruirà la diga senza Pechino. Scricchiola la Belt and Road Initiative

    È il secondo Paese in pochi giorni ad annullare un accordo. Pechino ha bisogno di garanzie dagli Stati, ma rifiuta gare pubbliche. Preoccupazioni sulla qualità della strumentazione cinese utilizzata. L'impiego di lavoratori cinesi azzera l'uso di lavoratori locali e fa perdere valore politico ai progetti.



    24/11/2017 10:22:00 CINA-MYANMAR-BANGLADESH
    Crisi Rohingya: avrà successo la mediazione della Cina?

    L’intervento di Pechino nel conflitto del Rakhine nasconde interessi economici e politici. Nella regione Pechino ha già investito da tempo decine di miliardi nella costruzione di un porto con acque profonde per navi-cargo, un oleodotto e un gasdotto verso lo Yunnan. E il Rakhine è una pedina importante per la Belt and Road Initiative. Il Bangladesh è il secondo partner cinese per l’acquisto di armi. La mediazione sarà difficile e forse produrrà ancora più violenze. 



    19/06/2008 CINA - STATI UNITI
    Pechino e Washington soddisfatti di “fare affari” e “rinviare” le decisioni
    I due Paesi vogliono concordare un trattato bilaterale sul commercio e sviluppare energie alternative e rispettose dell’ambiente. Elogi reciproci e soddisfazione per la rivalutazione dello yuan. Intanto sono stati conclusi affari per 13,8 miliardi e Pechino annuncia la presenza di Bush alle Olimpiadi.



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®