24 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 26/09/2007, 00.00

    INDIA

    Nazionalisti indù: no alla visita degli inglesi, eredi dei colonizzatori

    Nirmala Carvalho

    Centinaia di manifestanti hanno ottenuto la cancellazione della visita, almeno in forma ufficiale, di un gruppo del Rgno Unito. Questi intendono rendere omaggio ai loro antenati morti durante la rivolta dell’Uttar Pradesh del 1857, da molti considerata il “primo seme dell’indipendenza indiana”.
    Lucknow (AsiaNews) – Centinaia di nazionalisti indù protestano in questi giorni contro la visita di un gruppo di inglesi, che intendono rendere omaggio ai loro antenati morti durante la rivolta dell’Uttar Pradesh del 1857, da molti considerata il “primo seme dell’indipendenza indiana”.
     
    La protesta è guidata dal Bharatya Janata Party (Bjp, Partito all’opposizione di ispirazione nazionalista) e dal Vishwa Hindu Parishad (Vhp, formazione paramilitare composta da estremisti). Questi hanno chiesto ed ottenuto la cancellazione della visita, almeno nella sua forma ufficiale.
     
    Chandra Bhanu, magistrato distrettuale, spiega: “Non abbiamo nulla in contrario ad una loro presenza in forma anonima, come semplici turisti. Ma non possiamo rischiare che questo viaggio divenga la scintilla di nuove proteste”.
     
    Il gruppo di inglesi è guidato da Mark Hallen Havelock, discendente del maggiore Havelock, autore della repressione dei sollevamenti di Lucknow. Secondo il portavoce del gruppo, le proteste sono “fuori luogo. Tutto quello che vogliamo fare è rendere omaggio alla memoria dei nostri avi, sepolti in terra indiana”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/09/2015 INDIA
    India, ucciso a bastonate dalla folla: era "sospettato" di aver mangiato carne di mucca
    L’annuncio dato in un tempio indù locale. L’uomo era in casa con la famiglia e ora il figlio 22enne è in ospedale in condizioni critiche. Fondamentalisti dell'hindutva vogliono il bando della carne di manzo in tutto il Paese. La mucca è considerata sacra per l’induismo. Mons. Mascarenhas: “La vita umana è meno preziosa di quella degli animali? La maggioranza indù è tollerante. Faccio appello ad essa, affinchè condanni l’estremismo delle frange nazionaliste”.

    02/09/2014 INDIA
    Agra: contro la "love jihad", vietare i telefoni cellulari alle ragazze indù
    È la proposta di un'associazione nazionale di vaishya, la casta dei mercanti, per impedire la presunta forma di conversioni forzate adottata dai musulmani sulle donne di altre religioni. Per alcuni analisti, è frutto della polarizzazione della società in Uttar Pradesh, voluta dai nazionalisti indù per trovare consensi in vista delle imminenti elezioni statali.

    23/05/2017 11:21:00 INDIA
    Uttar Pradesh, pastori arrestati: il carcere un ‘dono di Dio’

    I sei religiosi hanno trascorso dieci giorni in prigione. I nazionalisti indù li hanno denunciati per incitamento all’odio tra le religioni e tentata rivolta. I pastori maltrattati dalla polizia e dai compagni di cella. Ma “il nostro atteggiamento calmo e tranquillo li ha spinti ad avvicinarsi ed ascoltare il messaggio di amore di Cristo”.



    11/03/2017 10:41:00 INDIA
    Modi verso la vittoria in Uttar Pradesh

    Lo spoglio dei voti è iniziato questa mattina. Gli ultimi aggiornamenti riportano la vittoria di 305 seggi su 403. La tornata elettorale rappresenta un referendum sulle politiche del premier, dopo il bando delle rupie. Leader cristiano esprime preoccupazione per le politiche aggressive dei nazionalisti indù.



    24/04/2017 15:25:00 INDIA
    Uttar Pradesh: vescovi al nuovo chief minister, difendere i cristiani perseguitati

    L’incontro con Yogi Adityanath è avvenuto il 21 aprile. I rappresentanti della Chiesa locale gli hanno espresso i migliori auguri per il nuovo incarico. Hanno anche chiesto che egli garantisca la sicurezza e l’incolumità della minoranza cristiana e dei suoi luoghi di culto.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®