19 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/03/2013, 00.00

    VIETNAM – VATICANO

    Nella festa di San Giuseppe, cattolici vietnamiti in preghiera per papa Francesco e Benedetto XVI

    Thanh Thuy

    La Chiesa asiatica festeggia il santo patrono e affida alla sua intercessione il pontificato di papa Bergoglio, che oggi celebra la messa di inaugurazione del suo ministero. Fedele a Saigon: preghiamo per “unità, comunione e amore”. Una preghiera speciale anche per Benedetto XVI, per la speciale attenzione riservata ai cattolici del Vietnam.

    Ho Chi Minh City (AsiaNews) - Nel giorno della festa di san Giuseppe, patrono della Chiesa in Vietnam, i fedeli pregano in comunione con i cattolici di tutto il mondo per l'inizio del pontificato di papa Francesco, che questa mattina in piazza San Pietro celebra la messa di intronizzazione. E in questo periodo di Quaresima in preparazione alla Pasqua, essi rivolgono anche un saluto e un ringraziamento al pontefice emerito Benedetto XVI per l'opera compiuta negli otto anni alla guida della Chiesa universale e le speciali attenzioni che ha dedicato alla nazione asiatica.

    Il card Jean Baptist Phạm Minh Mẫn, arcivescovo di Ho Chi Minh City, uno dei 115 porporati presenti al Conclave che ha portato all'elezione di papa Bergoglio, concelebra la messa di inizio pontificato. Per i fedeli si tratta di una doppia ricorrenza, perché coincide con i festeggiamenti per il patrono: "tutti noi abbiamo pregato San Giuseppe - racconta ad AsiaNews un fedeli della ex Saigon - per chiedergli di intercedere presso il Signore a favore della Chiesa vietnamita, perché possiamo collaborare l'uno con l'altro nello spirito di unità, comunione e amore".

    Mons. Nguyen Van Nhon, presidente della Conferenza episcopale, ha inviato una lettera a papa Francesco in cui conferma "l'amore di sacerdoti, religiosi, religiose e sette milioni di cattolici vietnamiti" per il nuovo pontefice. Il prelato assicura "costanti preghiere" e affida a "Nostra Signora di La Vang ea i martiri vietnamiti" l'opera di papa Francesco alla guida della Chiesa.

    Anche il vice-presidente dei vescovi, mons. Nguyen Chi Linh, titolare della diocesi di Than Hoa, sottolinea il "rispetto, amore e dedizione" di ogni famiglia e parrocchia cattolica per il pontefice. Gli fa eco p. Van Loi, sacerdote a Saigon, il quale apprezza l'attenzione di papa Francesco per "le problematiche sociali" e "lo spirito di povertà". P. Jospeh Dinh Huu Thoai, giovane sacerdote redentorista, aggiunge che "il nuovo Papa è arrivato al momento giusto, in un tempo difficile per la Chiesa. Siamo certi di un cambiamento in positivo per la Chiesa in Vietnam". 

     

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/03/2013 VATICANO
    Castel Gandolfo: Papa Francesco visita Benedetto XVI. L'incontro fra i due papi
    È la prima volta nella storia. Dal giorno della sua elezione, papa Francesco non perde occasione di ricordare ogni giorno il suo "venerato predecessore". Profonda sintonia fra i due. Ma i media li mettono in opposizione.

    19/03/2013 VATICANO
    Papa Francesco: la missione innanzitutto, sulla scia di Benedetto
    Liturgia più snella, vicinanza a malati e bambini, paramenti semplici. C'è chi mette in contrasto Papa Francesco e Benedetto XVI. Ma vi è una profonda unità fra i due. La "custodia del creato" e l'ecologia umana. L'invito ai potenti di valutare secondo il bene e il male, senza relativismo. Sfrondare la burocrazia per far risaltare la testimonianza e la missione. I dialoghi con il il presidente taiwanese e il ministro iraniano.

    20/03/2013 TAIWAN-CINA-VATICANO
    Il presidente di Taiwan dal papa: un successo, ma con cautela
    I media taiwanesi danno molto risalto alla partecipazione di Ma Ying-jeou alla messa di papa Francesco e all'incontro personale con lui. Nessun accordo previo fra Taipei e Pechino per questa visita a Roma. L'incontro con la Merkel e con Biden. Ma senza offendere la Cina.

    18/03/2013 VATICANO-CINA-TAIWAN
    Il presidente taiwanese Ma Ying-jeou alla messa di Papa Francesco. Nessuno da Pechino
    Ma Ying-jeou è il secondo presidente a partecipare a una cerimonia in Vaticano. Al funerale di Giovanni Paolo II era presente Chen Shuibian, che ha suscitato le ire di Pechino. Rapporti fra Cina e Santa Sede bloccati sulla nomina dei vescovi. L'avvento di Xi Jinping ha suscitato speranze, ma vi è ancora molto impaccio e tentennamenti da parte di Pechino. Direttore della sala stampa della Santa Sede: Alla messa di inaugurazione del papa tutti sono invitati, anche chi non ha rapporti diplomatici col Vaticano.

    19/02/2013 VIETNAM
    Quaresima: Cattolici vietnamiti, sfida a materialismo e secolarizzazione
    Appello dei vescovi contro il dilagare dei modelli consumistici forniti da media e tv. Per riportare il valore della carità è necessario un “cambio di mentalità” che superi il concetto di “profitto personale”. Il presidente della Conferenza episcopale ricorda la “luce e speranza” che derivano dalla risurrezione di Gesù.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®