30 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 21/07/2012, 00.00

    ISRAELE

    Nella strage di turisti anche per gli Usa ci sono "alcune caratteristiche di Hezbollah"



    Il Pentagono si unisce alle accuse israeliane. L'attentatore indossava una parrucca e aveva accento mediorientale e con ogni probabilità ha avuto sostegno logistico di una o due persone. Usati tre chilli di tritolo.

    Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) - Un mediorientale che probabilmente non ha agito da solo e che, secondo Israele e Usa, farebbe parte di una cellula di Hezbollah. Identità dell'attentatore, se ha agito da solo, a chi faceva riferimento: sono i punti oscuri che accompagnano le indagini sull'attentato che ha provocato la morte di sette persone, tra le quali cinque turisti israeliani, e il ferimento di 32, a Burgas, in Bulgaria.

    Per ora si va per esclusioni e sospetti. L'uomo dai lunghi capelli e i vestiti sportivi, ripreso dalle telecamere di sicurezza dell'aeroporto della città sul Mar Nero (nella foto), indosserebbe una parrucca e sarebbe un mediorientale. Lo dice la testimonianza di Afrodita Petrova, la donna dell'agenzia dove l'attentatore ha tentato di affittare un'automobile. "Aveva la testa quasi rasata e i suoi capelli erano castani", parlava inglese con accento arabo e aveva con sé parecchie banconote da 500 euro. L'auto non gli fu data per dubbi sulla foto della patente americana, poi rivelatasi falsa.

    Gli investigatori bulgari stanno lavorando insieme con l'Fbi e la Cia per identificare l'uomo, del quale si hanno impronte digitali e Dna.

    L'Agenzia bulgara per la sicurezza nazionale (Dans) ha negato le ipotesi di stampa che l'uomo facesse parte di una cellula terroristica attiva nel Paese, aggiungendo che potrebbe aver avuto aiuto "da una o due persone che sono ripetutamente entrate e uscite dal Paese". Accertato, ha detto il ministro degli interni Tsvetan Tsvetanov che il kamikaze ha usato tre chili di tritolo.

    Quanto a organizzatori e mandanti, alle accuse israeliane contro Hezbollah e Iran, lanciate già all'indomani dell'attentato, si uniscono le affermazioni di ieri del portavoce del Dipartimento per la difesa statunitense, George Little, che ha parlato di "alcune caratteristiche di Hezbollah", aggiungendo però che il Pentagono "non è in grado di fare valutazioni conclusive".

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/07/2012 ISRAELE
    Israele non ha dubbi: l'attentato di Burgas eseguito da Hezbollah e sponsorizzato dall'Iran
    Le accuse lanciate dal Primo ministro ribadite dai responsabili di esteri e difesa. Teheran nega ogni coinvolgimento. Le indagini mirano ad accertare l'identità del kamikaze. La Svezia esclude che si tratti, come si diceva, di un suo cittadino.

    19/07/2012 ISRAELE
    Aveva un falso passaporto americano l'uomo che si è fatto esplodere nel pullman israeliano
    Per il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu "tutti i segnali portano all'Iran". Oggi in Bulgaria due aerei riporteranno in patria coloro che hanno subito l'attacco. Le telecamere di sorvegianza hanno ripreso l'attentatore che per un'ora si è aggirato nell'aeroporto.

    29/10/2010 LIBANO
    Onu: “inaccettabile intimidazione” l’invito di Hezbollah a boicottare il Tribunale Hariri
    Dura la replica del segretario delle Nazioni Unite al capo del Partito di Dio che accusa il Tribunale speciale per il Libano: “tutto quello che apprende arriva a Israele”. L’attacco di Nasrallah provocato dalle voci che vorrebbero accusati dell’attentato uomini del suo Partito di Dio. Il timore che la tensione tra sunniti e sciiti possa esplodere in scontri.

    15/02/2008 LIBANO
    Hezbollah minaccia “guerra aperta” contro Israele
    Nasrallah dice che la lotta proseguirà fino alla scomparsa dello Stato ebraico. Ai funerali di Moughniyah ha preso parte il ministro degli esteri iraniano. Damasco annuncia prove irrefutabili su chi ha organizzato l’attentato.

    31/01/2013 RUSSIA – SIRIA- ISRAELE
    Mosca “preoccupata” per il raid aereo israeliano in Siria
    L’aviazione di Tel Aviv ha colpito un centro di ricerca militare a nord-ovest di Damasco. In un primo momento si è parlato di un convoglio militare siriano, che trasportava missili – di fabbricazione russa – in territorio libanese per Hezbollah. Mosca: “violazione inaccettabile” di Stato sovrano; Damasco: atto di “arroganza e aggressione”.



    In evidenza

    EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’Egitto chiamato a condannare violenza e povertà in Medio Oriente



    Nel discorso alle autorità Francesco sottolinea ruolo e responsabilità del Cairo nel futuro della regione. “Di fronte a uno scenario mondiale delicato e complesso, che fa pensare a quella che ho chiamato una ‘guerra mondiale a pezzi’, occorre affermare che non si può costruire la civiltà senza ripudiare ogni ideologia del male, della violenza e ogni interpretazione estremista che pretende di annullare l’altro e di annientare le diversità manipolando e oltraggiando il Sacro Nome di Dio”.


    ISLAM-VATICANO-EGITTO
    Un musulmano scrive al papa : Caro papa Francesco,..

    Kamel Abderrahmani

    L’ammirazione per la carità mostrata dal pontefice verso i rifugiati musulmani siriani, per il suo spingere all’amore e nel denunciare l’odio. “I nostri ulema non sono così” e non denunciano l’odio di Daesh e non fanno nulla per i cristiani. La richiesta perché nel viaggio in Egitto, spinga il presidente al Sisi e Al Azhar alla riforma dell’islam. Senza di questo Al Azhar rischia di essere l’accademia del fondamentalismo mondiale. Dal nostro amico e collaboratore Kamel Abderrahmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®