20 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 18/02/2017, 09.03

    COREA-MALAYSIA

    Nordcoreano arrestato in relazione all’assassinio di Kim Jong-nam



    Finora fra i sospetti vi erano un’indonesiana, il suo fidanzato malaysiano, una vietnamita. Silenzio a Pyongyang. Ma l’ambasciatore nordcoreano a Kuala Lumpur esige che l’autopsia avvenga alla presenza di suoi rappresentanti. Ipotesi sull’uccisione: non ha obbedito al fratellastro che gli ordinava di tornare in patria. Kim Jong-nam cercava asilo in qualche Paese straniero.

    Seoul (AsiaNews) – La polizia della Malaysia ha arrestato un nordcoreano in relazione all’assassinio di Kim Jong-nam, fratellastro del leader di Pyongyang. Si tratta di Ri Jong Chol, 46 anni, che al suo attivo ha molte entrate in Malaysia. Ri sarebbe uno dei quattro uomini che hanno aiutato due donne a uccidere – con qualche specie di veleno – il fratellastro di Kim Jong-un.

    La polizia in Malaysia ha anche confermato che il morto è proprio Kim Jong-nam, anche se il passaporto con cui viaggiava riportava il nome Kim Chol. Essa non ha ancora reso pubblici i risultati dell’autopsia e le cause della morte.

    Finora, in connessione con la sua morte violenta erano state arrestati due donne e un uomo. Una è una donna indonesiana, Siti Aisyah, che ha dichiarato di essere stata pagata per fare uno scherzo. L’ uomo, un malaysiano, sarebbe il fidanzato di Siti Aisyah. L’altra donna ha passaporto vietnamita col nome Doan Thi Huong. Il nordcoreano è stato arrestato ieri sera nei pressi di Selangor, vicino alla capitale Kuala Lumpur.

    I servizi segreti della Corea del Sud sono convinti che ad uccidere Kim Jong-nam sia stato il fratellastro, che voleva eliminare ogni possibile minaccia al suo dominio, sebbene Kim Jong-nam non abbia mai espresso desiderio di prendere il potere. Pyongyang non ha finora commentato o dato alcuna notizia della morte di Kim Jong-nam, ma fa pressioni perché il suo corpo venga consegnato alle autorità nordcoreane. Kang Chol, ambasciatore della Nordcorea a Kuala Lumpur, ha dichiarato che il suo Paese non accetterà alcun risultato dell’autopsia sul cadavere senza la presenza di suoi rappresentanti. Egli ha anche messo in guardia la Malaysia di non collaborare con “forze ostili” che cercano di colpire la Corea del Nord.

    Esperti in Corea del Sud ipotizzano che Kim sia stato ucciso perché cercava asilo in qualche Paese, dopo che la Corea del Nord gli aveva tagliato i fondi per vivere.

    Koh Yu-hwan, professore alla Dongguk University afferma che “l’asassinio potrebbe essere stato condotto per prevenire un potenziale tentativo di ricerca di asilo”.

    Un fuggitivo della Nordcorea, che aveva cariche di alto grado, ha invece dichiarato che Kim è stato ucciso solo perché non ha obbedito all’ordine del fratellastro di ritornare a Pyongyang.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/03/2017 08:36:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Pyongyang blocca i malaysiani in Nordcorea. Kuala Lumpur fa altrettanto

    Per il premier Najib Razak i suoi concittadini sono presi in “ostaggio”. La polizia dice che nell’ambasciata di Pyongyang a Kuala Lumpur sono nascosti i ricercati in connessione all’assassinio di Kim Jong-nam



    27/02/2017 08:58:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kim Jong-nam: una 'morte dolorosa in 20 minuti'

    La conferma del ministro della salute in Malaysia. L’agente nervino ha agito in fretta bloccando il cuore e i polmoni. Le due donne arrestate pensavano di spalmare sul volto di Kim “olio per bambini” e di stare all’interno di uno scherzo televisivo. Una è stata pagata con 80 dollari.



    16/02/2017 08:48:00 COREA-MALAYSIA
    Arrestate due donne sospettate dell’assassinio di Kim Jong-nam

    Una ha passaporto indonesiano; l’altra ha passaporto vietnamita. La polizia malaysiana pensa che siano implicati anche quattro uomini. Visite dei rappresentanti dell’ambasciata di Pyongyang al centro di medicina legale di Kuala Lumpur. Aumentare la protezione per tutti i profughi nordcoreani di alto profilo a Seoul.



    03/03/2017 08:34:00 MALAYSIA - COREA DEL NORD
    Kuala Lumpur libera il nordcoreano implicato nell’assassinio di Kim Jong-nam

    Non vi sono “prove evidenti”. Ri Jong-chol, 46 anni, è un chimico. Il giorno dell’uccisione ha portato quattro nordcoreani all’aeroporto. La Malaysia ha cancellato la cessione dei visti per i nordcoreani.



    16/03/2017 08:41:00 MALAYSIA-COREA DEL NORD
    Il Dna di un figlio di Kim Jong-nam conferma l’identità dell’uomo assassinato

    Il governo di Kuala Lumpur non ha rivelato chi ha offerto i campioni di Dna. Si pensa sia stato il figlio Kim Han-sol. La salma a Pyongyang in cambio della liberazione dei malaysiani bloccati in Corea del Nord. Qualche problema al campionato dell’Asian Cup.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®