08/05/2010, 00.00
CINA - VATICANO
Invia ad un amico

Nuovo vescovo a Xiamen, approvato dal Vaticano. Presente un vescovo di Taiwan

di Zhen Yuan
Si tratta di mons. Cheng, vescovo emerito di Taipei. Presente anche il vescovo illegittimo Zhan Silu. La diocesi di Xiamen coltiva da tempo rapporti con la Chiesa di Taiwan. L’intervista di AsiaNews al nuovo vescovo, mons. Cai.
Xiamen (AsiaNews) – Con l’approvazione della Santa Sede, mons. Cai Bingrui è stato ordinato stamane nuovo vescovo di Xiamen (Fujian), alla presenza di un vescovo di Taiwan e cinque vescovi della Cina, compreso uno illegittimo.
 
Quest’oggi in Cina si celebra anche la Festa di Nostra Signora della Cina. Questa è la terza ordinazione in un mese, approvata dal Vaticano e accettata dal governo, dopo quelle di Hohhot e di Haimen.
 
Il presidente della celebrazione è stato mons. Fang Xinyao di Linyi (Shandong). Gli altri vescovi presenti sono: mons. Zhan Silu di Mindong; Xiao Zejiang di Guizhou; Xu Honggen di Suzhou; Li Mingshu di Qingdao e mons. Joseph Cheng Tsai-fa, vescovo emerito di Taipei (Taiwan).
 
Tutti loro, meno mons. Zhan, sono legittimi e in comunione con la Santa Sede. Mons. Cheng, 77 anni, è nativo di Xiamen, fuggito poi a Taiwan e divenuto vescovo emerito nel 2007.
 
Più di 60 sacerdoti di Xiamen e delle diocesi vicine hanno preso parte alla celebrazione, insieme ad oltre 1600 fedeli. Dopo la messa, vi è stato un ricevimento, seguito da un seminario.
 
Prima dell’ordinazione, mons. Cai ha dichiarato ad AsiaNews che la sua diocesi riceve da molto tempo visite da parte dei cattolici della vicina isola di Taiwan e che spera di continuare il dialogo e lo scambio con la Chiesa dall’altro lato dello Stretto.
 
Egli ha affermato che le priorità della diocesi sono anzitutto la formazione di sacerdoti e suore, specie dal punto di vista della spiritualità. Egli vuole anche costruire una struttura per l’organizzazione della diocesi che faciliti l’evangelizzazione e il lavoro pastorale.
 
Mons. Cai è stato ordinato sacerdote nel 1992. La sua diocesi comprende 30 mila cattolici, serviti da 11 sacerdoti e 16 suore. Attualmente un suo diacono è nelle Filippine per studi.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Cari nostri vescovi cinesi, dov’è la misura del vostro cuore?
20/02/2018 12:14
Card. Zen: Non manipolare la Lettera di papa Benedetto XVI
06/02/2018 11:52
Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou
02/02/2018 12:08
Sala Stampa: A proposito di ‘difformità’ fra il papa e i suoi collaboratori sulle questioni cinesi
30/01/2018 14:35
Sacerdoti e vescovo di Bameng forzati a concelebrare con il vescovo scomunicato
12/04/2010