31/05/2006, 00.00
CINA - VATICANO
Invia ad un amico

Oltre 20 mila persone ai funerali di mons. Li Duan

Il suo successore lo ha definito "un monumento vivente della Chiesa in Cina". Mons. Li Duan era considerato da molti il cardinale in pectore scelto da Giovanni Paolo II. La polizia ha bloccato alcune strade per limitare l'accesso dei fedeli da altre diocesi.

Gongyi (AsiaNews) – Un enorme folla di oltre 20 mila persone ha accompagnato la processione e il funerale dell'arcivescovo di Xian, mons. Antonio Li Duan, morto il 25 maggio scorso. Il suo successore mons. Antonio Dang Mingyan ha presieduto il rito, definendo il vescovo defunto "un monumento vivente della Chiesa in Cina". Mons. Li Duan, ordinato nell'87, era uno dei 4 vescovi invitati da Benedetto XVI al Sinodo sull'Eucaristia nell'ottobre 2005. Nessuno di loro ha poi ricevuto il permesso del governo per recarsi a Roma. Considerato da molti come il cardinale in-pectore scelto da Giovanni Paolo II, mons. Li era molto noto e stimato per il suo impegno di tessitore dei rapporti di riconciliazione fra Chiesa ufficiale e sotterranea e fra la Chiesa ufficiale e la Santa Sede.

La salma di mons. Li Duan era stata trasferita domenica 28 alla parrocchia di Gongyi, dove lui aveva lavorato come parroco dal 1980, dopo essere stato liberato dal lager. I funerali sono stati fra i più solenni finora visti in Cina. Alle 7 di stamattina, dalla parrocchia di Gongyi, più di 20 mila persone hanno accompagnato il feretro del vescovo di Xian lungo tutte le parrocchie della zona e attorno al paese, per un cammino di circa 6 km, percorso in due ore. Alle 9, il vescovo successore Dang Mingyan ha presieduto la messa solenne in un luogo aperto. Hanno concelebrato 7 vescovi della provincia dello Shaanxi: mons. Li Jiantang di Taiyuan; mons. Huo Cheng di Fenyang; mons. Zong Huaide di Sanyuan; Tong Changping di Weinan; mons. Ye Ronghua di Ankang; mons. Tong Hui di Yanan. Presente anche mons. Han Jide di Pingliang (Gansu).

Fra le decine di migliaia di fedeli, in maggioranza vestiti di bianco, colore cinese del lutto, vi erano anche più di 500 suore e almeno 200 sacerdoti dallo Shaanxi e da altre province della Cina. Il governo però ha cercato di limitare la presenza di sacerdoti e fedeli dalle altre diocesi, anche bloccando le strade di accesso a Gongyi.

Guardando a tutti i fedeli radunati attorno alla salma del vescovo defunto, mons. Dang ha esclamato: "L'arcivescovo Li Duan ha lasciato un grande contributo alla Chiesa dello Shaanxi. Egli è un monumento vivente della Chiesa in Cina".

Dopo la messa, i vescovi, i sacerdoti, le suore e alcuni dei parenti, hanno accompagnato la salma fino alla chiesa di Gongyi, dove è stata seppellita.

Ieri, nella stessa chiesa, vi è stata una veglia di preghiera con più di 2 mila persone.

Ieri ed oggi, moltissimi poliziotti, in divisa e in abiti civili, hanno garantito la sicurezza, controllando da lontano e con tranquillità tutte le cerimonie.

 

Foto dei funerali di mons. Li Duan sono disponibili sul sito della diocesi di Xian:

http://www.catholicxa.cn/ReadNews.asp?NewsID=828 

http://www.catholicxa.cn/ReadNews.asp?NewsID=830 

http://www.catholicxa.cn/ReadNews.asp?NewsID=829 

http://www.catholicxa.cn/ReadNews.asp?NewsID=831

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L'Osservatore romano ricorda mons. Li Duan
31/05/2006
Mons. Antonio Li Duan, arcivescovo di Xian è morto
24/05/2006
La Chiesa di Cina guarda a Roma
10/03/2004
È morto mons. Mattia Yu Chengxin, vescovo sotterraneo di Hanzhong
13/12/2017 10:34
Mons. Antonio Li Duan (Scheda)
08/09/2005