23/09/2019, 08.56
INDIA
Invia ad un amico

Orissa, in fuga per l’omicidio del rev. Staines: radicale indù arrestato dopo 20 anni

di Nirmala Carvalho

Buddhadev Nayak, ex latitante, ha legami con Dara Singh, il principale accusato dell’omicidio del missionario australiano e dei due figli piccoli. Sajan K George: “L’arresto conferma le affiliazioni con le organizzazioni militanti indù”.

Mumbai (AsiaNews) – Le autorità indiane hanno arrestato dopo oltre 20 anni di latitanza un radicale indù accusato di aver partecipato all’omicidio del pastore australiano Graham Stuart Staines e dei suoi due figli più piccoli, Philip e Timothy, di 10 e sei anni. I tre sono stati bruciati vivi mentre dormivano nella loro station wagon, nella notte tra il 22 e il 23 gennaio 1999. Gli investigatori ritengono che Buddhadev Nayak, l’arrestato, abbia stretti legami con Dara Singh, il principale responsabile dell’assassinio condannato all’ergastolo dall’Alta corte dell’Orissa.

L’arresto di Buddhadev Nayak è avvenuto il 19 settembre nel villaggio di Nischitapur, nel distretto di Mayurbhanj. La polizia di Thakurmunda ha effettuato il fermo in base alle indagini degli inquirenti del Central Bureau of Investigation.

Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), dichiara: “L’arresto conferma le affiliazioni di Dara Singh con il Bajrang Dal e le altre organizzazioni militanti indù nell’orribile omicidio di Staines e dei suoi due figli innocenti. Il diabolico omicidio era stato programmato e complottato”.

L’omicidio del pastore cristiano, impegnato nella cura dei lebbrosi, è stato preludio delle violenze contro i cristiani dell’Orissa scatenate nel 2008 dai fondamentalisti indù. Nel 2006 la vedova Gladys è tornata a vivere nello Stato indiano, insieme alla figlia superstite Esther, per continuare l’impegno del marito in favore dei lebbrosi.

Il presidente del Gcic fa notare che il luogo in cui è avvenuto l’assassinio del missionario australiano e dei due figli “è il villaggio di Manoharpur. Di solito il rev. Staines visitava questo villaggio una volta l’anno, in occasione della festa annuale del Mela, che si tiene tra il 20 e il 24 gennaio. guidava fin qui per 60 chilometri. Gli Staines erano un obiettivo specifico. Il loro è stato un omicidio pianificato dalle forze estremiste del movimento nazionalista indù”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Orissa: mons. Barwa ricorda il missionario Graham Staines e ‘l’ecumenismo del sangue’
23/01/2020 14:41
Chiede il rilascio l’assassino del missionario cristiano Graham Staines
16/02/2007
La Chiesa indiana ricorda il missionario Graham Staines, bruciato vivo dai radicali indù
23/01/2017 12:03
Orissa: si candida alle elezioni l’assassino del missionario Graham Staines
06/04/2009
Orissa: l'assassino del missionario cristiano assolto dall'accusa di un altro omicidio
31/10/2006