30 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 23/02/2005, 00.00

    VATICANO-ITALIA

    P.Gheddo: Giussani ci ha insegnato che la fede deve trasformare in "uomini nuovi"

    Piero Gheddo

    Dall'India padre Piero Gheddo, fondatore di AsiaNews, rievoca gli insegnamenti del fondatore di CL sulla missione e sul rapporto tra fede e vita.

    Eluru (AsiaNews) - Ricevo la triste notizia della morte del carissimo don Giussani, mentre sono in India a visitare in Tamil Nadu ed Andhra Pradesh le vittime dello "tsunami" del 26 dicembre scorso, che qui ha fatto decine di migliaia di vittime. Sono molto addolorato della notizia, penso che e' scomparsa una delle personalità religiose più significative del nostro tempo. Gli ho mandato proprio ieri una cartolina da Chennai (Madras), per dirgli che ho pregato per lui e per Comunione e Liberazione al santuario della Madonna di Vailankanni, la Lourdes dell'India.

    Ho conosciuto don Giussani negli anni 1956-1958, quando attraverso mons. Aristide Pirovano e il dott. Marcello Candia, don Gius voleva mandare i primi volontari di Gioventù Studentesca (GS) in Amazzonia e in Brasile. Ricordo che in quegli anni del mio inizio di sacerdozio, p. Giacomo Girardi, poi suo grande amico, e io stesso eravamo affascinati dai discorsi di don Giussani nella prima sede di GS. Ci colpiva la forza della sua fede e delle sue convinzioni, il suo insistere su Gesù Cristo al centro di tutto e sul valore della cultura per diffondere il messaggio evangelico: non la fede staccata dalla vita, come momento intimistico, ma che influisce su tutti gli aspetti dell'esistenza umana. Ben prima del Concilio Vaticano II, Giussani insisteva sul concetto che se la fede non cambia e non umanizza la vita dell'uomo, della società, non conta nulla; se la fede in Cristo non crea una "cultura nuova", oltre che in noi un "uomo nuovo", non conta nulla. Giussani metteva con forza, noi ragazzi e giovani preti, di fronte alla bellezza della fede, ma anche alla responsabilità di aver ricevuto da Dio questo dono di cui tutti hanno bisogno. Era un modo originale, appassionante, di intendere l'essere cristiano.

    Ho poi sperimentato quanto don Giussani fosse aperto alla missione universale della Chiesa nei suoi rapporti con i missionari del PIME, abitando con noi al Centro missionario di Via Mose' Bianchi per una ventina d'anni (1974-1993), ai quali ha orientato molte vocazioni sacerdotali e missionarie. Negli anni settanta e ottanta, in tempi di debole presenza cristiana nella società italiana, don Giussani ha appoggiato con entusiasmo con i suoi giovani le "veglie missionarie" organizzate a Milano da p. Giacomo Girardi a noma del Centro missionario diocesano (e poi diffuse in tutta Italia) e varie "campagne" di opinione pubblica come quella per accogliere in Italia i "boat people" di Vietnam e Cambogia e quella per la pace in Libano. Alla fine anni settanta e inizio anni ottanta, CL si e' affermata in Italia anche con questi strumenti di mobilitazione culturale e sociale, che incidevano nella cultura popolare.

    Chiedo a Dio grande e misericordioso, che accolga don Giussani nei pascoli eterni del Cielo e che lo spirito di cristianesimo militante di questo grande prete ambrosiano si diffonda tra i cattolici del nostro tempo. Condoglianze a tutti i suoi figli e figlie: abbiamo in Cielo un grande patrono e intercessore.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    23/02/2005 VATICANO - ITALIA
    Chiara Lubich: don Giussani, l'impressione di aver incontrato un santo
    E' stata una vita spesa senza risparmio a servizio della Chiesa.

    22/02/2005 VATICANO – ITALIA
    Don Giussani, un padre per la missione


    23/02/2005 RUSSIA - VATICANO - ITALIA
    Don Giussani: la testimonianza di Cristo rompe i ghiacci dell'ateismo siberiano

    Missionario della Fraternità San Carlo Borromeo in Siberia racconta lo stupore dei non credenti di fronte all'incontro con l'amore di Cristo.



    21/02/2006 vaticano
    Il Papa ricorda mons. Giussani ad un anno dalla morte

    In una lettera al suo successore, don Julián Carron, Benedetto XVI ricorda i funerali che egli stesso ha celebrato, la "salda fedeltà a Cristo" di mons. Giussani ed il suo "sforzo incessante di comunicare le ricchezze del messaggio evangelico ad ogni categoria sociale".



    24/02/2005 vaticano - italia
    Don Giussani: il popolo, la letizia e la missione




    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®