13/05/2019, 14.57
VATICANO – BOSNIA ERZEGOVINA
Invia ad un amico

Papa: autorizzati i pellegrinaggi a Medjugorje

La decisione presa “considerati il notevole flusso di persone che si recano a Medjugorje e gli abbondanti frutti di grazia che ne sono scaturiti”. Ma ciò non significa autenticazione delle supposte apparizioni.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Papa Francesco ha deciso di autorizzare i pellegrinaggi a Medjugorje, ma “avendo cura di evitare che questi pellegrinaggi siano interpretati come una autenticazione” delle supposte apparizioni “che richiedono ancora un esame da parte della Chiesa”.

La decisione di Francesco, resa nota ieri, ha spiegato il direttore "ad interim" della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, “considerati il notevole flusso di persone che si recano a Medjugorje e gli abbondanti frutti di grazia che ne sono scaturiti”, “rientra nella peculiare attenzione pastorale che il Santo Padre ha inteso dare a quella realtà, rivolta a favorire e promuovere i frutti di bene”.

“Credo” che “a Medjugorje ci sia la grazia. Non si può negare. C'è gente che si converte”, aveva detto il Papa dialogando nel 2013 con padre Alexandre Awi Mello mariologo e oggi segretario del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita. In quella intervista, trasformata in un libro (È mia madre. Incontri con Maria, edizioni Città Nuova), Francesco metteva certo in guardia dal protagonismo dei veggenti e dal moltiplicarsi di messaggi e segreti. Ma senza mai disconoscere i frutti positivi dell'esperienza dei pellegrinaggi.

Nella prefazione a quel libro, il teologo argentino Carlos María Galli aveva scritto: “Per Francesco la cosa più importante è la fede mariana del ‘santo popolo fedele di Dio’, che ci insegna ad amare Maria oltre la riflessione teologica. In quanto figlio e membro, come qualsiasi altro, del Popolo di Dio, Bergoglio – Francesco – partecipa del sensus fidei fidelium e si identifica con la profonda pietà mariana del popolo cristiano”.

Concretamente la decisione annunciata congiuntamente da mons. Henryk Hoser, visitatore apostolico a carattere speciale per la parrocchia di Medjugorje e dalla nunziatura a Sarajevo, permette l’organizzazione di pellegrinaggi da parte di diocesi e vescovi, ma, nelle parole di Gisotti, “va evitato che tali pellegrinaggi creino confusione o ambiguità sotto l'aspetto dottrinale. Ciò riguarda anche i pastori di ogni ordine e grado che intendono recarsi a Medjugorje e lì celebrare o concelebrare anche in modo solenne”.

Il Visitatore apostolico avrà, in tal modo, maggiore facilità a stabilire - d'intesa con gli Ordinari dei luoghi - rapporti con i sacerdoti incaricati di organizzare pellegrinaggi a Medjugorje, come persone sicure e ben preparate, offrendo loro informazioni e indicazioni per poter condurre fruttuosamente tali pellegrinaggi".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’arcivescovo di Varsavia inviato di Papa Francesco per Medjugorje: solo per motivi pastorali
11/02/2017 12:28
È morto p. René Laurentin, lo storico delle apparizioni a Lourdes
13/09/2017 13:24
Card. Shönborn: Medjugorje, come Lourdes, una scuola della fede quotidiana
13/01/2010
Papa Francesco: Alla Madonna di Fatima i fiori più belli, i fratelli e sorelle di tutto il mondo redenti dal suo sangue
11/05/2017 08:23
Papa: un visitatore apostolico per la parrocchia di Medjugorje
31/05/2018 13:29