17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 14/01/2018, 12.31

    VATICANO

    Papa: Cercare Gesù, incontrare Gesù, seguire Gesù: questo è il cammino



    All’Angelus, papa Francesco ricorda la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, che ‘ora in poi si celebrerà alla seconda domenica di settembre. La prossima sarà l’8 settembre 2019. ““Non basta costruirsi un’immagine di Dio basata sul sentito dire; bisogna andare alla ricerca del Maestro divino e andare dove Lui abita”.  “È fondamentale il ruolo di un vero testimone”. “Superare una religiosità abitudinaria e scontata”.  Preghiere per il viaggio del pontefice in Cile e Perù, che inizia domani.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – “Cercare Gesù, incontrare Gesù, seguire Gesù: questo è il cammino”: così papa Francesco ha sintetizzato la sua riflessione prima dell’Angelus di oggi in piazza san Pietro, che aveva come tema il vangelo della messa di oggi (Gv 1,35-42).

    “Ognuno di noi – ha detto - in quanto essere umano, è alla ricerca: ricerca di felicità, di amore, di vita buona e piena. Dio Padre ci ha dato tutto questo nel suo Figlio Gesù”.

    “In questa ricerca – ha aggiunto - è fondamentale il ruolo di un vero testimone, di una persona che per prima ha fatto il cammino e ha incontrato il Signore”.

    “Soltanto un incontro personale con Gesù genera un cammino di fede e di discepolato. Potremmo fare tante esperienze, realizzare molte cose, stabilire rapporti con tante persone, ma solo l’appuntamento con Gesù, in quell’ora che Dio conosce, può dare senso pieno alla nostra vita e rendere fecondi i nostri progetti e le nostre iniziative”.

    “Non basta costruirsi un’immagine di Dio basata sul sentito dire; bisogna andare alla ricerca del Maestro divino e andare dove Lui abita… La vita di fede consiste nel desiderio ardente di stare con il Signore, e dunque in una ricerca continua del luogo dove Egli abita. Siamo, pertanto, chiamati a superare una religiosità abitudinaria e scontata, ravvivando l’incontro con Gesù nella preghiera, nella meditazione della Parola di Dio e nella frequenza ai Sacramenti, per stare con Lui e portare frutto grazie a Lui, al suo aiuto, alla sua grazia”.

    Nella piazza, la folla numerosa era costituita in gran parte da migranti e rifugiati che stamane hanno partecipato alla messa celebrata dal pontefice nella basilica, in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. A questo proposito, dopo l’Angelus, il papa ha detto che d’ora in poi, per motivi pastorali, la Giornata “sarà celebrata la seconda domenica di settembre. La prossima, cioè la 105ma, sarà domenica 8 settembre 2019”.

    Citando il Messaggio da lui firmato per la Giornata 2018, egli ha ribadito che “le migrazioni sono oggi un segno dei tempi”. “La nostra comune risposta – ha aggiunto - si potrebbe articolare attorno a quattro verbi fondati sui principi della dottrina della Chiesa: accogliere, proteggere, promuovere e integrare”.

    Infine, egli ha annunciato che domani si recherà in Cile e Perù (15-22 gennaio). “Vi chiedo - ha detto - di accompagnarmi con la preghiera in questo mio viaggio apostolico”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    15/01/2017 12:15:00 VATICANO
    Papa: La Chiesa non annuncia sé stessa, annuncia Cristo; non porta sé stessa, porta Cristo

    All’Angelus, papa Francesco afferma che “la Chiesa, in ogni tempo, è chiamata a fare quello che fece Giovanni il Battista, indicare Gesù alla gente”. “Guai, guai quando la Chiesa annuncia sé stessa: perde la bussola, non sa dove va”. Nella Giornata mondiale del migrante e rifugiato, dedicata ai migranti minorenni, “è necessario adottare ogni possibile misura per garantire ai minori migranti la protezione e la difesa, come anche la loro integrazione”. L’augurio alle comunità etniche di “vivere serenamente nelle località che vi accolgono, rispettandone le leggi e le tradizioni e, al tempo stesso, custodendo i valori delle vostre culture di origine”. Il grazie all’Ufficio Migrantes e l’esempio di santa Francesca Saverio Cabrini, patrona dei migranti.



    13/01/2018 12:52:00 VATICANO-CILE
    Attacchi alle chiese alla vigilia del viaggio di Papa Francesco in Cile e Perù

    Tre chiese di Santiago del Cile sono state colpite e bruciate; per una si è disinnescato l’ordigno in tempo. È la prima volta di una protesta contro Francesco durante un viaggio apostolico. I problemi dei preti pedofili e degli indigeni dell’Amazzonia. Si attendono 1,2 milioni di fedeli a Santiago.



    14/01/2018 11:43:00 VATICANO
    Papa: Migranti e comunità locali, incontrarsi in Cristo senza paura

    Papa Francesco celebra la Messa per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. Una presenza internazionale di fedeli, sacerdoti e cori africani, asiatici, latinoamericani. Attorno all’altare della Confessione le bandiere di 49 Stati da cui provengono i migranti, i rifugiati e richiedenti asilo. E’ urgente “accogliere, conoscere e riconoscere l’altro”. Per i rifugiati significa “rispettare le leggi, la cultura e le tradizioni dei Paesi in cui sono accolti”; per le comunità di accoglienza, “aprirsi alla ricchezza della diversità senza preconcetti”.  Le “paure” sono presenti nelle comunità ospitanti e nei profughi. “Avere dubbi e timori non è un peccato. Il peccato è lasciare che queste paure determinino le nostre risposte”.



    14/11/2006 VATICANO
    Papa: la famiglia migrante, un "valore positivo" del quale facilitare l'integrazione

    Nel messaggio per la 93ma Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, Benedetto XVI sottolinea le difficoltà che incontra chi lascia il proprio Paese. La lotta al traffico di esseri umani, con donne e bambini possibili vittime di sfruttamento anche sessuale. Sono peggiorate le condizioni delle famiglie dei rifugiati.



    15/01/2006 vaticano
    Papa: superare ogni discriminazione verso chi emigra

    Benedetto XVI parla della Giornata del migrante e del rifugiato per invitare a "cogliere il positivo" del fenomeno delle migrazioni. Il "tempo ordinario" dell'anno liturgico "invita a vivere la nostra vita ordinaria come un itinerario di santità, e cioè di fede e di amicizia con Gesù".





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®