1 Settembre 2015 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile





Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato

invia ad un amico visualizza per la stampa


» 13/06/2010
VATICANO
Papa: Il Cuore Immacolato di Maria per i sacerdoti, primi operai della civiltà dell’amore
Benedetto XVI ritorna al valore della messa conclusiva dell’Anno sacerdotale, i cui benefici sono già evidenti. Il sacerdote è “un dono del Cuore di Cristo… per la Chiesa e per il mondo”. Un ricordo del Curato d’Ars e del martire polacco don Jerzy Popieluszko, insieme a tanti preti “noti e meno noti”. Il rinnovamento spirituale e sociale della società ha avuto l’apporto decisivo di molti sacerdoti.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Benedetto XVI ha affidato al Cuore Immacolato di Maria, di cui ieri era la memoria liturgica, “tutti i sacerdoti del mondo, perché, con la forza del Vangelo, continuino a costruire in ogni luogo la civiltà dell’amore”. Lo ha fatto all’Angelus di oggi, coi pellegrini radunati in piazza San Pietro, ricordando la conclusione dell’Anno sacerdotale, avvenuta l’11 giugno scorso, con una messa a cui hanno partecipato “oltre 15 mila sacerdoti di ogni parte del mondo”.
 
L’11 giugno era la solennità del Sacro Cuore di Gesù, giornata tradizionalmente dedicata alla “santificazione sacerdotale”.
 
“Il sacerdote – ha affermato il pontefice - è un dono del Cuore di Cristo: un dono per la Chiesa e per il mondo. Dal Cuore del Figlio di Dio, traboccante di carità, scaturiscono tutti i beni della Chiesa, e in modo particolare trae origine la vocazione di quegli uomini che, conquistati dal Signore Gesù, lasciano tutto per dedicarsi interamente al servizio del popolo cristiano, sull’esempio del Buon Pastore. Il sacerdote è plasmato dalla stessa carità di Cristo, quell’amore che spinse Lui a dare la vita per i suoi amici e anche a perdonare i suoi nemici. Per questo i sacerdoti sono i primi operai della civiltà dell’amore”.
 
Benedetto XVI ricorda “tante figure di preti, noti e meno noti”, canonizzati o no, ma “il cui ricordo rimane indelebile nei fedeli”.
 
Egli è tornato poi a citare il Sato Curato d’Ars, la cui figura ha accompagnato tutto l’Anno sacerdotale, nei 150 anni dalla sua morte. “La sua preghiera – ha aggiunto - , il suo ‘Atto di amore’ che tante volte abbiamo recitato durante questo Anno Sacerdotale, continui ad alimentare il nostro colloquio con Dio”.
 
Un’altra figura ricordata dal pontefice è quella del sacerdote e martire polacco don Jerzy Popiełuszko, beatificato una settimana prima a Varsavia (v. foto). Egli “ha esercitato il suo generoso e coraggioso ministero accanto a quanti si impegnavano per la libertà, per la difesa della vita e la sua dignità. Tale sua opera al servizio del bene e della verità era un segno di contraddizione per il regime che governava allora in Polonia. L’amore del Cuore di Cristo lo ha portato a dare la vita, e la sua testimonianza è stata seme di una nuova primavera nella Chiesa e nella società”.
 
 “Se guardiamo alla storia – ha concluso - possiamo osservare quante pagine di autentico rinnovamento spirituale e sociale sono state scritte con l’apporto decisivo di sacerdoti cattolici, animati soltanto dalla passione per il Vangelo e per l’uomo, per la sua vera libertà, religiosa e civile. Quante iniziative di promozione umana integrale sono partite dall’intuizione di un cuore sacerdotale!”.
 
L’Anno sacerdotale, appena concluso è stato funestato spesso da notizie negative, legate agli scandali di preti pedofili. Ma il pontefice, in un breve bilancio, ha detto: “Desidero rendere grazie a Dio per tutti i benefici che da questo Anno sono venuti alla Chiesa universale. Nessuno potrà mai misurarli, ma certamente se ne vedono e ancor più se ne vedranno i frutti”.
 
Foto: CPP

invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
19/06/2009 VATICANO
Papa: Il Cuore trafitto di Cristo infiammi il cuore di ogni presbitero
19/08/2009 VATICANO
Papa: Sacerdoti istruiti e consacrati al Cuore di Gesù e Maria, come san Giovanni Eudes
05/08/2009 VATICANO
Papa: Preti innamorati di Cristo, contro la “dittatura del relativismo”
11/06/2010 VATICANO
Papa: Veglia di preghiera con 17 mila sacerdoti da tutto il mondo
28/11/2009 VATICANO
Anno Sacerdotale: dal 9 all’11 giugno l’incontro internazionale dei sacerdoti a Roma

In evidenza
INDIA
Card. Toppo: Imparare dai tribali dell’India ad avere cura della terra e dei suoi abitanti
di Nirmala CarvalhoL’arcivescovo di Ranchi parla ad AsiaNews in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato (1 settembre). Nel Paese “più di un milione di tribali è cattolico, e nella nostra cultura noi rispettiamo la natura e ne celebriamo i doni”. Oggi “per essere veri testimoni di Cristo dobbiamo rispondere alla crisi ecologica attraverso una profonda conversione spirituale”.
VATICANO-IRAQ
P. Samir di Amadiya: Il Papa è la voce dei profughi irakeni
di Bernardo CervelleraIl sacerdote caldeo ha incontrato papa Francesco chiedendogli di tenere alta l’attenzione del mondo sui profughi cristiani di Mosul e della Piana di Ninive. Nella sua diocesi vivono 3500 famiglie cristiane e quasi mezzo milione di yazidi fuggiti davanti alle violenze dello Stato islamico. L’Isis non è tutto l’islam e vi sono musulmani che vogliono un Iraq della convivenza. I cristiani potrebbero emigrare, ma rimangono nella loro terra. I progetti di aiuto ai rifugiati: la scuola per i bambini, lavoro per gli adulti, una casa per ogni famiglia. L’appello di AsiaNews.
LIBANO
La Dichiarazione di Beirut: i musulmani in difesa della libertà dei cristianiLibertà di fede, di educazione e di opinione difese citando il Corano. Esse sono alla base dello Stato di diritto, che non deve essere uno Stato religioso. L’organo di riferimento dei sunniti del Libano condanna senza appello la violenza in nome di Dio. Il testo integrale del messaggio.

Dossier

Terra Santa Banner


Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate