Skin ADV
09 Febbraio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 11/04/2007, 00.00

    VATICANO

    Papa: Portando Gesù nel cuore, diffondere la grande notizia della Sua risurrezione



    Alla presenza di oltre 50 mila pellegrini, in maggioranza giovani, Benedetto XVI ha spiegato il mistero della resurrezione di Gesù e le sue apparizioni i discepoli. Anche oggi è possibile l’incontro con il Risorto, testimoniando ovunque la “gioia pasquale”.
    Città del Vaticano (AsiaNews) – “Non possiamo conservare per noi la grande notizia” della resurrezione di Gesù”, ma ogni cristiano deve diffonderla con la sua testimonianza, dicendo le stesse parole dei discepoli: “Abbiamo visto il Signore!”. Così Benedetto XVI all’udienza del mercoledì dopo la Pasqua, tenuta oggi in piazza san Pietro. Il pontefice, che risiede in questi giorni Castel Gandolfo, è venuto a Roma per incontrare gli oltre 50 mila pellegrini, radunati in Vaticano. Fra loro vi sono moltissimi ragazzi e ragazze che si preparano alla professione di fede che precede il ricevimento del sacramento della Cresima. Quasi a voler confortare la professione di fede di questi giovani, il papa ha parlato della certezza nella fede nella morte e resurrezione di Gesù, dell’incontro con il Risorto, del “portare Gesù nel proprio cuore”, spingendo gli ascoltatori alla testimonianza e alla missione.
     
    Benedetto XVI ha iniziato la catechesi con un lungo elenco di appellativi di Gesù risorto (“Sono Io la remissione dei peccati, Io il perdono, Io l’agnello del riscatto, la vostra salvezza, Io vi mostro il Padre”) tratti da uno scritto di Melitone di Sardi (II secolo), che tendono a far comprendere di più il mistero della morte e della resurrezione di Gesù. A tratti è sembrato che egli polemizzasse con alcune correnti teologiche contemporanee, che danno alla resurrezione solo un valore simbolico, rifiutando una concezione della resurrezione di Gesù come “il ritorno di un cadavere alla vita”.
    Il papa ha precisato: Gesù “non è tornato nella situazione precedente”, come Lazzaro, che era risuscitato; Cristo “è passato ad una vita nuova,” e citando san Bernardo ha precisato: “Gesù ha varcato una frontiera verso una condizione nuova, un condizione più gloriosa e definitiva”. E ha ricordato il diverso atteggiamento di Gesù verso Maria di Magdala e verso Tommaso. Ad una, ricorda il papa, Gesù le dice “Non mi trattenere”; all’altro invece chiede di mettere le mani al posto dei chiodi e nel costato trafitto. Benedetto XVI spiega: Maria di Magdala vuole avere il suo maestro come prima. Ma ormai non c’è più spazio per un incontro con il Risorto “in un ritorno al passato”, come prima, occorre invece “una relazione nuova”. A Tommaso, Gesù chiede di toccarlo, e gli domanda di essere testimone della sua morte e resurrezione, spinge il discepolo “verso il futuro”, non verso il passato.
     
    Ripercorrendo tutte le apparizioni del Risorto di cui parlano i Vangeli, Benedetto XVI ha esortato i presenti a fare come i discepoli, a “cercare il Signore”. Citando “la corsa” di Pietro e Giovanni al sepolcro dopo la notizia portata da Maria Maddalena sulla tomba vuota (cfr Giov. 20, 1-8), egli ha detto che questa è l’immagine di una “competizione legittima fra credenti, a gara nella ricerca di Cristo”. “Se cerchiamo il Signore con animo semplice e sincero, lo incontreremo. Anzi sarà Lui stesso a venirci incontro,  si farà riconoscere, ci chiamerà per nome, ci farà entrare nell’intimità del suo amore”.
     
    Egli ha anche ricordato la lettura della messa di oggi, sull’apparizione di Gesù ai discepoli di Emmaus che “sconsolati per la morte del loro maestro, ritornavano a casa (cfr Luca 24, 13-35). Il Signore si fece loro compagno di cammino, senza che lo riconoscessero. Le sue parole, a commento delle Scritture che lo riguardavano, resero ardenti i cuori dei discepoli”. Lo riconobbero poi, dopo “lo spezzare del pane”, “mentre egli scomparve”.
     
    A commento il papa cita sant’Agostino “Se crediamo lo conosciamo, anzi se crediamo lo abbiamo”. E citando una frase di san Bernardo di Chiaravalle, ha aggiunto: “Avevano Cristo alla loro tavola, noi lo abbiamo nostra anima”; avere “Cristo nel proprio cuore è molto di più che averlo nella propria dimora”. Noi, ha detto il papa, “portiamo Gesù nel cuore”.
    Alla fine Benedetto XVI ha chiesto l’intercessione di Maria perchè i cristiani diventino capaci di “gustare pienamente la gioia pasquale” e “diventiamo capaci di diffonderla ovunque viviamo ed operiamo”.
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/03/2008 VATICANO
    Papa: senza la fede nella Resurrezione, tutto si sfalda
    Il Papa mette in guardia i fedeli a non farsi colpire da chi, nonostante le prove storiche, mette in dubbio “o addirittura nega” la resurrezione di Cristo: senza questa consapevolezza, la testimonianza cristiana “diviene debole”. Subito dopo l’udienza generale, Benedetto XVI incontra alcuni bambini sopravvissuti alla strage di Beslan.

    15/04/2009 VATICANO
    Papa: la Risurrezione, un fatto storico che cambia la realtà del mondo e di ognuno
    All’udienza generale auguri a Benedetto XVI che domani compie 82 anni e che il 19 festeggia l’inizio del pontificato. La verità della Pasqua è “l’annuncio che generazioni di uomini e donne nel corso dei secoli hanno accolto e testimoniato, non di rado a prezzo del proprio sangue”.

    11/04/2012 VATICANO
    Papa: lasciamoci trasformare da Gesù risorto
    All'udienza generale Benedetto XVI invita a rendere il tempo pasquale "l'occasione propizia per riscoprire con gioia ed entusiasmo le sorgenti della fede, la presenza del Risorto tra noi. Si tratta di compiere lo stesso itinerario che Gesù fece fare ai due discepoli di Emmaus, attraverso la riscoperta della Parola di Dio e dell'Eucaristia".

    15/04/2006 vaticano
    Papa: la risurrezione, "esplosione dell'amore" che riguarda ognuno di noi

    Nella "veglia di tutte le veglie", Benedetto XVI ha evidenziato il rapporto tra la risurrezione, il battesimo, ugualmente rinascita, ed il legame con l'amore divino, che conduce alla vita eterna.



    16/04/2006 vaticano
    Papa: il mondo accolga la pace del Risorto

    Il primo messaggio pasquale di Benedetto XVI chiede di realizzare la pace attraverso il dialogo e il riconoscimento dei diritti. Il Papa cita Israele, Palestina, Iraq, Africa, America latina e le "crisi legate al nucleare". Auguri in 62 lingue. E la piazza li fa a lui per i suoi 79 anni.





    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Intervista al Papa sulla Cina: entusiasmo e scetticismo fra i cattolici cinesi. Alcuni sacerdoti sotto il torchio della polizia

    Maria Chen

    Giornali e radio di Stato hanno dato notizia dell’intervista di papa Francesco ad Asia Times. Vi è chi sogna che il pontefice possa visitare la Cina al più presto. Sacerdoti sotterranei sotto interrogatorio. Apprezzamenti per “il ramo d’ulivo” teso dal pontefice e per aver sottolineato il valore della cultura cinese. Ma si è scettici verso la risposta della leadership di Pechino. Il dialogo fra Cina e Vaticano non porta a risultati perché vi sono interessi diversi: politici e religiosi. Non avere fretta di stabilire relazioni diplomatiche per non sacrificare la libertà della Chiesa e il sacrificio dei suoi martiri. La Chiesa cinese è in crescita.


    VATICANO-CINA
    Papa Francesco ridice il suo amore alla Cina e a Xi Jinping



    Il pontefice elogia la “saggezza” e la “grandezza” della Cina e fa gli auguri a Xi Jinping per il Nuovo Anno cinese della Scimmia. Non bisogna “temere” la Cina, ma entrare in dialogo con essa per mantenere la pace nel mondo. Avere “misericordia” per il recente passato del Paese e “andare avanti” per cambiare la realtà. Nell’intervista, per scelta del giornalista, non si parla dei dialoghi fra Vaticano e Cina o di temi religiosi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    Terra Santa Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®