20 Agosto 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 10/05/2017, 13.52

    VATICANO-EGITTO

    Papa: a Tawadros II, intensifichiamo gli sforzi verso la piena unità



    Messaggio di Francesco nel giorno dell’amicizia tra copti ortodossi e cattolici. Il ricordo della visita in Egitto.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Volontà di proseguire nel cammino verso la piena unità e gratitudine per l’accoglienza ricevuta durante la visita al Cairo sono espressi da papa Francesco inviato al patriarca dei copri ortodossi Tawadros II nel giorno – il 10 maggio - dedicato all’amicizia tra copti e cattolici.

    Nel corso del viaggio in Egitto del 28 e 29 aprile, Francesco e Tawadros hanno firmato una dichiarazione congiunta che mette fine al contrasto che opponeva copti e cattolici sul battesimo e quindi porta al reciproco riconoscimento di tale sacramento. Il Papa si è anche recato nella chiesa copta dedicata a san Pietro dove ha parlato dell’“ecumenismo del sangue” che unisce i cristiani delle due Chiese.

    Questo il messaggio di Francesco:

    “A Sua Santità Tawadros II

    Papa di Alessandria e Patriarca della Sede di San Marco

    Caro Fratello,

    a seguito della mia visita in Egitto e dell’incontro benedetto con Vostra Santità al Cairo, nella ricorrenza del quarto anniversario del nostro fraterno incontro a Roma il 10 maggio 2013, colgo l’opportunità per esprimerLe i più fervidi auguri di pace e di salute, unitamente alla gioia e alla gratitudine per i legami spirituali che uniscono la Sede di Pietro e la Sede di Marco.

    Desidero rinnovare la mia profonda riconoscenza per l’ospitalità che mi ha offerto, così come per il nostro toccante incontro e per la preghiera comune, condivisa come fratelli in Cristo. Sono particolarmente grato per il fatto che abbiamo rafforzato la nostra unità battesimale nel Corpo di Cristo, dichiarando insieme ‘che con un’anima sola e un cuore solo cercheremo, in tutta sincerità, di non ripetere il Battesimo amministrato in una delle nostre Chiese ad alcuno che desideri ascriversi all’altra’. I vincoli di fraternità tra di noi ‘ci stimolano a intensificare i nostri sforzi comuni, perseverando nella ricerca di un’unità visibile nella diversità, sotto la guida dello Spirito Santo’.

    In questo percorso siamo sostenuti dalla potente intercessione e dall’esempio dei martiri. Continuiamo dunque ad avanzare insieme nel nostro cammino verso la stessa Mensa eucaristica, crescendo nell’amore e nella riconciliazione.

    Desidero assicurare la mia continua preghiera per Vostra Santità e per la pace in Egitto e nel Medio Oriente. In questo Tempo pasquale chiedo allo Spirito Santo, forza e tenerezza di Dio, di colmare i nostri cuori di grazia e di accendere in essi il fuoco del suo amore. Possa lo Spirito di pace concederci di crescere nella speranza, nell’amicizia e nella concordia.

    Con questi sentimenti, nell’odierna speciale ricorrenza, ormai ben nota come giorno dell’amicizia tra la Chiesa ortodossa copta e la Chiesa cattolica, scambio con Vostra Santità un fraterno abbraccio di pace in Cristo nostro Signore”

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/04/2017 19:30:00 EGITTO – VATICANO
    Papa in Egitto: l’ecumenismo del sangue unisce copti e cattolici

    Francesco e il patriarca Tawadros II affermano la volontà di andare avanti nel cammino verso la piena unità. Preghiera nella chiesa colpita da un attentato in dicembre. “Come unica è la Gerusalemme celeste, unico è il nostro martirologio, e le vostre sofferenze sono anche le nostre sofferenze”.



    10/05/2013 VATICANO - EGITTO
    Papa: in Egitto tra copti ortodossi e cattolici un "ecumenismo della sofferenza"
    Francesco incontrando Tawadros II, capo della Chiesa ortodossa copta d'Egitto, plaude alla costituzione del Consiglio nazionale delle Chiese cristiane che "rappresenta un segno importante della volontà di tutti i credenti in Cristo di sviluppare nella vita quotidiana relazioni sempre più fraterne e di porsi a servizio dell'intera società egiziana, di cui sono parte integrante".

    25/04/2017 14:54:00 EGITTO-VATICANO-ISLAM
    Patriarca cattolico di Alessandria: La visita di papa Francesco segnerà un rinnovamento della Chiesa in Egitto

    Amba Ibrahim Isaac spiega la sua gioia per la venuta di papa Francesco e le sue inquietudini verso il suo Paese colpito dal terrorismo. I rapporti fraterni con Tawadros II e quelli con Al Azhar e con il presidente Al Sisi. Il rinnovamento della Chiesa con nuove istituzioni, nell’impegno sociale, nella valorizzazione dei laici, uomini e donne.



    16/02/2015 VATICANO - LIBIA - EGITTO
    Papa: i copti uccisi in Libia "sono stati assassinati per il solo fatto di essere cristiani"
    "Il sangue dei nostri fratelli cristiani è una testimonianza che grida. Siano cattolici, ortodossi, copti, luterani non importa: sono cristiani! E il sangue è lo stesso. Il sangue testimonia Cristo".

    29/04/2017 09:53:00 EGITTO - VATICANO - ISLAM
    Papa in Egitto: entusiasmo e ammirazione dai commenti in rete e sui media

    Quattro i momenti salienti che hanno caratterizzato il primo giorno di Francesco in Egitto. Plausi e apprezzamenti per il coraggio mostrato dal pontefice: “Grazie per aver rischiato la tua sicurezza per noi”. E qualcuno vorrebbe una capitale egiziana, come oggi, “pulita, sgombra e di una bellezza particolare. Ricorda i tempi passati”. 

     





    In evidenza

    LIBANO-M. ORIENTE-VATICANO
    Patriarchi cattolici d’Oriente: Il genocidio dei cristiani, un affronto contro tutta l’umanità

    Fady Noun

    Colpite da guerre, emigrazione e insicurezza, le comunità cristiane si sono ridotte ormai a un “piccolo gregge” nell’indifferenza internazionale. Un appello a papa Francesco e alla comunità internazionale. Cattolici e ortodossi condividono gli stessi problemi. La fine dei cristiani in Oriente sarebbe “uno stigma di vergogna per tutto il XXI secolo”.


    COREA
    Vescovi coreani: No alle ‘provocazioni imprudenti’. Fermiamo l’escalation nucleare lavorando per la ‘coesistenza dell’umanità’



    I vescovi coreani hanno diffuso oggi un’Esortazione sulle tensioni crescenti attorno alla penisola coreana. La Corea del Nord, ma anche i “Paesi limitrofi” rischiano di compiere “azioni precipitose, senza freni”, che potrebbero portare alla “morte di innumerevoli persone” e a “piaghe profonde per l’intera l’umanità”. Ridurre le spese militari e potenziare le spese per lo sviluppo umano e culturale. L’appello a usare “la coscienza, l’intelligenza, la solidarietà, la pietà e il mutuo rispetto”. La preghiera nel giorno dell’Assunta, festa dell’indipendenza coreana.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®