28 Luglio 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 15/04/2009, 00.00

    VATICANO

    Papa: la Risurrezione, un fatto storico che cambia la realtà del mondo e di ognuno



    All’udienza generale auguri a Benedetto XVI che domani compie 82 anni e che il 19 festeggia l’inizio del pontificato. La verità della Pasqua è “l’annuncio che generazioni di uomini e donne nel corso dei secoli hanno accolto e testimoniato, non di rado a prezzo del proprio sangue”.
    Città del Vaticano (AsiaNews) - Il “buon compleanno” rivolto a Benedetto XVI, in tutte le lingue delle 25mila persone presenti in piazza San Pietro per l’udienza generale (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, croato e italiano) ha segnato l’odierno incontro del Papa con i fedeli, svoltosi alla vigilia del suo 82mo compleanno (è nato in Germania a Marktl am Inn, il 16 aprile del 1927, Sabato santo) ed anche dell’inizio (il 19) del suo pontificato. Cori anche accompagnati dalla musica di alcune bande presenti, ai quali Benedetto XVI ha risposto sorridendo.
     
    Ai presenti, il Papa ha parlato della “novità sconvolgente” della Pasqua, del “gaudio spirituale che nessuna sofferenza e pena possono cancellare”, perché fondato sulla “certezza che Cristo con la sua risurrezione ha definitivamente trionfato sulla morte e sul male”. Essi generano un “clima festoso che dura 50 giorni, fino alla Pentecoste, anzi il mistero della Pasqua abbraccia tutta la nostra esistenza”, è “così importante che la Chiesa non cessa di proclamarla, ogni domenica, Pasqua settimanale del popolo di Dio”.
     
    La risurrezione, ha sottolineato Benedetto XI, è “un evento reale, storico, attestato da molti autorevoli testimoni, e lo ribadiamo con forza perché anche in questi nostri tempi non manca chi cerca di negarne la storicità, riducendo il racconto evangelico a un mito e diffondendo vecchie e consumate teorie, come nuove e scientifiche”.
     
    La verità della risurrezione non è, comunque “un semplice ritorno alla vita precedente, come è stato per esempio per Lazzaro, ma il passaggio a una dimensione di vita profondamente nuova, che coinvolge in una nuova dimensione tutta la famiglia umana”, “illumina l’intero nostro pellegrinaggio terreno, compreso l’enigma umano del dolore e della morte”. E’ “il nucleo centrale del nostro credo”. Essa “coinvolge la storia universale”, “ha dato una nuova dimensione a questo mondo, ha cambiato l’esistenza dei testimoni oculari”, è “l’annuncio che generazioni di uomini e donne nel corso dei secoli hanno accolto e testimoniato, non di rado a prezzo del proprio sangue”.
     
    La Risurrezione, infine, “è un avvenimento che porta in sé un logos, una logica: testimonia che la Parola di Dio si è fatta fino in fondo carne”. “Lasciamoci illuminare - ha concluso - dallo splendore del Signore risorto. E come san Paolo che incontrò il Divino maestro in un modo straordinario sulla via di Damasco, non possiamo tenere solo per noi questa verità che cambia la vita di tutti: dobbiamo essere testimoni dell'amore divino”.
     
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    11/04/2012 VATICANO
    Papa: lasciamoci trasformare da Gesù risorto
    All'udienza generale Benedetto XVI invita a rendere il tempo pasquale "l'occasione propizia per riscoprire con gioia ed entusiasmo le sorgenti della fede, la presenza del Risorto tra noi. Si tratta di compiere lo stesso itinerario che Gesù fece fare ai due discepoli di Emmaus, attraverso la riscoperta della Parola di Dio e dell'Eucaristia".

    11/04/2007 VATICANO
    Papa: Portando Gesù nel cuore, diffondere la grande notizia della Sua risurrezione
    Alla presenza di oltre 50 mila pellegrini, in maggioranza giovani, Benedetto XVI ha spiegato il mistero della resurrezione di Gesù e le sue apparizioni i discepoli. Anche oggi è possibile l’incontro con il Risorto, testimoniando ovunque la “gioia pasquale”.

    15/04/2006 vaticano
    Papa: la risurrezione, "esplosione dell'amore" che riguarda ognuno di noi

    Nella "veglia di tutte le veglie", Benedetto XVI ha evidenziato il rapporto tra la risurrezione, il battesimo, ugualmente rinascita, ed il legame con l'amore divino, che conduce alla vita eterna.



    16/04/2006 vaticano
    Papa: il mondo accolga la pace del Risorto

    Il primo messaggio pasquale di Benedetto XVI chiede di realizzare la pace attraverso il dialogo e il riconoscimento dei diritti. Il Papa cita Israele, Palestina, Iraq, Africa, America latina e le "crisi legate al nucleare". Auguri in 62 lingue. E la piazza li fa a lui per i suoi 79 anni.



    09/04/2012 VATICANO
    Papa: Nella mente e nel cuore la Risurrezione di Gesù, mistero decisivo della nostra fede
    Benedetto XVI, al suo primo Regina Caeli a Castel Gandolfo, invita a usare il tempo della vacanza per rileggere i racconti della risurrezione di Gesù narrati nei vangeli. La testimonianza delle donne, importante nella passione e nella risurrezione, ma anche in tutti i tempi della Chiesa. L'importanza di Maria, che per la risurrezione di Gesù, diventa Madre della Chiesa.



    In evidenza

    POLONIA – CINA – GMG
    I trucchi e le violenze di Pechino per fermare i giovani cinesi alla Gmg

    Vincenzo Faccioli Pintozzi

    Il governo ha bloccato ieri un gruppo di 50 giovani pellegrini, già imbarcati su un aereo diretto a Cracovia. Interrogati per ore all’immigrazione, sono stati “ammoniti” e rimandati a casa con l’ordine di non contattare nessuno all’estero. Nel frattempo, per i luoghi centrali della Giornata mondiale della Gioventù si aggirano “giovani cattolici cinesi”, in gruppi di cinque o sei persone, che hanno il compito di spiare i compatrioti. Lavorano per Istituti culturali o aziende cinesi in Polonia.


    ISLAM-EUROPA
    P. Samir: Terrore islamico in Francia e Germania: crisi dell’integrazione, ma soprattutto crisi della politica

    Samir Khalil Samir

    Il sequestro e l’uccisione di un sacerdote vicino a Rouen (Francia) e i vari attacchi a Würzburg, Monaco, Ansbach (Germania) sono stati compiuti da gente molto giovane e indottrinata con facilità. La Germania era un modello per l’integrazione dei rifugiati. Ma l’islamismo radicale non si lascia assimilare. Esso è sostenuto da Arabia saudita e Qatar. Non c’è altra strada all’integrazione. Ma occorre dire la verità: nel Corano ci sono elementi di guerra e violenza. Ignoranza e perdita di senso morale dei politici occidentali.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®