23 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 12/06/2012, 00.00

    VATICANO

    Papa: no a una cultura che cerca solo il benessere materiale e nega Dio



    Benedetto XVI ha aperto il convegno ecclesiale della diocesi di Roma, dedicato alla riscoperta dela bellezza del battesimo. "Rinunciare alle seduzioni del male significa anche oggi emanciparsi da un modo di vivere, in cui non conta la verità, ma l'apparenza, l'effetto, la sensazione, in cui sotto il pretesto della verità, in realtà, si distruggono uomini".

    Roma (AsiaNews) - Dire no a "una cultura che non cerca il bene, il cui moralismo è una maschera per, in realtà, confondere, creare confusione e distruzione", "in cui la menzogna si presenta nella veste della verità e dell'informazione".

    A una cultura "che cerca solo il benessere materiale e nega Dio", Benedetto XVI dice no, in nome di quella rinuncia al peccato per vivere nella libertà dei figli di Dio, che è il cuore del battesimo. Del primo sacramento della vita dei fedeli il Papa ha parlato ieri sera, aprendo basilica di San Giovanni in Laterano, il convegno ecclesiale della diocesi di Roma, che ha per tema: "Andate e fate discepoli, battezzando e insegnando. Riscopriamo la bellezza del Battesimo".

    Essere battezzati ci immerge, ha spiegato Benedetto XVI, nella divinità trinitaria; diventiamo inseriti nel nome di Dio, che diventa il nostro nome e noi i suoi testimoni. "Battezzare, dunque, vuol dire innanzitutto essere uniti a Dio in una nuova unica esistenza. Ne consegue che Dio non è più lontano, ma è una presenza viva di cui dobbiamo tener conto, che siamo fatti cristiani da Dio, che ci realizza in una nuova dimensione e infine che essendo immersi con il battesimo in Dio siamo in comunione con i fratelli". "Essere battezzati non è mai un atto solitario, per 'me', ma è sempre necessariamente un essere unito con tutti gli altri, un essere in unità e solidarietà con tutto il Corpo di Cristo".

    Analizzando il rito battesimale, il Papa ha evidenziato il significato delle tre rinunce: "rinunciare alle seduzioni del male significa anche oggi emanciparsi da un modo di vivere, in cui non conta la verità, ma l'apparenza, l'effetto, la sensazione, in cui sotto il pretesto della verità, in realtà, si distruggono uomini".

    Rinunciare al peccato per vivere nella libertà dei figli di Dio è ammettere che il peccato non è indifferente a Dio, non è una parola ridicola, e la libertà non è, come oggi si intende, emanciparsi dalla fede e, quindi, in fin dei conti, emanciparsi da Dio. Dio ci ama, si è fatto vulnerabile fino alla morte per noi e ferirlo con il peccato, questo è vivere contro noi stessi e contro la nostra libertà. E finalmente rinunciare a satana: questo significa dire un "sì" a Dio e un "no" al potere del maligno, che si vuole fare Dio in questo mondo. Anche la confessione di fede accompagna il rito battesimale.

    Non si tratta semplicemente di una formula: "tocca il nostro vivere: è un dialogo, è un'azione di Dio con noi, è un cammino. Solo se accettiamo Cristo come via incominciamo realmente ad essere nella via di Cristo e possiamo anche capire la verità di Cristo".

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/04/2006 vaticano
    Papa: affida a Maria il mondo "segnato da non poche ombre"

    Benedetto XVI, prima del Regina Caeli, riafferma la verità storica della Risurrezione, contro coloro che vogliono negarla "come in vario modo si è tentato di fare e si continua a fare". Benedetto XVI ha anche ricordato l'odierna beatificazione, a Ramapuram, nel Kerala, in India, di padre Augustine Kunjachan Thevarparampil, l'apostolo dei dalit.



    28/09/2009 VATICANO-REP. CECA
    Papa: chi nega Dio sembra avere vita facile, ma è triste e insoddisfatto
    Benedetto XVI concludendo oggi la sua visita nella Repubblica Ceca, ripete il monito contro regimi e modi di vita che rifiutano l’esistenza di Dio. Oggi c’è bisogno di “persone che siano ‘credenti’ e ‘credibili’, pronte a diffondere in ogni ambito della società quei principi e ideali cristiani ai quali si ispira la loro azione”. La dittatura è basata sulla menzogna, aveva detto arrivando.

    07/04/2005 vaticano - filippine
    Mons. Capalla: Cultura della vita e passione missionaria, l'eredità del papa per le Filippine


    13/05/2012 VATICANO
    Papa: Mediante Maria, reagire alla tentazione dello scoraggiamento di fronte alla crisi economica
    Benedetto XVI, in visita pastorale ad Arezzo, sostiene la città e la società italiana a prendere forza dalla fede e dall'amore presenti nella tradizione cristiana e umanistica per affrontare le sfide e le difficoltà vissute dalle famiglie, dai poveri e dai giovani. Assieme alla preghiera e alla solidarietà, occorre cambiare gli stili di vita "contrastando la cultura dell'effimero" e superando "logiche puramente materialistiche, che spesso segnano il nostro tempo, e finiscono per annebbiare proprio il senso della solidarietà e della carità".

    25/05/2012 VATICANO
    Papa: riproponiamo al mondo quel Dio che è diventato per molti il grande Sconosciuto
    In un tempo nel quale "il potere delle capacità umane finisce per ritenersi la misura dell'agire, svincolato da ogni norma morale", Benedetto XVI ricorda la "Missione antica e nuova" della Chiesa: "introdurre gli uomini e le donne del nostro tempo alla relazione con Dio, aiutarli ad aprire la mente e il cuore a quel Dio che li cerca e vuole farsi loro vicino".



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®