11 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 23/12/2007, 00.00

    VATICANO

    Papa: nulla è piu' bello, urgente ed importante che annunciare il Vangelo



    Alla vigilia della notte della nascita di Gesù, Benedetto XVI ribadisce che la Chiesa non può rinunciare a comuncare al mondo il grande dono che ha ricevuto. Rendersi conto del significato dell’Incarnazione è il vero senso del Natale
    Città del Vaticano (AsiaNews) – “Nulla ci può esimere o sollevare” dall’impegno di annunciare il Vangelo e “nulla è piu' bello, urgente ed importante”. Ad un solo giorno dalla celebrazione della notte nella quale Dio si è fatto uomo, Benedetto XVI è tornato a parlare alle 30mila persone presenti in Piazza San Pietro per la recita dell’Angelus del “dovere” dei cristiani e della Chiesa in particolare, di evangelizzare e del vero senso del Natale.
     
    “Domani notte – ha detto – celebreremo il grande mistero dell’amore che non smette mai di stupirci: l’amore di Dio che si è fatto uomo”. Proprio per questo, in questi giorni, ha aggiunto, si alza sovente l’invocazione “vieni Signore”, “la missione della Chiesa è la risposta all’invocazione ‘vieni Signore Gesù’”, perché con la sua venuta “cambi i nostri cuori e nel mondo si infondano la giustizia e la pace”.
     
    ''In una situazione in cui spesso non e' chiara nemmeno a molti fedeli la stessa ragion d'essere dell'evangelizzazione'', il recente documento dalla Congregazione per la dottrina della fede ha voluto ''ricordare a tutti che l'accoglienza della Buona Novella spinge di per se' a comunicare la salvezza ricevuta in dono''. ''La Verita' che salva la vita - ha spiegato ancora Ratzinger - accende il cuore di chi la riceve con un amore verso il prossimo che muove la liberta' a ridonare cio' che si e' gratuitamente ricevuto''. E’ un dono “capace di farci vivere nell’abbraccio universale dei figli di Dio”, “amore gratuito per il bene di tutti”. “Nulla è piu' bello, urgente ed importante che ridonare gratuitamente agli uomini quanto gratuitamente abbiamo ricevuto da Dio. Nulla ci può esimere o sollevare da questo oneroso impegno”.
     
    “Ogni cristiano e ogni comunità sentano la gioia di condividere con gli altri la Buona Notizia, che Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito perché il mondo si salvi per mezzo di lui”, e “questo è il senso autentico del Natale, che sempre dobbiamo riscoprire e intensamente vivere”.
     
    Al momento dei saluti, e prima di rivolgere a tutti l’augurio di “vivere le prossime festiività nella luce e nella pace che provengono da Cristo Salvatore”, Benedetto XVI ha espresso il proprio apprezzamento per un’inizativa dell’Osservatore romano in favore dei bambini dell’Uganda.
     
     
    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    31/01/2008 VATICANO
    Papa: aperta al dialogo, la Chiesa non può rinunciare ad annunciare il Vangelo
    Benedetto XVI ripercorre l’attività della Congregazione per la dottrina della fede, sottolineando il valore dei documenti emanati l’’anno scorso. Lo sviluppo della bioetica impone l’affermazione del rispetto incondizionato dell’essere umano come persona, dal suo concepimento fino alla morte naturale. I pericoli insiti nella fecondazione artificiale.

    15/07/2012 VATICANO
    Papa: nella Chiesa siamo tutti corresponsabili, dobbiamo "essere uniti e al tempo stesso missionari"
    Benedetto XVI in vsita a Frascati e all'Angelus parla del primo invio degli apostoli da parte di Gesù. I missionari "non devono essere attaccati al denaro e alle comodità", debbono sapere che potranno essere respinti e perseguitati, dovranno "predicare la giustizia anche contro gli applausi, anche contro il potere umano" e infine "non possono accontentarsi di predicare la conversione", ma dovranno manifestare nella carità la bontà di Dio.

    16/11/2012 TAIWAN
    Arcivescovo di Taipei: Per Taiwan, una nuova evangelizzazione
    Mons. John Hung Shan-chuan, racconta ad AsiaNews le sfide che affronta la sua Chiesa nell’Anno della Fede proclamato dal Papa: “Questo è un Paese ricco, dove molti credono di poter comprare qualunque cosa. Non capiscono che il loro vuoto interiore può essere colmato solo da Cristo. Siamo grati al pontefice per l’enorme motivazione e per il sostegno continuo”. Il rapporto con le altre Chiese, la crisi delle vocazioni e un ricordo personale del defunto cardinal Shan.

    07/10/2012 VATICANO
    Papa: Gesù il Cristo, punto centrale e terminale dell'evangelizzazione
    Benedetto XVI presiede l'eucaristia che dà inizio al Sinodo sulla nuova evangelizzazione. Esso è dedicato soprattutto alle persone che si sono allontanate dalla Chiesa. Ma completa e feconda anche la missione ad gentes. Il matrimonio cristiano "soggetto" della nuova evangelizzazione, davanti alla "dolorosa realtà di tanti matrimoni che purtroppo finiscono male". Il sacerdote Giovanni d'Avila - missionario e predicatore - e la benedettina Ildegarda di Bingen - musicista, scrittrice, scienziata, mistica - proclamati dottori della Chiesa universale. Per la buona riuscita del Sinodo, chiesta l'intercessione del beato Giovanni Paolo II, "esempio di nuova evangelizzazione". Il vero programma dell'Assemblea sinodale è la conversione e la riconciliazione "con Dio e con il prossimo". Il Rosario in famiglia e nelle comunità sia la preghiera per l'Anno della fede.

    18/11/2013 VATICANO
    Papa: per la conclusione dell'Anno della fede l'esortazione apostolica Evangelii gaudium
    Il documento verrà consegnato simbolicamente a un vescovo, a un sacerdote e a un diacono, durante la messa conclusiva dell'Anno della fede, rito che vedrà, per la prima volta, l'esposizione delle reliquie di san Pietro. Gli altri "gesti" che concluderanno questo tempo saranno la visita che Papa Francesco farà al monastero delle Monache Camaldolesi all'Aventino, giovedì prossimo e sabato la giornata dei catecumeni.



    In evidenza

    RUSSIA-UCRAINA
    La riconciliazione possibile fra Mosca e Kiev

    Vladimir Rozanskij

    Il Sinodo straordinario per i 100 anni della restaurazione del Patriarcato di Mosca, ha rivolto un appello per il ritorno alla comunione con il Patriarcato di Kiev. La risposta di Filaret , molto positiva,  chiede perdono e offre perdono. Da anni vi sono prevaricazioni, espressioni di odio, sequestri di chiese. L’invasione della Crimea ha acuito la divisione. Il governo ucraino rema contro.


    VATICANO-MYANMAR-BANGLADESH
    Non solo Rohingya: il messaggio di papa Francesco a Myanmar e Bangladesh

    Bernardo Cervellera

    L’informazione troppo concentrata sul “dire/non dire” la parola Rohingya. Il papa evita il tribunale mediatico o la condanna, ma traccia piste costruttive di speranza. Una cittadinanza a parte intera per le decine di etnie e uno sviluppo basato sulla dignità umana. L’unità fra i giovani e le diverse etnie, ammirata da buddisti e musulmani.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®