26/04/2015, 00.00
VATICANO
Invia ad un amico

Papa: sacerdoti, “non stancatevi mai di essere misericordiosi”, siate confessori ““per perdonare, non per condannare”

Francesco ha ordinato 19 nuovi presbiteri. Siate d’esempio, “perché l’esempio edifica”, celebrate “senza fretta”, le omelie “non siano noiose”, “non rifiutare mai il battesimo a chi lo chiede”, “abbiate sempre davanti agli occhi l’esempio del Buon Pastore, che non è venuto per essere servito, ma per servire, non per rimanere nelle sue comodità, ma per uscire e per salvare”.

Città del Vaticano (AsiaNews) – Sacerdoti, “non stancatevi mai di essere misericordiosi”, perché si è in confessionale “per perdonare, non per condannare. Guardate al Padre, che mai si stanca di perdonare". I presbiteri siano d’esempio, “perché l’esempio edifica”, e “consapevoli di essere stati scelti fra gli uomini e costituiti in loro favore per attendere alle cose di Dio, esercitate in letizia e in carità sincera l’opera sacerdotale di Cristo, unicamente intenti a piacere a Dio e non a voi stessi”. E’ l’esortazione che papa Francesco ha rivolto oggi ai 19 nuovi preti che ha ordinato nella basilica di san Pietro.

Nell’odierna 52.ma Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, il Papa ha evidenziato il compito del “Buon pastore” che aspetta coloro che sono ordinati e il loro doversi riconoscere in ciò che fanno e imitare ciò che celebrano, per cui non si deve “avere fretta” nel dire messa e le omelie “non siano noiose”.

“Voi, che state per essere promossi all’ordine del presbiterato – ha detto Francesco -  considerate che esercitando il ministero della sacra dottrina sarete partecipi della missione di Cristo, unico maestro. Dispensate a tutti quella Parola di Dio, che voi stessi avete ricevuto con gioia. Leggete e meditate assiduamente la parola del Signore per credere ciò che avete letto, insegnare ciò che avete appreso nella fede, vivere ciò che avete insegnato”. "Quando voi celebrate la messa riconoscete ciò che fate, non fatelo di fretta. Imitate ciò che celebrate - non è un rituale artificiale - perché così, partecipando al mistero della morte e resurrezione del Signore portiate la morte di Cristo nelle vostre membra". “Che le vostre omelie – ha detto ancora - non siano noiose, che le vostre omelie arrivino al cuore della gente perché escono proprio dal vostro cuore, perché quello che voi dite loro è quello che voi avete raccolto". E "il profumo della vostra vita sarà testimonianza, perché l’esempio edifica, ma le parole senza esempio sono parole vuote, sono idee, non arrivano mai al cuore: addirittura fanno male, non fanno bene".

Nelle parole del Papa, poi, tante raccomandazioni: "con il battesimo porterete nuovi fedeli al popolo di Dio: non rifiutare mai il battesimo a chi lo chiede"; "con il sacramento della penitenza rimetterete i peccati in nome di Cristo e della Chiesa: e io vi chiedo di non stancarvi di essere misericordiosi. Voi sarete nel confessionale per perdonare, non per condannare. Guardate al Padre, che mai si stanca di perdonare", “con l’Olio santo darete sollievo agli infermi; celebrando i sacri riti e innalzando nelle varie ore del giorno la preghiera di lode e di supplica, vi farete voce del popolo di Dio e dell’umanità intera”.

“Consapevoli di essere stati scelti fra gli uomini e costituiti in loro favore per attendere alle cose di Dio, esercitate in letizia e in carità sincera l’opera sacerdotale di Cristo, unicamente intenti a piacere a Dio e non a voi stessi. E’ brutto un sacerdote che vive per piacere a se stesso, che fa il pavone"; "partecipando alla missione di Cristo, capo e pastore, in comunione filiale col vostro vescovo, impegnatevi ad unire i fedeli in un’unica famiglia: siate ministri dell’unità nella Chiesa, che è una famiglia, per condurli a Dio Padre per mezzo di Cristo nello Spirito Santo. Abbiate sempre davanti agli occhi l’esempio del Buon Pastore, che non è venuto per essere servito, ma per servire, non per rimanere nelle sue comodità, ma per uscire e per salvare”.
 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Papa: ‘se siamo fedeli’, l’amore senza limiti e il servizio fanno crescere la Chiesa
26/04/2018 11:08
P. Mariasoosai: Io, chiamato a lavorare nella vigna di Melaka (III)
15/11/2018 12:53
Il lungo cammino vocazionale di p. Sia, nuovo sacerdote di Melaka (II)
14/11/2018 11:31
Melaka, ordinati tre sacerdoti. P. Lee: La rinuncia al matrimonio per offrire tutto a Dio (I - video)
13/11/2018 11:06
Due nuovi sacerdoti per Hong Kong: La vocazione nasce dalla testimonianza
22/08/2016 11:18