13 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 02/10/2017, 12.40

    VATICANO

    Papa: una “evangelizzazione dei gesti” fatta stando insieme ai “più piccoli”



    Sono le Piccole sorelle di Gesù come le ha descritte oggi Francesco. In situazioni umanamente difficili “non sono lì principalmente per curare, educare, catechizzare – anche se queste cose le fanno bene –, ma per amare, per stare con i più piccoli, come faceva Gesù, per annunciare il Vangelo con la semplice vita fatta di lavoro, di presenza, di amicizia, di accoglienza incondizionata”.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Una “evangelizzazione dei gesti” più che “delle parole”, fatta in “situazioni umanamente difficili” stando accanto ai “più piccoli” come faceva Gesù. Sono le Piccole sorelle di Gesù come le ha descritte oggi papa Francesco, che ha ricevuto le partecipanti all’XI Capitolo generale dell’istituto, provenienti da 28 Paesi.

    Ricordando la fondatrice, Piccola Sorella Maddalena di Gesù che - sulle orme del Beato Charles de Foucauld - comprese come Dio non abbia avuto “paura di farsi piccolo bambino, fiducioso, tra le braccia di Maria”, per un “amore verso di noi” che si protrae ancora oggi, Francesco ha osservato che a 80 anni circa dalla fondazione più di mille “sorelle” operano oggi nel mondo. “Esse si trovano in situazioni umanamente difficili, con i più piccoli e i più poveri. Non sono lì principalmente per curare, educare, catechizzare – anche se queste cose le fanno bene –, ma per amare, per stare con i più piccoli, come faceva Gesù, per annunciare il Vangelo con la semplice vita fatta di lavoro, di presenza, di amicizia, di accoglienza incondizionata. E’ importante, di vitale importanza per voi ritornare continuamente a questa esperienza originaria della vicinanza di Dio, che si dona mite e umile a noi per salvarci e ricolmarci del suo amore”.

    “Non abbiate paura di andare avanti, portando nei vostri cuori il piccolo Bambino Gesù, in tutti i luoghi in cui ci sono i più piccoli del nostro mondo. Rimanete libere da legami con opere e cose, libere per amare coloro che incontrate, dovunque lo Spirito vi conduce. Le difficoltà del tempo presente vi fanno condividere i dolori di tanti fratelli: anche voi, insieme a loro, vi trovate a volte costrette a chiudere o abbandonare le vostre case per fuggire altrove; anche voi conoscete le prove dell’età, della solitudine e della sofferenza; anche voi sperimentate la durezza del cammino quando si tratta di rimanere fedeli attraversando deserti. Ma in tutto questo, l’amore che portate nei vostri cuori fa di voi delle donne libere attaccate all’essenziale”.

    Alle suore il Papa ha raccomandato cuore “la qualità della vita fraterna” nelle comunità. Solo se la fraternità viene vissuta all’interno della comunità apre i cuori alla fraternità “verso tutti”. Come la fondatrice invitò le sorelle a farsi “arabi tra gli arabi, nomadi tra i nomadi, lavoratori tra i lavoratori e, soprattutto, umani tra gli esseri umani”, così l’istituto si è diffuso in molti Paesi con l’incontro con “tanti di queste piccoli, di tutte le razze, lingue e religioni”:

    “I vostri cuori - ha concluso Francesco - non hanno barriere. Naturalmente, voi non potete cambiare il mondo da sole, ma potete illuminarlo portando la gioia del Vangelo nei quartieri, nelle strade, mescolate alle folle, sempre vicine ai più piccoli”.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/11/2014 VATICANO
    Papa: i religiosi proseguano il loro rinnovamento "spirituale, carismatico e istituzionale"
    Vagliare "ogni novità alla luce della Parola di Dio e in ascolto delle necessità della Chiesa e del mondo contemporaneo, e utilizzando tutti i mezzi che la saggezza della Chiesa mette a disposizione per avanzare nel cammino della vostra santità personale e comunitaria". Il numero "non irrilevante" di abbandoni dice qualcosa circa la selezione dei candidati e la formazione dei candidati". "Pregare non è perdere tempo, adorare Dio non è perdere tempo, lodare Dio non è perdere tempo".

    10/06/2005 IRAQ
    Piccole sorelle di Gesù, da 50 anni in Iraq tra i poveri e gli emarginati

    Nel nord e a Baghdad aperti i festeggiamenti per il 50esimo anniversario della missione delle suore di Charles de Foucauld.



    21/03/2017 10:07:00 AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”

    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.



    05/06/2016 11:23:00 VATICANO
    Papa: La passione di Cristo è la risposta di Dio al “grido angosciato, e a volte indignato” dell’uomo nel dolore e nella morte

    Alla messa per la canonizzazione di due beati (Stanislao di Gesù Maria Papczyński (1631-1701) e Maria Elisabetta Hesselblad (1870-1957), papa Francesco sottolinea la “vittoria di Dio sul dolore e sulla morte”. “Dio di fronte alla nostra morte (in ogni sua forma); non dice: ‘Tienitela, arrangiati!’, ma dice: ‘Dalla a me’”. E “Gesù chiede per sé la nostra morte, per liberarcene e ridarci la vita”. Anche per noi peccatori, Gesù “dice alla Madre Chiesa: ‘Dammi i tuoi figli’, che siamo tutti noi. Egli prende su di sé i nostri peccati, li toglie e ci restituisce vivi alla Chiesa stessa”. Il saluto alle delegazioni ufficiali da Polonia e Svezia e la preghiera dell’Angelus.



    03/10/2017 10:41:00 VATICANO
    Papa: avere il coraggio di seguire Gesù “paziente”, andato da solo verso la croce

    Gesù è “deciso e obbediente” alla volontà del Padre, ma davanti a questa decisione, davanti al cammino verso Gerusalemme e verso la croce, i discepoli non seguono il loro Maestro. Fare un colloquio con Gesù: "Quante volte io cerco di fare tante cose e non guardo Te, che hai fatto questo per me? Che sei entrato in pazienza – l’uomo paziente, Dio paziente -, che con tanta pazienza tolleri i miei peccati, i miei fallimenti?





    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®