21 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 29/11/2016, 08.38

    COREA DEL SUD

    Park: pronta a dimettermi, il parlamento deciderà del mio futuro



    Il presidente coreano si è detto pronto a lasciare il potere “quando i partiti si accorderanno per ridurre la confusione e trasferire i poteri in modo sicuro”. Il 2 dicembre l’opposizione presenterà la mozione per l’impeachment al parlamento. Park sarebbe il primo presidente ad abdicare dal 1960.

    Seoul (AsiaNews/Agenzie) – Lascerò che “la questione del mio futuro, inclusa un’abbreviazione del mio mandato presidenziale, sia decisa dall’Assemblea nazionale. Se il partito di maggioranza e quelli di opposizione discutono e arrivano ad un piano per ridurre la confusione negli affari dello Stato e assicurare un trasferimento sicuro del governo, io rassegnerò le dimissioni da presidente”. Lo ha dichiarato oggi Park Geun-hye, leader della Corea del Sud, durante un discorso alla nazione trasmesso in diretta tivù.

    Le affermazioni del capo di Stato, da settimane al centro di uno scandalo politico, arrivano a pochi giorni dal 2 dicembre, data in cui i partiti dell’opposizione presenteranno una mozione in parlamento per chiedere l’impeachment per la politica. La mozione dovrebbe passare con una maggioranza dei due terzi visto che anche membri del partito Saenuri, legato alla presidentessa, sono favorevoli.

    La Park è al centro di uno scandalo di corruzione insieme alla sua amica Choi Soon-sil. Quest’ultima – figlia di una personalità religiosa (quasi un “guru”) amico della famiglia Park – è accusata di essersi intromessa nelle scelte di politica interna ed estera, di essersi procurata finanziamenti per alcune sue fondazioni in modo non chiaro e averne abusato personalmente. Quello di oggi è il terzo discorso televisivo della Park dall’inizio dello scandalo.

    Due giorni fa un’ennesima manifestazione a Seoul ha radunato quasi un milione e mezzo di dimostranti. Nelle scorse settimane vi sono state altre diffuse dimostrazioni.

    La Park sarebbe il primo presidente sudcoreano a rassegnare le dimissioni da Syngman Rhee, che lasciò il potere e fuggì alle Hawaii dopo una protesta popolare nel 1960. Il governo seguente fu fatto cadere dal padre della Park, Park Chung-hee, dittatore militare che governò fino al suo assassinio, avvenuto nel 1979.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/01/2014 COREA DEL SUD
    Seoul, è morto l'uomo che si è dato fuoco per chiedere le dimissioni della Park
    La vittima, identificata solo come Lee, stava manifestando su una sopraelevata della capitale. Nel suo ultimo messaggio prima di uccidersi ha chiesto al governo di "dire la verità" sui brogli elettorali del 2011 e al popolo sudcoreano di "alzarsi in piedi" per la democrazia.

    06/12/2013 COREA DEL SUD
    Lettera aperta di sacerdoti coreani: Non abbiamo paura della verità, la Park si dimetta
    L'Associazione cattolica dei sacerdoti per la giustizia chiede al governo di fare luce sugli abusi compiuti dai Servizi segreti e alla Park di fare un passo indietro "e preservare così il proprio onore. Non abbiamo paura delle ritorsioni e portiamo la nostra croce, se così deve essere. Incoraggiati dalle parole del Papa e dall'esempio dei martiri di tutti i tempi".

    15/12/2016 10:56:00 CINA – GIAPPONE – COREA DEL SUD
    Vertice trilaterale Pechino – Tokyo – Seoul rimandato al prossimo anno

    Il rinvio causato dall’impeachment della presidentessa Park Heun-hye e dalle tensioni fra Giappone e Cina. L’incontro ha lo scopo di mantenere forti le relazioni, l’economia e il soccorso fra i tre Paesi in caso di catastrofi naturali.



    16/01/2017 11:57:00 COREA DEL SUD
    Mandato d'arresto per Lee Jae-yong, vicecapo della Samsung coinvolto nello scandalo della presidente Park

    Avrebbe versato tangenti a Choi Soon-sil per più di 36 milioni di dollari Usa. Per gli inquirenti, nel 2015 il gruppo avrebbe anche finanziato una società sportiva di proprietà di Choi per 18,3 milioni di dollari Usa.



    22/11/2016 14:55:00 COREA DEL SUD
    Un milione di sudcoreani chiedono le dimissioni della presidentessa Park Geun-hye

    Durante il quarto week end di proteste, il popolo sudcoreano continua ad affollare le strade della capitale. L’ufficio presidenziale rigetta le accuse dei procuratori, che dichiarano Park “complice” e “indiziata”. 





    In evidenza

    MYANMAR
    Non solo Rohingya: la persecuzione delle minoranze cristiane in Myanmar



    La sofferenza di Kachin, Chin e Naga. La discriminazione su basi religiose è in certi casi addirittura istituzionalizzata. I cristiani sono visti come espressione di una fede straniera ed in contrasto con la visione nazionalista. Per anni il regime militare ha introdotto feroci misure discriminatorie.


    VATICANO - ASIA
    Il mondo ha urgenza della missione della Chiesa

    Bernardo Cervellera

    Ottobre è un mese consacrato al risveglio della missione fra i cristiani. Nel mondo c’è indifferenza o inimicizia verso Dio e la Chiesa. Le religioni sono considerate la fonte di tutte le guerre. Il cristianesimo è l’incontro con una Persona, che cambia la vita del fedele e lo mette al servizio delle ferite del mondo, lacerato da frustrazioni e guerre fratricide. L’esempio del patriarca di Baghdad e del presidente della Corea del Sud.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®