16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 11/07/2012, 00.00

    INDIA – ITALIA

    Parroco di Quilon: I marò italiani sono bravi ragazzi



    P. Stephen Kulakkayathil, della diocesi a cui appartenevano i due pescatori indiani morti nell’incidente con l’Enrica Lexie, ha pranzato con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Rinviata al 17 luglio prossimo la prima udienza del processo di primo grado, per il quale i fucilieri sono accusati di omicidio.

    Kochi (AsiaNews) - "Due bravi ragazzi": così p. Stephen Kulakkayathil, parroco di Quilon, definisce ad AsiaNews i marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, accusati di aver ucciso due pescatori indiani. Il sacerdote, responsabile della pastorale per la comunità cattolica a cui apparteneva una delle vittime, ha avuto la possibilità di pranzare con loro nell'albergo di Kochi, dove si trovano in attesa dell'inizio del processo di primo grado. Prevista per ieri, la prima udienza è stata rinviata il prossimo 17 luglio. Il procedimento penale li vede unici imputati per l'omicidio di Jelestein, 45 anni, e Ajesh Binki, 25 anni, nell'incidente avvenuto il 15 febbraio scorso tra la petroliera italiana Enrica Lexie e un peschereccio indiano, al largo delle coste del Kerala.

    I tempi molto dilatati rendono faticoso capire in che direzione si svilupperà la vicenda. Per p. Stephen, "averli conosciuti è stato un bel momento, un'opportunità per confrontarsi e capire anche la loro posizione. Non abbiamo parlato del caso perché è in corso un processo, ma posso dire che mi sembrano brave persone. Noi e le famiglie delle vittime preghiamo per loro". Avvenuto due settimane fa, al pranzo erano presenti anche p. Giuseppe Faraci, cappellano militare, e altri sacerdoti indiani.

    Liberati su cauzione il 30 maggio scorso, i due fucilieri del Battaglione San Marco sono stati sin dall'inizio del caso gli unici accusati per la morte dei due pescatori. Il caso della Enrica Lexie è scoppiato lo scorso 15 febbraio al largo delle coste del Kerala, quando i due militari a bordo della petroliera italiana come guardie di sicurezza, avrebbero sparato scambiando un peschereccio indiano per una barca di pirati. Il 25 aprile scorso, i familiari dei due pescatori hanno raggiunto un accordo economico extragiudiziario con il governo italiano, che prevedeva il risarcimento di 10 milioni di rupie (circa 145mila euro) a testa, in cambio del ritiro dalle cause civili in cui figuravano come parte lesa. (GM)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/12/2012 INDIA – ITALIA
    Natale a casa per i marò. Cappellano militare: Per l’India sono persone credibili
    L’Alta corte dello Stato concede una licenza di due settimane, previo deposito di garanzia. Ad AsiaNews, p. Giuseppe Faraci sottolinea “il comportamento irreprensibile” avuto da Massimiliano Latorre e Salvatore Girone durante tutti i mesi in India. La concessione è “un momento di gioia”, ma non una scorciatoia.

    18/01/2013 INDIA – ITALIA
    Caso marò: il governo del Kerala perde la giurisdizione
    Per la Corte suprema il fatto è avvenuto in acque internazionali, ma i militari non godevano dell'immunità. Un tribunale speciale a New Delhi prenderà in mano il caso e deciderà dove saranno giudicati

    04/01/2013 INDIA – ITALIA
    Kerala, i marò rientrano in India. Gli avvocati: “Basta speculazioni”
    Massimiliano Latorre e Salvatore Girone hanno riconsegnato i passaporti. Console generale d’Italia: “Abbiamo piena fiducia nel sistema giudiziario indiano”. Il 15 gennaio nuova udienza alla corte di Kollam per l’accusa di omicidio, ma si attende la sentenza della Corte suprema sulla giurisdizione.

    12/03/2013 INDIA – ITALIA
    Premier indiano: Inaccettabile la decisione italiana sui marò
    L’India resta cauta e dichiara di “studiare la situazione”. Cappellano militare ad AsiaNews: “Felice che i ragazzi siano a casa”.

    13/12/2012 ITALIA – INDIA
    Cappellano militare: i nostri marò in India aspettano il Natale
    P. Giuseppe Faraci, missionario comboniano che segue i due militari sin dall’inizio, racconta ad AsiaNews la loro crescita spirituale e umana. Il 17 dicembre potrebbe arrivare la sentenza della Corte suprema sulla giurisdizione. Il cappellano è “ottimista”, ma “pronto a partire” per celebrare con loro il Natale. Il rispetto e le attenzioni degli indiani nei loro confronti, anche quando erano in carcere.



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®