16/04/2009, 00.00
VIETNAM
Invia ad un amico

Pasqua vietata per i cattolici di Son La

di Emily Nguyen
Le autorità bloccano un sacerdote inviato dal vescovo di Hung Hoá per celebrare la messa della domenica. Già a Natale la polizia aveva impedito a due preti di raggiungere i fedeli della città. Dal 2004 i cattolici sono costretti a incontrarsi di nascosto. Il governo afferma che non ci sono fedeli nella zona, la Chiesa risponde con documenti che provano la presenza di almeno 3mila cristiani.
Hanoi (AsiaNews) - Vietato celebrare la Pasqua. A Son La, città della regione degli altipiani, la polizia ha impedito con la forza lo svolgimento della messa di domenica 12 aprile.
 
Mons. Anthony Vu Huy Chuong, vescovo di Hung Hoá, aveva inviato p. Nguyen Trung Thoai per celebrare la messa di Pasqua. I fedeli di Son La, parte dei 6mila cattolici che vivono nella provincia, attendevano il sacerdote in un luogo prestabilito dove avevano allestito una chiesa clandestina provvisoria. Fonti locali raccontano che quando p. Nguyen è arrivato a destinazione ad accoglierlo c’erano una decina di persone, vestite con abiti della polizia: hanno fermato il sacerdote intimandogli di tornare indietro. A nulla è servito l’intervento di alcuni fedeli che hanno cercato di difendere p. Nguyen e scortarlo sino al luogo della celebrazione. Per evitare che la polizia passasse dalle minacce ai fatti e risparmiare i fedeli da ulteriori problemi, il sacerdote non ha potuto far altro che desistere e così la messa di Pasqua non ha avuto luogo.
 
Già a Natale si era verificata a Son La una situazione simile. Allora le autorità locali avevano imposto il coprifuoco per evitare ai cattolici di ritrovarsi. I due sacerdoti che avevano cercato di raggiungere la città, a 300 chilometri da Hanoi,  erano stati minacciati ed invitati a desistere dall’intento di raggiungere i fedeli della zona per le festività natalizie.
 
Il divieto ufficiale di svolgere celebrazioni pubbliche a Son La risale al 2006, ma già dal 2004 i fedeli sono costretti a ritrovarsi di nascosto in abitazioni private e scantinati. Le autorità affermano che nella città non ci sono cattolici e che quindi la presenza di sacerdoti non è motivata. In realtà la diocesi di Hung Hoá, sotto al cui giurisdizione rientra Son La, è stata eretta nel 1895. La Chiesa ha inoltre documenti che provano la presenza di almeno 3mila cristiani appartenenti a 40 diverse etnie.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Libertà di religione, un sogno ancora lontano per i montagnards discriminati
05/01/2008
Ancora tensioni tra gruppi cattolici e autorità vietnamite
21/05/2009
Hanoi: famiglie vietnamite in pellegrinaggio, per la libertà di 17 cristiani imprigionati
03/09/2012
Finalmente a Son La si è potuta celebrare una messa
27/10/2009
Si moltiplicano in Vietnam i casi di violazione della libertà di religione
12/06/2009