24/04/2012, 00.00
RUSSIA
Invia ad un amico

Patriarcato di Mosca: la Russia oggi, come l'Urss un tempo, offre un modello alternativo al capitalismo

di Nina Achmatova
A parlare è l'arciprete Vsevolod Chaplin, capo del Dipartimento per le relazioni tra la Chiesa e la società: serve un modello sociale basato, come ai tempi dell'Unione Sovietica, sulla giustizia e non sulla corsa al denaro.

Mosca (AsiaNews/Agenzie) - Come con l'Unione Sovietica, la Russia potrebbe presto fornire al mondo una soluzione alternativa al capitalismo, ormai chiaramente in crisi. Ne è convinto uno dei massimi esponenti della Chiesa russo-ortodossa, l'arciprete Vsevolod Chaplin, capo del Dipartimento per le relazioni tra la Chiesa e la società presso il Patriarcato di Mosca. "Durante l'Unione Sovietica sono state fatte molte cose buone - ha detto in un incontro con studenti universitari - l'eroica prodezza della Russia nella Seconda guerra mondiale, gli eccezionali risultati nella scienza e tecnologia e un modello sociale basato sull'idea della giustizia sociale, e che ha avuto una vasta eco in tutto il mondo, vanno inseriti tra i nostri indiscutibili risultati". 

Secondo il religioso, lo Stato di allora è crollato perché basato su un'ideologia atea, "ma l'idea di una società dove non dominino il denaro, il profitto e gli interessi economici privati era molto importante", ha aggiunto.

Chaplin ha poi spiegato che la fine dell'Urss non ha sepolto la ricerca di un'alternativa al capitalismo in una forma di società, che non veda il profitto come la locomotiva del progresso. Ricordando che economisti, politici e intellettuali concordano sulla crisi del capitalismo, il religioso non ha escluso che la Russia, "con la sua forte pulsione verso la giustizia, sia destinata a offrire al mondo la sua ricetta per un assetto sociale in cui soldi e aspetti egoistici della personalità non saranno i beni principali".

La nostalgia per l'epoca sovietica vista come un periodo in cui la società aveva sviluppato un forte senso di solidarietà e alti valori umani e morali in mezzo a enormi difficoltà economiche e politiche è molto diffusa in una certa fascia della popolazione in Russia, che vede come un decadimento l'odierna corsa al benessere e al consumismo di massa.

 

 

 

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Continua a scendere la manifattura cinese e l'occupazione
22/03/2012
Pechino alza il prezzo del carburante, ma rischia il picco inflattivo
20/03/2012
Cina, la crescita economica rallenta ancora
18/10/2011
La Russia sogna di diventare un centro finanziario internazionale
01/03/2011
Pechino avverte Washington: “Il default sarebbe un disastro per tutti”
15/07/2011