30 Agosto 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 05/01/2016, 00.00

    CINA

    Pechino, niente appello per l’avvocato Pu Zhiqiang: via ai domiciliari



    Il dissidente è noto per le sue critiche online al Partito comunista e per la sua abilità nell’uso del diritto a favore delle fasce deboli della popolazione. Oggi iniziano tre anni di reclusione domestica, ma per i suoi amici “si tratta di una pena più sottile. L’hanno ridotto al silenzio”.

    Pechino (AsiaNews) – Inizia oggi la pena detentiva domiciliare di Pu Zhiqiang, uno dei più noti avvocati per i diritti umani di tutta la Cina. L’uomo, condannato a tre anni di carcere con pena sospesa, ha rinunciato a presentare appello. Dopo dieci giorni di “sorveglianza residenziale designata”, una sorta di carcere preventivo, è stato liberato dalle autorità e accompagnato a casa. Per i suoi amici si tratta di una pena più sottile del carcere: “L’hanno ridotto al silenzio”.

    La sentenza contro il dissidente è stata emessa da un tribunale della capitale lo scorso 22 dicembre 2015. L’uomo è stato ritenuto colpevole di “incitare all’odio etnico”, “provocare disordine pubblico” e “causare disturbo alla quiete sociale”. In realtà, dietro alla sua condanna vi sono le critiche pungenti dell’avvocato nei confronti delle politiche repressive del governo centrale nella provincia dello Xinjiang. E, secondo molti, anche la sua abilità nel difendere in punta di diritto le fasce più deboli della popolazione.

    Il legale si è laureato all’Università delle Scienze politiche e del diritto di Pechino. Nel 1989 ha preso parte al movimento di piazza Tiananmen, ed è stato uno dei 13 studenti a iniziare lo sciopero della fame per protestare contro la corruzione de governo. Negli ultimi 25 anni ha sempre ricordato il massacro del 4 giugno, e ogni anniversario si è recato nella piazza centrale di Pechino per commemorare i defunti. Nel 2008 è stato fra i primi a firmare Carta ’08, il documento pro-democrazia stilato da Liu Xiaobo, che ha garantito a quest’ultimo il Nobel per la Pace e una condanna a 14 anni di carcere.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    02/11/2005 CINA
    Cina, dissidente liberato dopo 13 anni di ospedale psichiatrico

    Wang Wanxing è stato arrestato nel 1992 per aver chiesto al Partito Comunista di rivedere il giudizio sul movimento democratico di Tiananmen. Durante la sua testimonianza descrive dottori "di natura sadica".



    22/12/2015 CINA
    Condannato a tre anni l'avvocato dissidente Pu Zhiqiang. Pena sospesa
    L’avvocato e attivista per i diritti umani è stato ritenuto colpevole di “incitare all’odio etnico” e “causare disturbi alla quiete pubblica”. Nel mirino alcuni suoi commenti su internet che criticavano l’uso eccessivo della forza nello Xinjiang, l’onestà del Partito comunista e la retorica nazionalista sulle isole contese con il Giappone. Ha già trascorso 19 mesi in galera, come “carcerazione preventiva”. Leader del movimento di Tiananmen, ha passato gli ultimi 25 anni a difendere in tribunale attivisti e dissidenti.

    20/09/2013 CINA
    Legge anti-blogger, arriva il primo arresto: un ragazzino di 16 anni
    Le autorità del Gansu hanno messo subito in pratica la controversa interpretazione della Corte Suprema, che dà alla polizia il potere di arrestare chiunque "crei problemi" su internet. Lo sforzo delle autorità per frenare le denunce online.

    27/11/2012 CINA
    Pechino “poco felice” per la dedica di Elton John ad Ai Weiwei
    Il ministero della Cultura pubblica una nota in cui ammette: “La scelta non ci è piaciuta, ma lui è un cantante molto popolare. Possiamo fare poco”. Si temono però ritorsioni come quelle che colpirono gli artisti occidentali dopo il concerto pro-Tibet di Bjorn. Il dissidente: “Sorpreso e felice”.

    15/09/2004 cina
    Migliaia di dissidenti bastonati ed arrestati prima del Congresso




    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Nei dialoghi Cina-Santa Sede c’è silenzio sul destino dei preti sotterranei

    Zhao Nanxiong

    Entro la fine dell’anno, tutti i sacerdoti devono registrarsi per ricevere un certificato che permetta loro di esercitare il ministero. Ma la richiesta deve passare attraverso l’Associazione patriottica, i cui statuti sono “incompatibili” con la dottrina cattolica. Molti sacerdoti, ufficiali e non ufficiali, sono in un grande dilemma.


    IRAQ
    Alqosh, nonostante l'Isis la Chiesa festeggia la prima comunione di cento bambini



    Nella festa dell’Assunta l’intera comunità ha partecipato alla funzione, celebrata da Mar Sako. Vicario patriarcale: momento storico per una cittadina di frontiera a lungo minacciata dai jihadisti. Il primate caldeo invita i bambini a “contribuire alla vita della comunità”. A Kirkuk sua beatitudine ha inaugurato una grotta dedicata alla Madonna. 


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®