26 Luglio 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter | Mobile




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 22/08/2012
CINA – GIAPPONE – STATI UNITI
Pechino contro Washington: “Basta con la tensione nelle Diaoyu”
La Cina accusa gli Stati Uniti di sostenere il Giappone nella questione della sovranità delle isole: la prova sarebbe fornita dalle esercitazioni militari congiunte fra Tokyo e Washington, in programma da mesi e iniziate ieri. Un editoriale della Xinhua attacca: “In questo modo, mettete a rischio la pace nell’area”.

Pechino (AsiaNews/Agenzie) - La Cina ha chiesto agli Stati Uniti di "interrompere la strategia della tensione" sulla questione della sovranità sulle isole Diaoyu e ha indicato nelle esercitazioni militari congiunte iniziate ieri da Washington e Tokyo uno "strumento di questa strategia". Nonostante i funzionari giapponesi e americani abbiano più volte ribadito che le esercitazioni sono una normale routine, per i cinesi esse sono un "tentativo di contenimento".

La questione della sovranità delle Diaoyu, che i giapponesi chiamano Senkaku, va avanti da anni; ma negli ultimi mesi sono aumentate le provocazioni e le tensioni sull'argomento. Al momento, le cinque isole e i tre atolli fanno parte della prefettura di Okinawa, sotto il governo giapponese. Ma i cinesi continuano a reclamarne la sovranità e a fasi alterne la disputa apre lo scontro fra le due maggiori economie asiatiche.

Non è chiaro il valore dell'arcipelago. Si pensa che esse abbiano anzitutto un valore strategico, trovandosi sulla rotta delle più importanti vie marittime; altri affermano che oltre alle acque ricche di pesca, nel sottofondo marino vi siano sterminati giacimenti di gas. Nel 2008, come gesto di distensione, i due governi hanno firmato un accordo per lo sfruttamento e la ricerca congiunti nell'arcipelago, che tuttavia è rimasto lettera morta.

La Xinhua, agenzia di stampa ufficiale di Pechino, ha pubblicato un editoriale in cui sostiene che "le esercitazioni militari nel Pacifico occidentali non sono utili a nessuno e rischiano di aggravare le relazioni sino-giapponesi e di annullare gli sforzi per una risoluzione pacifica della questione".

Inoltre "questa mossa svela la vera posizione degli Stati Uniti, che si dichiarano neutrali riguardo l'attribuzione della sovranità sulle Diaoyu ma che in realtà non lo sono. Le esercitazioni fanno crescere i sospetti sulle vere intenzioni di Washington riguardo la zona dell'Asia-Pacifico".

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
16/01/2013 GIAPPONE – CINA – USA
Senkaku/Diaoyu: la “guerra fredda” per le isole si combatte in aria
05/02/2013 CINA – GIAPPONE – COREA
Pechino e Tokyo non mollano: si avvicina un conflitto aperto
di Chen Weijun
18/07/2013 GIAPPONE – CINA
Isole contese, l’affondo di Shinzo Abe: un comizio dalle Senkaku/Diaoyu
01/10/2010 CINA - GIAPPONE
Tokyo preoccupata per l’escalation militare e navale cinese
11/02/2014 CINA-USA-ASIA
Per la prima volta truppe cinesi partecipano alle esercitazioni militari Asia-Usa

In evidenza
VATICANO
Papa: sono con i cristiani perseguitati di Mosul e del Medio Oriente"Il Dio della pace susciti in tutti un autentico desiderio di dialogo e di riconciliazione. La violenza non si vince con la violenza. La violenza si vince con la pace!". All'Angelus Francesco ha commentato la parabola del buon grano e della zizzania. Dio è "paziente", sa che "la stessa zizzania, alla fine, può diventare buon grano". Ma "al tempo della mietitura, cioè del giudizio, i mietitori eseguiranno l'ordine del padrone separando la zizzania per bruciarla".
CINA - VATICANO
Pechino, i seminaristi disertano la consegna dei diplomi: Non celebriamo messa con i vescovi illecitiIl rettore del seminario è il vescovo illecito Giuseppe Ma Yinglin: gli studenti rifiutano di concelebrare con lui e respingono anche mons. Fang Xingyao, che ha partecipato a diverse ordinazioni episcopali illecite. La direzione chiude l'anno senza dare diplomi e rimanda tutti a casa: voci dicono che a settembre alcuni corsi "non ripartiranno". Il precedente del 2000, quando 130 giovani preferirono la fedeltà al Papa piuttosto che il compromesso con il governo.
HONG KONG-VATICANO-CINA
Card. Zen: Libertà religiosa e libertà civili sono unite, per la Cina e per Hong Kong
di Bernardo CervelleraConversazione a tutto campo con il vescovo emerito di Hong Kong: il coraggio di mons. Ma Daqin, che ha inviato un messaggio a papa Francesco; i cattolici sotterranei pronti anche a farsi arrestare; i sospetti sulla sincerità di Pechino nel possibile dialogo con la Santa Sede. E sul fronte di Hong Kong, la marcia per il referendum sulla democrazia; il sostegno a "Occupy Central"; la paura del governo e gli arresti. Per il card. Zen libertà religiosa e libertà civili vanno insieme.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate