18 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/02/2018, 11.48

    CINA-USA

    Pechino corre ai ripari contro una possibile guerra commerciale con gli Usa



    Yang Jiechi, consigliere di Stato, ha incontrato Rex Tillerson. Riprende – forse – il dialogo economico ai massimi livelli. La minaccia di nuovi dazi sui prodotti cinesi esportati negli Usa. Le frustrazioni di Stati Uniti, Giappone ed Europa.

    Washington (AsiaNews/Agenzie) – Yang Jiechi, consigliere di Stato cinese è nella capitale americana per scongiurare una guerra commerciale con gli Stati Uniti.

    Dopo le promesse elettorali di Donald Trump, le accuse alla Cina di manipolazione di valuta e di sostegno economico alle sue esportazioni, gli Usa stanno preparando un documento che elenchi le violazioni commerciali di Pechino aprendo a nuovi possibili dazi. Secondo personalità della Casa Bianca, nuove sanzioni su prodotti cinesi sarebbero  “imminenti”.

    Nelle scorse settimane gli Usa hanno imposto grosse tasse su pannelli solari e lavatrici importate e stanno considerando di imporre restrizioni sull’import dell’acciaio e dell’allumino, oltre ad altre penalità dovute al furto di proprietà intellettuali.

    Da parte sua, il ministero cinese del commercio ha lanciato un’inchiesta su possibili illegalità nelle importazioni di sorgo dagli Usa.

    Ieri a Washington Yang Jiechi ha avuto un dialogo con il segretario di Stato Usa, Rex Tillerson e a conclusione del colloquio ha dichiarato che Cina e Stati Uniti sono d’accordo nel riprendere i dialoghi economici ad alto livello. Secondo i giornalisti presenti egli avrebbe sottolineato che “è un fatto provato che la natura dei rapporti commerciali fra Cina e Stati Uniti è benefica per entrambi, creando enormi benefici per le due parti. Entrambi possiamo verificare cooperazione nel campo energetico, delle infrastrutture e nella Belt and Road Initiative, aprendo i mercati l’uno dell’altro e affrontando le differenze in modo appropriato”.

    Il Dipartimento di Stato Usa ha dichiarato che Tillerson e Yang hanno parlato dell’importanza di continuare un rapporto produttivo e costruttivo, ma non ha detto nulla sulla ripresa del dialogo economico.

    Stati Uniti, Giappone ed Europa sono frustrati dalla chiusura dei mercati cinesi agli investimenti stranieri, dal trasferimento forzato delle tecnologie (attraverso il metodo delle joint-ventures), dalle sovvenzioni ai prodotti cinesi di esportazione, che distruggono ogni concorrenza.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/05/2017 08:46:00 CINA-USA
    Serie di accordi commerciali fra Pechino e Washington, dopo le minacce del passato

    Gli Usa potranno esportare gas liquido e carni di manzo; potranno entrare nel mercato delle carte di credito e emettere titoli per crediti alle loro compagnie in Cina, con la possibilità di ricevere anche prestiti. La Cina potrà esportare carne di pollo già cotta e le banche cinesi potranno entrare nel mercato americano. Un “risultato erculeo”. Rappresentanti Usa saranno presenti al Forum One belt one road di Pechino il 14 e il 15 maggio prossimi.



    20/01/2017 12:27:00 CINA-USA
    Comincia l'era di Trump: il rapporto Cina-Usa e il rischio di una guerra

    Nell’attesa della cerimonia di inaugurazione della presidenza Trump, l’Ufficio di propaganda del Partito comunista cinese ha vietato a tutti i giornalisti “critiche non autorizzate” alle parole o ai gesti di Trump. Secondo il grande dissidente Wei Jingsheng vi sono possibilità che Trump costringa la Cina a accordi commerciali equi, influenzando anche una riforma interna della politica e della giustizia. L’opzione di una guerra commerciale.



    23/03/2006 cina - usa
    Il 20 aprile l'incontro fra George W. Bush e Hu Jintao

    A tema i problemi internazionali, ma anche questioni economiche fra le due potenze. Il senato Usa discute una legge per i dazi contro Pechino.



    10/02/2017 08:35:00 CINA-USA
    Prima telefonata “cordiale” fra Trump e Xi Jinping. Ribadita “l’unica Cina”

    I due hanno deciso di collaborare in aree di “mutuo interesse”. Riaffermando il principio dell’unica Cina si disinnesca una fonte di inquietudine e di possibili guerre. La conversazione avviene a poche ore dall’arrivo di Shinzo Abe negli Usa.



    30/07/2007 CINA - STATI UNITI
    Il segretario al Tesoro Usa in Cina per evitare una guerra commerciale
    Paulson invita al dialogo e alla pazienza, mentre il Congresso Usa minaccia sanzioni contro Pechino se non cessa di manipolare il cambio dello yuan, troppo basso. Ma la Cina, alle prese con la crescente inflazione, non intende perdere i vantaggi all’esportazione che questo le assicura. Possibili accordi sulla pirateria commerciale e maggiore apertura alle imprese finanziarie estere.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®