14 Dicembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 21/11/2016, 10.46

    VATICANO – CINA

    Pellegrini da Pechino e Shanxi alla messa con papa Francesco per la conclusione del Giubileo



    Il gruppo è costituito da circa 80 persone, fra cui 9 sacerdoti. E’ la prima volta che vengono in Italia e in Vaticano. Hanno fatto il percorso verso la Porta santa in san Pietro. Hanno visitato e celebrato messa a S. Maria Maggiore. Le nuove tappe: Assisi, Firenze, Venezia, Lourdes.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Fra gli oltre 70mila fedeli che ieri hanno partecipato alla messa di chiusura del Giubileo della misericordia, vi era anche una delegazione dalla Cina e in particolare da Pechino e dalla provincia dello Shanxi, in tutto circa 80 persone.

    Fra essi vi sono nove sacerdoti, cinque dei quali hanno potuto concelebrare con papa Francesco sul sagrato della basilica, assieme ai nuovi cardinali e vescovi presenti. Nell’entusiasmo di partecipare all’eucaristia con il pontefice, i due gruppi si sono trovati nella piazza san Pietro fin dalle 6 del mattino. La messa era prevista per le 10.

    È la prima volta che questi pellegrini cinesi hanno la possibilità di venire a Roma. Molti di loro esprimono gratitudine per questa occasione. Una signora di Pechino, commossa fino alle lacrime, confida ad AsiaNews: “Nel venire qui a Roma, bisogna ringraziare la Madonna per averci dato questa possibilità. Sono proprio commossa”.

    I due gruppi erano giunti a Roma il 18 novembre pomeriggio. Il giorno dopo, come tutti i pellegrini, si sono recati al punto di partenza del percorso alla Porta Santa di san Pietro, che è a Castel Sant’Angelo. Portando la croce del Giubileo, hanno percorso via della Conciliazione e sono entrati nella basilica.

    Il 19 essi hanno visitato la basilica di S. Maria Maggiore, dove hanno celebrato la messa. I due gruppi continueranno il loro viaggio visitando Assisi, Firenze, Venezia e Lourdes.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    08/12/2015 VATICANO
    Papa Francesco apre la Porta Santa in san Pietro: Giubileo della Misericordia nello “spirito del Vaticano II, del Samaritano”
    Il ricordo dell’evento ecclesiale di 50 anni fa, “vero incontro tra la Chiesa e gli uomini del nostro tempo”. Presenti almeno 60mila fedeli, nonostante le minacce di terrorismo. “Abbandoniamo ogni forma di paura e di timore, perché non si addice a chi è amato; viviamo, piuttosto, la gioia dell’incontro con la grazia che tutto trasforma”. L'abbraccio con Benedetto XVI.

    08/04/2005 VATICANO
    Roma: tutto pronto per i funerali di Giovanni Paolo II


    15/12/2015 CINA-VATICANO
    Il “miracolo” della Porta Santa di Zhengding: 10mila cattolici sotterranei celebrano il Giubileo senza arresti (Foto)
    La polizia era presente davanti alla cattedrale e in borghese fra i fedeli, ma tutto si è svolto senza alcun problema. Il vescovo Giulio Jia Zhiguo non è riconosciuto dal governo ed è agli arresti domiciliari, controllato giorno e notte. Viene spesso costretto a corsi di indottrinamento lontano dalla sua diocesi. Pressioni verso i sacerdoti sotterranei – anche con allettamenti e premi in denaro – per iscriversi all’Associazione patriottica.

    02/09/2013 CINA – VATICANO
    La Cina ringrazia il Papa per l’appello a favore della pace in Siria
    Due alti funzionari del governo cinese commentano ad AsiaNews la figura del nuovo pontefice: “Sembra un grande pastore, proprio un ‘buon papà’. E speriamo che presto si possano vedere dei passi avanti nei rapporti fra Pechino e il Vaticano”. La Cina “ha bisogno della Chiesa cattolica, che non porta divisioni ma pace e armonia”. Giudizio positivo anche sul nuovo Segretario di Stato.

    09/02/2016 14:57:00 VATICANO-CINA
    I Missionari della Misericordia e i vescovi illeciti in Cina

    Il mandato dei Missionari della Misericordia riguarda anche la Cina, con la possibilità di reintegrare vescovi scomunicati. Ma è difficile l’attuazione. Sarebbe necessaria una proclamazione pubblica, che l’Associazione patriottica accuserebbe di “ingerenza del Vaticano negli affari interni della Cina”. La “sinicizzazione” e i rischi di dividere ancora di più la Chiesa.





    In evidenza

    MEDIO ORIENTE - USA
    Gerusalemme capitale, cristiani in Medio oriente contro Trump: distrugge le speranze di pace



    Il patriarcato caldeo critica una scelta che “complica” la situazione e alimenta “conflitti e guerre”. Il card. Raï parla di “decisione distruttiva” che viola le risoluzioni internazionali. Il papa copto Tawadros II cancella l’incontro col vice-presidente Usa Pence. Continua la protesta “rassegnata” dei palestinesi. Attivisti israeliani: gli Usa hanno abdicato al ruolo di mediatori nella regione. 

     


    CINA
    Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

    Willy Wo-Lap Lam

    Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®