22/05/2017, 09.02
COREA
Invia ad un amico

Per Seoul i missili di Kim non arrivano neanche a Guam

L'obiettivo indicato è l'isola nel Pacifico che serve da base militare Usa per le operazioni in Asia. Si trova a 3500 chilometri di distanza dalla Corea del Nord. La Corea del Sud esprime cautela anche sulla capacità di rientro dall'atmosfera dei missili nordcoreani. Ma Kim Jong-un ha diffuso le fotografie della Terra scattate dal missile testato domenica per dimostrare di essere in possesso di questa tecnologia necessaria per i missili intercontinentali 

Seoul (AsiaNews/Agenzie) - Il nuovo missile della Corea del Nord non è capace di raggiungere Guam. Questa la particolare reazione dei vertici militari della Corea del Sud al test che la Corea del Nord ha effettuato ieri pomeriggio. Il missile balistico in questione si chiama Pukguksong-2 ed è giudicato a medio raggio (Mrbm) con una portata fino a 2.500 chilometri. L’isola di Guam si trova nell’oceano Pacifico occidentale e dista 3500 chilometri dal territorio della Corea del Nord. E’ considerato un centro di rifornimento e di stazionamento per le operazioni militari Usa in Asia. A spiegarlo ai giornalisti è stato il colonnello Roh Jae-cheon, portavoce del capo di Stato maggiore della difesa.

Lanciato da un sito a nord-est di Pyongyang, il missile è salito a circa 560 chilometri e ha percorso più di 500 chilometri prima di atterrare nel mar Cinese orientale. I media del Nord hanno sottolineato che la prova del missile Pukguksong-2 con combustibile solido è stata condotta sotto la guida diretta del leader Kim Jong-un.

Il programma nucleare del Nord sembra delinearsi su due piani: sviluppare il missile Pukguksong-2 che può essere lanciato su un lanciatore mobile. Secondo: giungere alla realizzazione di un missile balistico intercontinentale attraverso gli esperimenti sull'Irbm Hwasong-12, alimentato a combustibile  liquido. Il portavoce del capo di Stato maggiore della difesa coreano ha manifestato cautela anche sulla notizia che il Nord sarebbe in possesso della tecnologia missilistica per il ritorno dall’atmosfera. "È una questione che deve essere confermata (attraverso ulteriori analisi)", ha concluso. Il desiderio di non suscitare immediate reazioni internazionali sui test della Corea del Nord rientra nella strategia internazionale del nuovo presidente Moon Jae-in che è quella di cercare di tenere aperta la porta al dialogo.

La  Kcna, l'agenzia statale del Nord, ha evidenziato che Il leader comunista era molto contento soprattutto per le immagini della Terra inviate in tempo reale da una macchina fotografica montata sul missile. Pyongyang ha diffuso numerose fotografie scattate dall'atmosfera  proprio per dimostrare di essere in possesso di tale tecnologia. Oggi il Rodong Sinmun, quotidiano ufficiale del Partito dei lavoratori del Nord, ha pubblicato 58 immagini a colori. In prima pagina il leader del Corea del Nord Kim Jong-un mostra un ampio sorriso, circondato dagli alti funzionari del partito e in compagnia del generale Kim Rok-gyom, comandante delle forze strategiche dell'esercito della Corea del Nord. "Tutto il mondo sembra bello", è il commento di Kim sulle foto che sarebbero state scattate dal rientro del missile dall’atmosfera. 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
L’alta tensione tra Usa e Corea del Nord dà una spinta al progetto del Thaad
10/08/2017 11:30
Stati Uniti: Opzione militare contro Pyongyang, ‘ se dobbiamo’. Moon: No all’escalation
06/07/2017 08:49
Moon Jae-in incontra l’inviato del Papa e autorizza gli aiuti umanitari al Nord
30/05/2017 11:25
Seoul e Pechino riprendono le relazioni ‘normali’
31/10/2017 08:57
Bombardieri sorvolano la penisola coreana. Jimmy Carter spinge al dialogo
11/10/2017 08:43