24 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 24/02/2017, 12.11

    INDIA

    Pescatori di Mumbai furiosi contro la statua di Shivaji più alta del mondo



    La statua equestre del dio guerriero misurerà 190 metri; la sua realizzazione costerà quasi 510 milioni di euro; dovrebbe essere completata nel 2021; attirerà 10mila visitatori al giorno. La comunità dei pescatori contesta che i soldi potevano essere spesi per migliorare sanità, istruzione e infrastrutture. Attivista: “Le forze fasciste usano la statua del dio come simbolo dell’Hindutva”.

    Mumbai (AsiaNews) – I pescatori di Mumbai sono sul piede di guerra contro la costruzione del memoriale celebrativo di un dio guerriero indù che potrebbe costare loro la perdita del lavoro e dei mezzi di sostentamento. Il governo locale dei nazionalisti indù ha deciso infatti di dare il via ai lavori di edificazione della statua più alta del mondo dedicata a Shivaji, il maharaja indiano che nel 1664 ha guidato il suo popolo in una guerra vittoriosa contro un imperatore moghul. Il dio troneggerà sulla costa, con i suoi 190 metri di altezza, in sella ad un cavallo e impugnando una spada. Ad AsiaNews Lenin Raghuvanshi, direttore del Peoples’ Vigilance Committee on Human Rights, contesta la costruzione: “Dobbiamo promuovere le idee e i valori di personalità storiche. Costruire grandi statue è solo un offrire simboli senza contenuti”.

    Nelle ultime settimane la città di Mumbai si è divisa tra favorevoli e contrari: la prima categoria sostiene che la statua potrebbe diventare una delle attrattive turistiche più famose al mondo, dato che per altezza supererebbe di 40 metri la statua del Buddha Zhōngyuán nell’Henan in Cina (finora il memoriale più alto). Il tributo equestre in bronzo sarebbe esattamente il doppio della Statua della Libertà a New York.

    I Koli, la comunità di pescatori residenti a Mumbai da centinaia di anni, lamentano che la costruzione sulla riva distruggerebbe l’ecosistema marino, firmando la condanna a morte per la loro attività ittica. Soprattutto sostengono che l’enorme dispendio di denaro pubblico, 36 miliardi di rupie (pari a quasi 510 milioni di euro), potrebbe essere meglio investito potenziando sanità, istruzione e infrastrutture.

    I pescatori, circa 2mila persone che lavorano su 350 barche e riforniscono una megalopoli da 20 milioni di abitanti, temono le conseguenze negative del traffico marittimo di turisti. Le autorità hanno già annunciato che stimano l’arrivo di 10mila visitatori al giorno, quando il progetto sarà portato a termine nel 2021.

    I critici lamentano che la statua risponda soltanto ad un’isteria della politica che tenta di primeggiare a livello statale costruendo memoriali in onore di personalità storiche locali. È il caso del Gujarat, dove stanno innalzando la statua di Vallabhbhai Patel, alta 182 metri, dedicata allo statista del Congress Party famoso per il suo impegno nella lotta per l’indipendenza dell’India.

    Inoltre la città di Mumbai è già tappezzata di statue dedicate al principe indù guerriero, oltre ad una stazione ferroviaria e all’aeroporto. Secondo l’attivista Raghuvanshi, “prima di iniziare qualsiasi progetto, bisogna ottenere valutazioni sull’impatto ambientale e su ciò che riguarda diritti umani e mezzi di sostentamento”. Egli ritiene che la statua sia solo “l’iniziativa delle forze fasciste che non promuovono il concetto di Swaraj (auto-governo, indipendenza) di Shivaji, basato su onore, speranza, dignità e pluralismo. Esse vogliono solo dipingerlo come simbolo dell’Hindutva. Al contrario, il dio guerriero simboleggia inclusione, diversità di opinione e libertà”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    10/10/2016 12:58:00 INDIA
    Attivista indiano: Assurda la morte di una 13enne giainista dopo 68 giorni di digiuno

    La giovane Aradhana è deceduta per arresto cardiaco. Digiunava per attirare il favore della fortuna sulla sua famiglia, in difficoltà economiche. I genitori hanno organizzato un funerale per venerare la figlia come “santa bambina”. Ora sono indagati per omicidio colposo.



    18/04/2016 11:41:00 INDIA
    Attivista indiano: Il papa a Lesbo tra i profughi rivela l’ipocrisia dei governanti islamici

    Lenin Raghuvanshi è il direttore de Peoples’ Vigilance Committee on Human Rights. Il viaggio umanitario di papa Francesco nell’isola greca ha evidenziato la sofferenza dei migranti. Secondo l’attivista, in Medio Oriente si conducono “politiche fasciste”: i leader islamici al governo si arricchiscono con il petrolio e ignorano le difficoltà della popolazione.



    23/06/2017 12:31:00 INDIA
    India, governo e opposizione candidano dalit alla presidenza, "ma le caste restano"

    Ram Nath Kovind è sostenuto dal Bharatiya Janata Party; Meira Kumar da 16 partiti di opposizione guidati dal Congress. Entrambi hanno più di 70 anni e lunghe esperienze in politica. Lenin Raghuvanshi ritiene che la scelta di esponenti dalit “non scalfisce i mali del sistema delle caste”. Il premier Narendra Modi è riuscito a spaccare le opposizioni.



    30/05/2017 13:00:00 INDIA
    Al bando la carne di vacca in tutta l’Unione. Attivista: terrorismo verso le minoranze

    Il governo approva il Prevention of Cruelty to Animals (Regulation of Livestock Markets) Rules 2017. La norma si applica al bestiame venduto e comprato per la macellazione. Nuove regole igienico sanitarie; divieto di usare animali per i sacrifici. Danni enormi all’economia. Dalit e musulmani privati della principale fonte di proteine.



    17/03/2014 INDIA
    Attivista indiano: Un oltraggio la candidatura di Narendra Modi a Varanasi
    Il chief minister del Gujarat e leader dei nazionalisti (Bharatiya Janata Party) ha scelto il seggio della città sacra per partecipare alle elezioni generali 2014. Secondo Lenin Raghuvanshi è un tentativo di "mostrare Varanasi come la culla dei fondamentalisti indù". Ad AsiaNews spiega: "La città è imbevuta di pluralismo e secolarismo. Il popolo lotta contro ogni forma di estremismo religioso".



    In evidenza

    MYANMAR-VATICANO
    Yangon, ‘ore frenetiche’ per l’arrivo del papa. L’impegno dei cattolici per i pellegrini

    Paolo Fossati

    Attese 200mila persone per la messa solenne al Kyaikkasan Ground. Tra loro anche leader buddisti e musulmani. In arrivo 6mila ragazzi per la messa dei giovani del giorno seguente. Anche filippini, australiani e thailandesi per lo storico viaggio apostolico di papa Francesco. Dal nostro inviato.


    YEMEN
    Il genocidio dello Yemen: dopo le bombe, la fame, la sete e il colera

    Pierre Balanian

    La coalizione guidata da Riyadh blocca l’arrivo di carburante necessario per far funzionare i pozzi. Oltre un milione di persone senza acqua a Taiz, Saada, Hodeida, Sana’a e Al Bayda. Secondo l’Unicef, 1,7 milioni di bambini soffrono di malnutrizione acuta”; 150mila bambini rischiano di morire di stenti nelle prossime settimane. Il silenzio e l’incuria della comunità internazionale. La minaccia di colpire le navi-cargo del greggio. Ieri l’Arabia saudita ha permesso la riapertura dell’aeroporto di Sana’a e del porto di Hudayda, ma solo per gli aiuti umanitari. Una misura insufficiente.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®