29 Settembre 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 12/06/2012, 00.00

    INDIA – STATI UNITI – IRAN

    Petrolio iraniano: Gli Usa “cancellano” le sanzioni economiche per l’India



    Esentati anche Malaysia, Corea del Sud, Sudafrica, Sri Lanka, Turchia e Taiwan. Per Hillary Clinton, segretario di Stato americano, i Paesi hanno ridotto “in modo significativo” le importazioni di crudo da Teheran. New Delhi minimizza: è solo una decisione basata sulla legislazione statunitense. Ma la Cina rischia le sanzioni Usa.

    Mumbai (AsiaNews/Agenzie) - Gli Stati Uniti hanno esentato l'India e altri sei Paesi da possibili sanzioni economiche, per aver ridotto "in modo significativo" le importazioni di petrolio dall'Iran. Lo ha annunciato Hillary Clinton, segretario di Stato Usa, poche ore prima dell'arrivo a Washington di S.M. Krishna, ministro indiano per gli Affari esteri, da oggi in visita ufficiale. Tuttavia, New Delhi ha minimizzato la mossa americana, definendola una "decisione presa dal governo Usa in base alle sue leggi". Le altre nazioni "esentate" sono Malaysia, Corea del Sud, Sudafrica, Sri Lanka, Turchia e Taiwan. La Cina, invece, rischia ancora le sanzioni.

    A dicembre 2011, gli Stati Uniti hanno varato una legge che impone sanzioni economiche a tutti i Paesi che hanno rapporti commerciali con l'Iran. Secondo il provvedimento, le nazioni hanno tempo fino al 28 giugno prossimo per ridurre le importazioni petrolifere da Teheran. Lo scopo è di mettere pressione al Paese e spingerlo a rinunciare al suo programma nucleare. Per Israele e buona parte della comunità internazionale, il programma atomico iraniano ha sottaciuti scopi bellici, anche se Teheran ne ha sempre rivendicato il carattere pacifico. Nel marzo scorso, la Clinton ha "cancellato" la possibilità di sanzioni anche a 10 Stati dell'Unione europea e al Giappone.

    Syed Akbaruddin, portavoce del ministero per gli Affari esteri, ha commentato: "Questa è una decisione presa dal governo degli Stati Uniti in base alla sua legislazione. L'alleanza strategica tra New Delhi e Washington è forte e continua a crescere a prescindere. I colloqui di questi giorni lo dimostreranno ancora una volta".

    Nel 2011-2012, le importazioni indiane di crudo dall'Iran sono scese quasi al 10%, contro oltre il 16% del 2008-2009. A maggio scorso, nel corso di una visita ufficiale in India, la Clinton aveva esortato New Delhi a fare "ancora di più" per tagliare le importazioni di petrolio iraniano. 

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    26/06/2012 COREA DEL SUD – IRAN
    Per le sanzioni Usa e Ue, Seoul costretta a tagliare le importazioni di greggio iraniano
    Le due principali industrie sud-coreane non sono in grado di assicurare i trasporti. Dal primo luglio le compagnie, in maggioranza europee, non stipuleranno più polizze per imbarcazioni che contengono greggio degli ayatollah. Seoul è la prima, grande, economia asiatica a fermare le importazioni.

    16/10/2009 CINA - IRAN
    Wen Jiabao: “Maggiori legami fra Cina e Iran”
    Il primo ministro cinese, ai margini dello Sco, propone un rafforzamento della bilancia commerciale ed energetica fra i due Paesi, che al momento vale 27 miliardi di dollari. E mette un freno a nuove sanzioni internazionali contro il regime degli ayatollah.

    04/06/2007 INDIA - STATI UNITI
    "Importanti progressi" ma ancora un rinvio per l’accordo sul nucleare
    I tre giorni di colloqui a New Delhi non hanno risolto tutti i contrasti per la cessione di materiale nucleare e tecnologia. Gli Stati Uniti vogliono poter controllare cosa Delhi farà con il materiale fissile, ma questa non vuole intromissioni straniere.

    17/10/2014 IRAN - STATI UNITI
    Cauto ottimismo nei colloqui sul nucleare iraniano, in una “fase critica”
    La capitale austriaca ha ospitato l’ultimo round di incontri dei Paesi del “5 +1”. Teheran e Washington parlano di progressi, anche se resta “molto lavoro da fare" per una firma entro li 24 novembre. Per il capo della diplomazia iraniana i dialoghi sono orientati alla “ricerca di una soluzione”; per gli Stati Uniti basta “un 2%” di differenze sul dossier per far crollare tutto.

    15/04/2010 RUSSIA-IRAN-CINA
    Entro agosto sarà in funzione il reattore nucleare di Bushehr in Iran
    La costruzione da parte dei russi è “in perfetto orario”. Gli Usa dicono che la scelta è “prematura”. Intanto si discute su nuove sanzioni contro Teheran.



    In evidenza

    SIMPOSIO ASIANEWS
    Madre Teresa, la Misericordia per l’Asia e per il mondo (VIDEO)



    Pubblichiamo le registrazioni video degli interventi che si sono susseguiti durante il Simposio internazionale organizzato da AsiaNews il 2 settembre scorso. In ordine intervengono: P. Ferruccio Brambillasca, Superiore Generale del PIME; Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione di Propaganda Fide; Sr. Mary Prema, Superiora Generale delle Missionarie della Carità; P. Brian Kolodiejchuk, postulatore della Causa della Madre; Card. Oswald Gracias, arcivescovo di Mumbai; P. John A. Worthley, sull'influenza di Madre Teresa in Cina; una testimonianza sull'influenza di Madre Teresa nel mondo islamico; mons. Paul Hinder, vicario apostolico dell’Arabia meridionale.


    CINA - VATICANO
    Pechino diffonde la nuova bozza di regolamenti sulle attività religiose. Più dura

    Bernardo Cervellera

    Multe fino a 200mila yuan (27mila euro) per “attività religiose illegali” da parte di cattolici o altri membri di comunità sotterranee. Fra le “attività illegali” vi è la “dipendenza dall’estero” (ad esempio il rapporto col Vaticano). Si predica la non discriminazione, ma ai membri del partito è proibito praticare la religione anche in privato. Precisi controlli su edifici, statue, croci. Controlli serrati anche su internet. Forse è la fine delle comunità sotterranee.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®