26 Maggio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 22/12/2004, 00.00

    GIAPPONE

    Più ferie ai lavoratori per fare più figli



    Nuovo piano del governo giapponese prevede vacanze apposite per fermare il calo demografico e occuparsi della famiglia.

    Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Più tempo libero ai lavoratori per combattere il calo demografico. È il nuovo mezzo con il quale il governo giapponese tenterà di arrestare il crescente calo demografico, minacci ala società e l'economia del paese. Il quotidiano Yomiuri, ha reso noti alcuni aspetti del nuovo "Angel Plan", piano già in atto per incentivare le nascite in Giappone. Il ministro giapponese della Sanità e del Welfare, non ha voluto rilasciare commenti, ma le autorità ammettono di essere molto preoccupate dallo scenario futuro. Nell'ultimo anno, la media dei bambini nati per ogni donna è scesa dall'1,32 del 2002 all'1,29, cifra molto inferiore al 2,08 necessario per garantire il ricambio della popolazione.

    "Il problema è molto complesso - ha detto un portavoce del ministro della Sanità – ma la questione è anche vedere se uomini e donne vogliono o meno avere bambini".

    Il nuovo "Angel Plan" è il potenziamento di uno schema già adottato in Giappone e che prevede facilitazioni nell'assistenza dei figli e per le donne lavoratrici. Con il nuovo piano il governo chiederebbe alle aziende di concedere a tutto il personale ferie apposite per occuparsi dei figli, di diminuire del 10% il numero di impiegati, che lavorano più di 60 ore settimanali e ai lavoratori di usufruire almeno del 55% delle ferie retribuite che gli spettano.

    Mentre questi provvedimenti richiedono solo un aumento di fondi, il modo in cui le persone si serviranno di questo tempo implica un radicale cambiamento della mentalità giapponese. Studiosi ritengono che in Giappone uno degli ostacoli al crearsi di una famiglia è l'usanza per l'uomo di passare molto tempo a lavoro e poco a casa; per la donna di subire le pressioni di chi la incoraggia a licenziarsi dopo aver partorito. Altro problema è quello economico. "Avere un bambino è facile – ha evidenziato Makoto Watanabe, lettrice all'Università dell' Hokkaido – ma crescerlo è molto costoso; il governo dovrebbe anche alleviare gli oneri fiscali, che gravano sulle famiglie".

    Secondo stime del ministero della Sanità, su 127,11 milioni di abitanti, in Giappone 22,81 milioni hanno oltre 65 anni. Se il calo demografico non si arresta, entro il 2050 la popolazione diminuirà circa del 20%.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/03/2007 ONU - ASIA
    Onu: ogni anno 1,2 milioni di migranti dall’Asia ai Paesi ricchi
    Secondo uno studio delle Nazioni Unite, da oggi al 2050 ogni anno 2,3 milioni di persone si sposteranno da Africa e Asia verso Europa e America; si tratta di un flusso migratorio senza precedenti. Mentre alcuni Paesi vivono un boom delle nascite, altri soffrono di un drammatico calo demografico. Tra 40 anni l’India sarà il Paese più popoloso con 1,7 miliardi di abitanti.

    25/02/2017 09:01:00 GIAPPONE
    Tokyo, le sterilizzazioni forzate del passato e l’inverno demografico attuale

    Con l’Eugenic Protection Act operati circa 25 mila sterilizzazioni e 60 mila aborti forzati. Le normative sull’eugenetica rimosse nel 1996. Richieste scuse ufficiali e indennizzi per le vittime. La profonda crisi demografica del Giappone. Le nuove politiche per la promozione della vita.

     



    05/05/2017 09:04:00 GIAPPONE
    Tokyo, mai così pochi bambini. Solo 15,71 milioni sotto i 15 anni

    Più di 890 comunità rurali rischiano l’eclissi entro il 2040. I maschi sono 8,05 milioni, le femmine 7,67 milioni. I bambini rappresentano il 12,4% della popolazione totale. La prefettura di Tokyo in controtendenza col resto del Paese. Mons. Tarcisio Isao Kikuchi: “Questo andamento può colpire l’esistenza stessa delle parrocchie”.  



    21/09/2015 GIAPPONE
    Il Giappone è Paese più anziano al mondo: gli over 80 sono più di 10 milioni
    È la prima volta che sfondano questo record, diventando il 7,9% della popolazione totale. Una donna su 10 nel Paese ha più di 81 anni. Salgono anche gli over 65, che nel 2040 saranno il 34% dell’intero numero di abitanti. A rischio il sistema delle pensioni e il welfare.

    03/07/2015 GIAPPONE
    Giappone, la popolazione crolla ai minimi storici: un quarto è sopra i 65 anni
    I dati dell’ultimo censimento nazionale confermano: per il sesto anno di seguito calano le nascite a fronte dei decessi. I giapponesi sono 126,16 milioni, con un calo di 271.058 unità rispetto all’anno precedente: è la diminuzione più acuta mai registrata in tempi moderni. Gli over 65 sono il 25,90%: è la prima volta dal 1968 che superano il quarto della popolazione.



    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Il 24 maggio, uniti ai fedeli in Cina nella festa della Madonna di Sheshan



    Al Regina Caeli papa Francesco ricorda la Giornata mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina, instaurata da Benedetto XVI. I fedeli cinesi devono dare il “personale contributo per la comunione tra i credenti e per l’armonia dell’intera società”. Il Simposio di AsiaNews sulla Chiesa in Cina.  Un appello di pace per la Repubblica Centrafricana. “Volersi bene sull’esempio del Signore”. “A volte i contrasti, l’orgoglio, le invidie, le divisioni lasciano il segno anche sul volto bello della Chiesa”. Fra i nuovi cinque cardinali, anche un vescovo del Laos.


    VATICANO-CINA
    24 maggio 2017: ‘Cina, la Croce è rossa’, il Simposio di AsiaNews

    Bernardo Cervellera

    Il raduno in occasione della Giornata Mondiale di preghiera per la Chiesa in Cina. Un titolo con molti significati: la Croce è rossa per il sangue dei martiri; per il tentativo di soffocare la fede nei controlli statali; per il contributo di speranza che il cristianesimo dà a una popolazione stanca di materialismo e consumismo e alla ricerca di nuovi criteri morali. A tema anche la grande e inaspettata rinascita religiosa nel Paese. Fra gli invitati: il card. Pietro Parolin, mons. Savio Hon, il sociologo delle religioni Richard Madsen, testimonianze di sacerdoti e laici cinesi.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®