19 Febbraio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est
  •    - Cina
  •    - Corea del Nord
  •    - Corea del Sud
  •    - Giappone
  •    - Hong Kong
  •    - Macao
  •    - Taiwan


  • » 22/12/2004, 00.00

    GIAPPONE

    Più ferie ai lavoratori per fare più figli



    Nuovo piano del governo giapponese prevede vacanze apposite per fermare il calo demografico e occuparsi della famiglia.

    Tokyo (AsiaNews/Agenzie) – Più tempo libero ai lavoratori per combattere il calo demografico. È il nuovo mezzo con il quale il governo giapponese tenterà di arrestare il crescente calo demografico, minacci ala società e l'economia del paese. Il quotidiano Yomiuri, ha reso noti alcuni aspetti del nuovo "Angel Plan", piano già in atto per incentivare le nascite in Giappone. Il ministro giapponese della Sanità e del Welfare, non ha voluto rilasciare commenti, ma le autorità ammettono di essere molto preoccupate dallo scenario futuro. Nell'ultimo anno, la media dei bambini nati per ogni donna è scesa dall'1,32 del 2002 all'1,29, cifra molto inferiore al 2,08 necessario per garantire il ricambio della popolazione.

    "Il problema è molto complesso - ha detto un portavoce del ministro della Sanità – ma la questione è anche vedere se uomini e donne vogliono o meno avere bambini".

    Il nuovo "Angel Plan" è il potenziamento di uno schema già adottato in Giappone e che prevede facilitazioni nell'assistenza dei figli e per le donne lavoratrici. Con il nuovo piano il governo chiederebbe alle aziende di concedere a tutto il personale ferie apposite per occuparsi dei figli, di diminuire del 10% il numero di impiegati, che lavorano più di 60 ore settimanali e ai lavoratori di usufruire almeno del 55% delle ferie retribuite che gli spettano.

    Mentre questi provvedimenti richiedono solo un aumento di fondi, il modo in cui le persone si serviranno di questo tempo implica un radicale cambiamento della mentalità giapponese. Studiosi ritengono che in Giappone uno degli ostacoli al crearsi di una famiglia è l'usanza per l'uomo di passare molto tempo a lavoro e poco a casa; per la donna di subire le pressioni di chi la incoraggia a licenziarsi dopo aver partorito. Altro problema è quello economico. "Avere un bambino è facile – ha evidenziato Makoto Watanabe, lettrice all'Università dell' Hokkaido – ma crescerlo è molto costoso; il governo dovrebbe anche alleviare gli oneri fiscali, che gravano sulle famiglie".

    Secondo stime del ministero della Sanità, su 127,11 milioni di abitanti, in Giappone 22,81 milioni hanno oltre 65 anni. Se il calo demografico non si arresta, entro il 2050 la popolazione diminuirà circa del 20%.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    07/07/2017 11:49:00 GIAPPONE
    Continua il crollo demografico del Giappone. È il declino più veloce dal 1968

    La popolazione cala per l’ottavo anno consecutivo. Il numero delle nascite è sceso del 2,9%, il più basso mai registrato. Aumentano gli stranieri a discapito della riluttanza giapponese e dell’orgoglio per la “omogeneità culturale ed etnica” del Paese.



    19/10/2017 15:45:00 COREA DEL SUD - GIAPPONE
    A Seoul e Tokyo il calo delle nascite è una minaccia per l’economia

    Fallimentari le iniziative per invertire il trend finora fallimentari. Si sono incontrati oggi a Seoul i ministri dei due Paesi. L’invecchiamento della popolazione pesa sull’economia: meno forza lavoro e maggiori costi per i servizi previdenziali. A pesare è proprio l’aspetto economico.



    20/01/2018 09:11:00 CINA
    Nascite, forza lavoro e invecchiamento: la demografia spaventa Pechino

    Il numero di neonati è sceso a 17,23 milioni nel 2017, dai 17,86 milioni del 2016. La forza lavoro si è ridotta di oltre 5 milioni di unità. A rischio il regime di sicurezza sociale. Tangibili i danni delle dure misure di controllo della popolazione adottate dal governo negli ultimi quarant’anni.



    29/09/2017 12:03:00 GIAPPONE
    P. Villa: I giapponesi sempre più anziani, afflitti da solitudine

    Nel Paese vi sono 2 milioni di ultra-novantenni. Il 27,7% della popolazione ha più di 65 anni. La società “senza legami” costretta a porsi “enormi interrogativi” sul futuro. Le esperienze al Centro d’ascolto. L’ansia per il futuro. Il destino delle ceneri dei defunti senza famiglia. 



    16/03/2007 ONU - ASIA
    Onu: ogni anno 1,2 milioni di migranti dall’Asia ai Paesi ricchi
    Secondo uno studio delle Nazioni Unite, da oggi al 2050 ogni anno 2,3 milioni di persone si sposteranno da Africa e Asia verso Europa e America; si tratta di un flusso migratorio senza precedenti. Mentre alcuni Paesi vivono un boom delle nascite, altri soffrono di un drammatico calo demografico. Tra 40 anni l’India sarà il Paese più popoloso con 1,7 miliardi di abitanti.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Le lacrime dei vescovi cinesi. Un ritratto di mons. Zhuang, vescovo di Shantou

    Padre Pietro

    Un sacerdote della Chiesa ufficiale, ricorda il vescovo 88enne che il Vaticano vuole sostituire con un vescovo illecito, gradito al regime. Mons. Zhuang Jianjian è diventato vescovo sotterraneo per volere del Vaticano nel 2006. Il card. Zen e mons. Zhuang, immagine della Chiesa fedele, “che fa provare un’immensa tristezza e un senso di impotenza”. Le speranze del card. Parolin di consolare “le sofferenze passate e presenti dei cattolici cinesi”.


    CINA-VATICANO-HONG KONG
    Il card. Zen sui vescovi di Shantou e Mindong

    Card. Joseph Zen

    Il vescovo emerito di Hong Kong conferma le informazioni pubblicate nei giorni scorsi da AsiaNews e rivela particolari del suo colloquio con papa Francesco su questi argomenti: “Non creare un altro caso Mindszenty”, il primate d’Ungheria che il Vaticano obbligò a lasciare il Paese, nominando un successore a Budapest, a piacimento del governo comunista del tempo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®