23 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 27/02/2004, 00.00

    giappone

    Premio Niwano per la pace a un'organizzazione ugandese



    Tokyo (AsiaNews) – La Niwano Peace Foundation ha deciso di conferire il 21º premio per la pace all'Acholi Religious Leaders' Peace Iniziative (ARLPI), un'organizzazione ugandese impegnata a promuovere la fine dei conflitti e il dialogo interreligioso.

    Durante la cerimonia, che si terrà a Tokyo il prossimo 11 maggio, l'ARLPI riceverà, oltre alla certificazione del premio, anche una medaglia e 20 milioni di yen (circa 145 mila euro).

    L'ARLPI è la prima organizzazione africana a ricevere il premio. È stata fondata nel 1998 ed è composta da membri appartenenti a diverse confessioni religiose, tra cui islam e cristianesimo (cattolici, ortodossi e anglicani). Lavora per porre fine ai conflitti armati in maniera non violenta, sensibilizzare in favore della pace, assistere le vittime delle guerre grazie all'aiuto di volontari, leader religiosi, sostenitori. Durante la guerra civile, l'organizzazione ha tentato di promuovere il dialogo tra le autorità dell'Uganda e il Lord's Resistance Army, un gruppo guerrigliero che ha commesso gravi violazioni dei diritti umani contro la popolazione civile.

    La Niwano Peace Foundation è stata fondata nel 1978 per contribuire alla costruzione di un mondo di pace in campi quali religione, filosofia, cultura, scienza. Grazie a donazioni di 3,8 miliardi di yen (circa 28 milioni di euro), la fondazione organizza attività culturali e scambi internazionali e conferisce ogni anno il Niwano Peace Prize a persone e associazioni che promuovono la pace e il dialogo interreligioso. Per la scelta del candidato, il cui prestigio deve essere riconosciuto in tutto il mondo, la fondazione delega circa 1000 persone di diverse religioni provenienti da 125 paesi e un comitato composto da 10 leader religiosi impegnati a favore della pace e della cooperazione interreligiosa.

    Tra le personalità che hanno ricevuto il premio figurano Helder P. Camara, arcivescovo di Recife (Brasile); il Congresso Mondiale Musulmano; Etai Yamada, capo della corrente buddista Tendai; Maha Ghosananda, bonzo cambogiano; la comunità di Sant' Egidio; Kang Won Yong, leader presbiteriano sud-coreano; Abuna Elias Chacour, prete cattolico palestinese.

    La Niwano Peace Foundation è legata all'opera di Nikkyo Niwano, figura di rilievo della spiritualità giapponese, che nel 1938 ha fondato l'organizzazione buddista laica Rissho Kosei Kai. Il movimento mira a un rinnovamento dell'insegnamento del buddismo amida e unisce profonda spiritualità, impegno sociale, promozione della pace, dialogo tra le religioni. L'organizzazione, che oggi è guidata dai figli di Nikkyo Niwano - Nichiko e Kinjiro – ha continui rapporti con personalità ecclesiali di tutte le confessioni, in particolare con Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari. (MR)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/01/2010 GIAPPONE - COREA
    Maria Voce, del Movimento dei Focolari, in visita in Estremo oriente
    Succeduta a Chiara Lubich, è al suo primo viaggio in Asia. In oltre un mese visita Corea del Sud, Giappone, Filippine,Thailandia. Incontri nel segno della testimonianza dell’amore di Cristo e del dialogo interreligioso con il mondo buddista. Un’intervista con il nostro corrispondente.

    05/07/2008 GIAPPONE
    Leader religiosi chiedono al G8 libertà di religione per Tibet e Myanmar
    La richiesta in una dichiarazione scritta al vertice degli esponenti di diverse fedi svoltosi a Osaka e Kyoto. Sempre più spesso le grandi istituzioni mondiali si rivolgono alle religioni per capire i problemi del mondo.

    22/04/2017 12:44:00 VATICANO
    Messaggio del Vaticano per la festa del Buddha (Vesakh): insieme sulla via della non violenza

    Le religioni devono collaborare perché spesso si usa la religione come giustificazione della violenza. Cristiani e buddisti riconoscono che occorre curare il male nel cuore, da dove ha origine. Educare alla pace e al rispetto dell’ambiente. Eliminare “il discorso dell’odio” nei media e ricostruire “le società frantumate”.



    18/10/2011 VATICANO
    Assisi 2011: le religioni rinnovano il loro impegno per la pace e la giustizia
    I “numeri” della Giornata di riflessione, dialogo e preghiera che si terrà il prossimo 27 ottobre ad Assisi, a 25 anni dal primo storico incontro. Oltre alle denominazioni cristiane, ci saranno musulmani, indù, buddisti, scintoisti, jainisti, Sikh, Bahai, Zoroastriani, rappresentanti delle religioni tradizionali e, per la prima volta, invitati non credenti.

    14/10/2006 NEPAL
    Cattolici, buddisti ed indù: "araldo di pace" l'incontro fra il Papa ed il Dalai Lama

    I due leader religiosi hanno "un messaggio di pace che può fermare la scia di sangue versato da peccatori affamati di potere".





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®