22 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/02/2017, 08.35

    CINA-USA

    Prima telefonata “cordiale” fra Trump e Xi Jinping. Ribadita “l’unica Cina”

    Wang Zhicheng

    I due hanno deciso di collaborare in aree di “mutuo interesse”. Riaffermando il principio dell’unica Cina si disinnesca una fonte di inquietudine e di possibili guerre. La conversazione avviene a poche ore dall’arrivo di Shinzo Abe negli Usa.

    Pechino (AsiaNews) – Il presidente Usa Donald Trump ha avuto questa mattina la sua prima lunga telefonata con il suo omologo cinese, Xi Jinping. Nella conversazione definita “cordiale”, Trump ha detto di voler onorare il principio della “unica Cina”.

    Durante il colloquio entrambe le parti hanno concordato di lavorare insieme in aree di “mutuo interesse” e si sono scambiati inviti per visitare le rispettive nazioni.

    La televisione cinese ha riportato che “Xi Jinping ha apprezzato quanto Trump ha detto sull’impegno del governo Americano sulla politica dell’unica Cina e ha sottolineato che tale principio è la base politica delle relazioni Usa-Cina”.

    Durante la campagna elettorale, Trump ha spesso denigrato la Cina accusandola di essere “manipolatore di valuta” e ha minacciato tasse sui prodotti cinesi esportati negli Usa. Subito dopo l’elezione aveva provocato molti commenti e preoccupazioni per aver accettato una conversazione telefonica con la presidente di Taiwan, Tsai Ying-wen e in seguito aveva detto che in futuri negoziati sul commercio anche il principio dell’unica Cina poteva essere ridiscusso.

    Tale principio stabilisce che vi è solo un Paese “Cina” a cui appartengono la Cina continentale e Taiwan. Pechino obbliga tutti coloro che vogliono avere rapporti diplomatici con lei a tagliare i legali con Taiwan. Ma è anche vero che moltissimi Paesi hanno rapporti commerciali con l’isola, pur senza presenze diplomatiche. Negli anni ’70 gli Usa hanno stabilito i rapporti con la Repubblica popolare cinese riconoscendo il principio, ma si dicono legati a difendere Taiwan in caso di attacco militare da parte di Pechino.

    La telefonata di stamane rappresenta una riassicurazione nei rapporti Cina-Usa dopo settimane di incertezza e di timori e molti consigli da parte di imprenditori e politici a non fare una guerra (almeno commerciale) che andrebbe a svantaggio di tutti.

    Analisti fanno notare che la chiamata di Trump a Xi avviene a poche ore dall’arrivo del premier giapponese Shinzo Abe negli Usa: quasi un modo per tranquillizzare la Cina sulle conseguenze di questa seconda visita di Abe al neo-presidente.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    12/12/2016 08:45:00 CINA-USA-TAIWAN
    Trump mette in discussione “l’unica Cina”. Pechino lo accusa di ignoranza e minaccia ritorsioni

    In un’intervista diffusa ieri, il neo-presidente Usa rifiuta il quasi trentennale principio senza concessioni sul commercio o altri accordi. E difende il suo diritto di parlare con la presidente di Taiwan. Il Global Times lo accusa di essere “ignorante come un bambino” in politica estera. E minaccia il controllo totale sullo Stretto.



    17/03/2017 12:30:00 TAIWAN - CINA
    Missili di Taiwan contro la Cina; la riunificazione da ottenere con la forza

    Per la prima volta il ministro della difesa Feng Shih-kuan dichiara che l’isola può colpire obiettivi in Cina fino a 1500 km. L’escalation militare fra i due lati dello Stretto. Trump pronto a consegnare nuove armi sofisticate a Taiwan.



    20/01/2017 12:27:00 CINA-USA
    Comincia l'era di Trump: il rapporto Cina-Usa e il rischio di una guerra

    Nell’attesa della cerimonia di inaugurazione della presidenza Trump, l’Ufficio di propaganda del Partito comunista cinese ha vietato a tutti i giornalisti “critiche non autorizzate” alle parole o ai gesti di Trump. Secondo il grande dissidente Wei Jingsheng vi sono possibilità che Trump costringa la Cina a accordi commerciali equi, influenzando anche una riforma interna della politica e della giustizia. L’opzione di una guerra commerciale.



    21/01/2017 11:15:00 VATICANO-USA
    Papa a Trump: La grandezza dell’America misurata dall’attenzione ai poveri

    Papa Francesco esalta la “ricca spiritualità dei valori etici che hanno plasmato la storia del popolo americano” e chiede l’impegno “per il progresso della dignità umana e la libertà in tutto il mondo”.  Preoccuparsi “per i poveri, gli esclusi, e i bisognosi che, come Lazzaro, stanno davanti alla nostra porta”.  Il giuramento di Trump preceduto da diverse preghiere di rappresentanti cattolici, protestanti, ebrei.  Lo slogan “America first” guiderà le scelte politiche. Le pesanti critiche all’establishment. La cautela della Cina e l’entusiasmo della presidente di Taiwan.



    07/04/2017 12:45:00 USA-CINA
    L’incontro fra Trump e Xi, un summit di 'amicizia'

    La cena in onore degli ospiti cinesi in contemporanea con l’attacco alla base siriana. Entrambi i due presidenti hanno bisogno di mostrare che l’incontro è u successo. Ma i passi da fare da parte della Cina sono molto onerosi.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®